Maldive – Bolifushi Island

Atollo di Malè Sud – Isola di Bolifushi con Veraclub – 05/13 Dicembre 2005

PARTENZA
Siamo partiti dall’aeroporto di Roma Fiumicino alle 22:40 con la compagnia “Neos” (nuova compagnia italiana http://www.neosair.it) e il volo, proveniente da Milano Malpensa, è andato bene anche se le ore comunque sono parecchie (9 circa). Ottimo il cibo (lasagne agli asparagi, torta sacher, cioccolatoni MAGNUM, bevande alcoliche e analcoliche a volontà, colazione internazionale, etc…), ottima l’assistenza a bordo.
La cosa più bella ed emozionante è stato quando siamo arrivati nei pressi di Malè e dal finestrino abbiamo cominciato a vedere gli atolli: è una cosa indescrivibile!!!

TRASFERIMENTO
Atterrati abbiamo aspettato circa 15 minuti e poi con altri 30 minuti di barca veloce siamo arrivati sull’atollo.
Appena lasciato l’attracco a Malè e la barca ha preso velocità (davvero notevole) ci hanno affiancato 2 delfini che hanno saltato come se ci volessero dare il benvenuto.

CAMERE
Dopo averci accolto con delle salviette per rinfrescarci, ci hanno dato subito le chiavi della nostra camera (la 109) e abbiamo pranzato. Noi avevamo una camera standard, molto semplice, ma pulita, con tanto di cassaforte, frigobar e caraffa termica per caffè e thè.
Avevamo una fantastica veranda direttamente sulla spiaggia a non più di 10 metri dal mare e la mattina venivamo svegliati dal suono delle leggere onde sulla spiaggia.

SOGGIORNO
Abbiamo passato una settimana da favola con un tempo bellissimo (ha piovuto solo un paio d’ore per 2 pomeriggi, ma ci hanno spiegato che è normale).
L’isola è molto piccola, in 10 minuti è possibile girarla tutta. La vegetazione è molto ricca. Del mare niente da dire, è meraviglioso e caldissimo, noi facevamo il bagno dalle 7 alle 17. La sabbia è bianchissima, sempre fresca, sembra borotalco. Il momento migliore comunque è la mattina con la bassa marea, l’acqua è bassissima per centinaia di metri. Ci sono due spiagge principali: una più ventosa e più affollata, l’altra dava sul retro dell’isola ed era più tranquilla.
Molto bella è la lingua di sabbia che si forma la mattina davanti al bar, dove si possono fare delle incredibili foto. Questa lingua poi scompare nel pomeriggio. Per quando riguarda i pesci c’è l’imbarazzo della scelta io non me ne intendo molto ma ne ho visti di tante specie e la particolarità è che non hanno paura dell’uomo. Sembra di fare il bagno in un enorme acquario!!! Il corallo è ovunque ma coloratissimo soltanto in pochi punti. Il reef (barriera corallina) in alcuni punti è vicinissimo e non saprei consigliare dove fare snorkeling, per noi era tutto era bello, ma occhio alle murene!! Si possono usare gratis pedalò e canoa. C’è anche un negozio di souvenir con prezzi accessibili. Consigliatissimi i massaggi (anche se abbastanza cstosi) al centro benessere dove due thailandesi di rimettono a nuovo.

ANIMAZIONE
L’animazione non è invadente. Organizzano stretching, acquagym e altri giochi come tornei di freccette, di bocce e di ping pong, mentre nel pomeriggio beach volley che termina nella grande sfida con i maldiviani (noi abbiamo vinto 3 a 2). Di sera ci sono stati alcuni spettacoli di cui uno di cabaret, uno con la gara dei paguri, una serata disco dance, ma noi ospiti (parecchi giovani) ci intrattenivamo tra noi facendo spesso tardi.

RISTORANTE
La cucina è ottima. Preparano di tutto, tra verdure, carne, pesce, pasta, dolci. Una sera è dedicata alla cucina maldiviana, mentre un’altra alla grigliata sulla spiaggia. Molto buona è la frutta soprattutto ananas, piccole e dolcissime bananw, papaya, etc…, buonissimi anche i succhi di frutta. Dimenticavo l’acqua non è compresa e il suo costo è di 3 dollari per 1,5 litri più il 10% di commissione. Non dovete mai pagare niente, tutto viene messo sul conto al numero della vostra stanza e solo l’ultimo giorno si salda il tutto.

ABBIGLIAMENTO
Sull’isola si sta in ciabatte, pareo e maglietta o addirittura scalzi, tanto per terra c’è solo sabbia.
Le uniche cose indispensabili sono: pinne, boccaglio e maschera, nonchè creme abbronzanti con altissima protezione (mai sotto 30).

Purtroppo però la settimana è passata velocemente ed arriva tragicamente il giorno del ritorno.
Quindi tra musi lunghi e tristezza riprendiamo la barca veloce per l’aeroporto. L’aereo parte con un’ora di ritardo e dopo circa 11 ore atterriamo a Roma Fiumicino, mentre alcuni amici conosciuti sull’isola proseguono per Milano Malpensa. Anche al ritorno ottimo il cibo (lasagne al ragu’, salmone, torta della nonna, cioccolatoni MAGNUM, bevande alcoliche e analcoliche a volontà, gelati algida, etc…).

Insomma per concludere devo dire che è stata finora la nostra vacanza più bella. Le Maldive erano nostro sogno e finalmente si è avverato. Consiglio quindi a tutti di provarla almeno una volta.

Pin It
Tags:

Lascia un commento

Commenta con Facebook