villaggio iGV Halaveli Maldive

Pensate che il paradiso delle Maldive sia un miraggio per pochi eletti? Beh vi sbagliate..Presa al volo un offerta last second da quell’infinito “negozio” che è internet eccoci nel giro di tre giorni sul volo Milano-Roma-Male alla scoperta dell’iGV club Halaveli nell’atollo di Ari. Vista la nostra spesa le aspettative, confortate dalle opinioni dei viaggiatori del giramondo sono di un villaggio semplice ma carino..alla fine saremo piacevolmente sorpresi della nostra vacanza dal rapporto qualità prezzo incredibile. Arrivo a Male il lunedì dove la nave veloce (e che volevate pure l’idrovolante per 730 euro?!) in 1 ora e 50 ci porta sull’atollo..già l’immagine dalla nave è spettacolare.. non ho ancora disfatto la valigia che sono già nella laguna dai colori incredibili (dicono una delle più belle tra gli atolli maldiviani). I giorni successivi sono un mix di relax sulla accecante spiaggia bianca e di uscite di snorkeling, sia guidato nelle barriere vicine sia self made nella bella barriera corallina dell’atollo di Halaveli. Certo i colori del corallo delle Maldive si stanno riprendendo solo ora dallo shock del Niňo e non sono paragonabili (ma ovunque, anche quando siamo andati alla gita nella zona definita “salvata” dal Niňo) a quelli del mar rosso, ma i pesci sono tanti e colorati..tartarughe pesci napoleone squaletti, trigoni..e pesci balestra (uno dei quali ci ha attaccato con morso alla pinna della mia donna per difendere le sue uova..che paura.!) . Gita di una giornata ad una lingua di sabbia bianca in mezzo all’oceano e pomeriggio su una stupenda isola deserta ricoperta da mangrovie sotto le quali abbiamo pranzato. Stanze semplici, spaziose, pulitissime (2 volte al giorno!) a pochi metri dalla spiaggia corallina. Nota negativa il condizionatore e la pala che sembravano quanto a rumorosità rispettivamente il motore e l’elica dell’idrovolante che non abbiamo preso! Che dire dell’animazione? tre ragazzi troppo bravi e simpatici che ci hanno allietato la settimana con la loro allegria e professionalità. Cibo di buon livello forse un pò ripetitivo (ma non siamo andati lì per quello). Pulizia eccellente. Organizzazione in generale efficiente. Struttura si un pò vecchia ma assolutamente decorosa e bella proprio perchè semplice (loro dicono stile maldive anni 80). Insomma una settimana indimenticabile, fuori dal mondo così come siamo abituati a viverlo tutti i giorni….una settimana scandita da abitudini particolari (la cena dei trigoni al tramonto dove un maldiviano butta scarti di pesce in mare che si popola di enormi trigoni che arrivano fino al bagnasciuga!) e dimenticate (come il camminare a piedi scalzi che ci piaceva tanto da bambini..beh li è quasi d’obbligo perchè c’è sabbia ovunque!). E poi purtroppo arriva anche il triste ritorno svegliati all’alba, obbligati a rimettere le scarpe e a ritornare nel mondo reale..

Pin It
Tags:

Lascia un commento

Commenta con Facebook