Tour Florida 2006

Siamo partiti da Firenze il 30 dicembre ma all’ aeroporto si respirava una strana atmosfera,
code al check inn lunghissime, persone che ritiravano la valigia etichettata, troppo strana
la situazione.
Ore 7 l’ aeroporto e’ ufficialmente chiuso a causa del ghiaccio sulla pista.
Ci hanno trasportato a Pisa e siamo decollati verso Parigi, coincidenza per persa.
Arrivati a Parigi ci hanno proposto di prendere il volo delle 16 diretto per Miami ma la
sfortuna ci perseguita e il sospirato volo parte con 4 ore di ritardo facendoci arrivare a
Miami anziche alle 15,45 alle 1 di notte.
Presa la macchina alla Alamo siamo partiti per Kissimmee alle 2,30 del mattino e dopo aver
girato a vuoto una quarantina di minuti in cerca dell’autostrada visto che il navigatore
satellitare che avevo non ne voleva sapere di trovare i satelliti.
Siamo arrivati all’ hotel alle 6,30 e nonostante una bella dormita scomoda sull’aereo
abbiamo deciso che i parchi Disney potevano attendere una mezza giornata in piu’.
Nel pomeriggio ci siamo avviati con l’ aiuto del navigatore satellitare che aveva ripreso a
funzionare al parco Animal kingdoom e dopo 50 minuti di fila alla biglietteria e
soprattutto dopo un salasso alla carta di credito ( 440 dollari 2 persone x 3 giorni) siamo
entrati nel parco.
Vi consiglio di prenotarli via internet sono molto piu’economici e soprattutto non fate
inutili file.
Il parco e’ molto bello magari pensavamo un po’ piu’ grande, in mezza giornata si visita
tranquillamente.
Un altro consiglio molto utile e’ di lasciare la macchina all’ hotel e usare le navette
gratuite per raggiungere i parchi anche xche’ ogni parcheggio vi costa 9 dollari e in genere
o si usa il trenino per raggiungere l’ ingresso ( con altra fila ) oppure si fanno 2 km a
piedi.
Abbiamo festeggiato l’ ultimo dell’ anno dormendo, non ci siamo svegliati neanche al rumore dei fuochi d’ artificio del vicino Magic Kingdom.
Per il primo dell’ anno siamo andati al parco principale Disney, e’ gia’la 3a volta che ci
andiamo ma e’ sempre piacevole sopratutto a differenza di Disneyland Paris non ci sono file
lunghissime per i giochi.
Il giorno seguente siamo tornati a Sea World e a distanza di qualche anno dalla nostra
ultima visita il parco e’ molto cambiato, ci sono nuove attrazioni tipo montagne russe e
divertimenti vari , i quali tolgono quella bellezza naturalistica che Sea World era un po’
di tempo fa’.
Il giorno seguente siamo andati a visitare Gatorland un parco dedicato agli alligatori
molto bello e soprattutto poco frequentato. nelle vicinanze del parco c’e International
Drive una strada molto lunga dove ci sono la maggior parte di attrazioni.
Un consiglio, se dovete andarci in macchina munitevi di un navigatore perche’ e’ molto
facile sbagliare strada.
Lasciamo Kissimmee non prima di aver cenato al Boston Lobster Feast che con 32 dollari puoi mangiare tutto quello che ti va dai crostacei alle aragoste del Maine e aver fatto shopping all’ outlet della Nike e della Levi’s.

Questa mattina siamo arrivati a Marco Island e fatto pranzo ci siamo avviati a cercare un
hotel. Nonostante sia il 2 di gennaio gli alberghi sono pienissimi e quelli in cui c’e posto
sono carissimi.
Decidiamo di avviarci verso Miami Beach e supportati alle perfezione dal navigatore siamo
arrivati al Days Inn a Collins avenue. Chiesto il prezzo (89 $ ) e la non proprio bella
posizione dell’ hotel decidiamo di avvicinarci alle Keys.
Appena usciti da Miami Beach abbiamo trovato un mega ingorgo sulla freeway che ci ha fatto perdere un paio d’ ore di cammino facendoci desistere dall’ intento di andare a dormire a Key largo.
Ci siamo fermati al Quality Inn a Florida City un gran bel motel stanza molto pulita,
spaziosa e soprattutto abbastanza a buon mercato 79 $ con la colazione.
Davanti a una bella bistecca da Dennys dove abbiamo fatto cena abbiamo deciso di rimanere 3 notti in questo motel, visto che e’proprio in mezzo a una zona commerciale piena di negozi e ristoranti e sulla strada per le Key’s.
La mattina siamo partiti per Key West, accompagnati da una bella giornata e soprattutto 28
gradi,lungo la strada ci sono tantissime cose da vedere dalle case sul mare alle spiaggie di
sabbia bianchissima.

Shopping a Key West e ritorno all’ hotel dopo oltre 500 km che si sono fatti sentire ,
infatti facciamo cena e andiamo a dormire.
La mattina abbiamo fatto shopping nei numerosi outlet vicino all’hotel e dopo siamo partiti
per Key Largo , un altra bella cittadina lungo le Key’s.
Visita all’ Theater of the sea un mini parco acquatico carino e soprattutto poco affollato.
In tarda serata nuova tranche di shopping ( jeans Levi’s 501 19,90 $ )
Ultimo giorno, decidiamo di fare un giro a Deco’District a Miami Beach nell’ attesa di
recarci all’ aeroporto. Troviamo posteggio proprio lungo la Deco’drive e ci affrettiamo a
fare una passeggiata Sulla bianchissima spiaggia di Miami Beach.

Deco’ drive e’ la via piu’ famosa e turistica di Miami beach, cercate di camminare sul lato
della spiaggia per non essere letteralmente rapiti dai P.R. dei locali che usano tutti gli
stratagemmi possibili e immaginabili per spillarvi i dollari.
Nel pomeriggio ci siamo avviati verso l’ aeroporto e dopo circa 11 ore siamo arrivati a casa stanchi e molto tristi per aver lasciato gli Usa ma ci torneremo molto presto.

Le mie considerazioni :
L’ hotel a Kissimmee (Days Inn Maingate ) non era il massimo, magari se avete intenzione di
fare un viaggio simile prenotate solo la prima notte poi decidete se restare o no.
La macchina che abbiamo preso un bel Gran Cherokee Laredo un po’ cara ma molto spaziosa.
I parchi Disney da fare tutti ma comprate i biglietti d’ ingresso su internet, questo vale
anche per Sea World.
Per il resto non vi e’ alcun problema.

http://www.vacanzeinamerica.net

Pin It
Tags:

Lascia un commento

Commenta con Facebook