Un morso alla grande mela

VENERDI’ 2 GIUGNO 2006

Il nostro viaggio inizia alle 4 del mattino, la strada e’ deserta l’eccitazione a mille passo a prendere il mio ragazzo (Andrea) e da Monza partiamo per Bologna da dove parte il nostro volo. Alle 6,30 siamo arrivati e abbiamo lasciato la macchina nel parcheggio, alle 7 siamo già in aeroporto, ora inizia la lunghissima attesa visto che il volo parte alle 11.40!!! siamo arrivati tanto in anticipo x’ temevamo ci fosse troppo traffico a partire dopo visto che era venerdì ed era festa. Il nostro volo e’ partito con più di un’ora di ritardo perchè l’equipaggio che arrivava da Malpensa era bloccato nel traffico!!! (non sono stati previdenti come noi!!)
Il volo e’ stato piacevolissimo, grazie anche agli schermi personali alla trasmissione di film etc e soprattutto molto tranquillo.
Arriviamo al jfk alle 16.00 ora locale e troviamo ny sotto un cielo nero e un forte temporale (oleee questo tempaccio purtroppo ci ha seguiti per quasi tutta la settimana!) scendiamo e a passo veloce (per essere i primi del nostro aereo) e ci dirigiamo ai controlli doganali, dopo una ventina di minuti di coda e’ il nostro turno, impronta degli indici, foto, e via a prendere i bagagli e poi dritti al grand transportation desk.
Pensavamo di raggiungere ny con la metro soprattutto x’ erano quasi le 5 e temevamo il traffico, ma la pioggia, la stanchezza ci ha fatto desistere e puntare sullo shuttle(35$ in due) pessima idea!!! siamo rimasti circa un’altra ora in aeroporto per caricare gli altri passeggeri, poi finalmente partiamo ma c’e’ un traffico impressionante andiamo quasi a passo d’uomo x’ e’ ora di punta, piove ed e’ venerdi!!! Sfiga delle sfighe siamo gli ultimi ad essere lasciati all’albergo!!.
Sono le 21.00 e finalmente siamo in hotel, abbiamo scelto il carlton arms hotel (www.carltonarms.com), un piccolo hotel economico, ci hanno fatto scegliere tra 3 camere abbiamo scelto la piu’ piccola ma si vedeva che era stata da poco ristrutturata i sanitari erano nuovi e puliti e alla fine possiamo dire di esserci trovati bene.
Ormai distrutti siamo crollati dal sonno senza nemmeno cena

SABATO 3 GIUGNO

Le nostre speranze che fosse solo un temporalone estivo diventano vane appena ci svegliamo sabato mattina! Il cielo e’ ancora tutto coperto e durante la giornata piovera’ ancora.
Ci dirigiamo alla subway e acquistiamo la metrocard settimanale (24 $ e corse illimitate in metro e in pullman). La metro anche se e’ un po’ vecchiotta e’ efficientissima e noi nonostante abbiamo camminato per infiniti chilometri l’abbiamo usata parecchio, per cui consiglio a tutti la metrocard settimanale, anche x’ una singola corsa costa 2 $. La metro per lo piu’ percorre quasi tutte le avenue, mentre i bus percorrono le street , molto comodi e frequenti anche questi.
Per la nostra prima colazione siamo stati da starbucks , poi abbiamo visitato la grand central station davvero molto bella ( fermatevi a guardare il soffitto) poi visto che comunque era troppo presto ci siamo fatti una lunga camminata, siamo arrivati al flatiron bulding, finalmente senza impalcature per la ristrutturazione! E’ veramente carino e particolare, e’ poi e’ il primo grattacielo (anche se ha solo 21 piani) ad essere stato costruito con la struttura in acciaio.
Abbiamo continuato la nostra camminata risalendo e fermandoci a bryant park…deserto a causa del tempo e poi alla public library, merita una visitina per la grande sala di consultazione con grandi vetrate vista in numerosi film.
Poi abbiamo iniziato la nostra passeggiata lungo la fifth avenue, seguendo bene o male l’itinerario della guida lonely, ci siamo fermati ad ammirare la st. Patrick cathedral, una cattedrale in stile gotico proprio in mezzo ai grattacieli, veramente bella, siamo anche entrati, c’e’ un organo grandissimo, peccato non averlo sentito! Poi ha ripreso a piovere abbiamo fatto una piccola svolta sulla 53 a vedere i 5 pezzi del muro di Berlino e poi ci siamo diretti al moma, sperando che una volta finita la visita al museo avesse smesso di piovere…illusi!!!.
Abbiamo fatto la nyc pass al costo di 63$ a testa che comprendeva l’ingresso al moma, all’osservatorio dell’empire, al museo di storia naturale, all’intrepid, al guggenheim e una crociera di 2 ore.
Il moma non ci ha entusiasmati piu’ di tanto, per fare qualche esempio un’opera chiamata the blue, era una tavolozza tutta dipinta di blu, cose cosi’ solo all’ultimo piano vi sono opere di Picasso, Van Gogh, Matisse, Cezanne, etc, abbiamo anche visto la scultura di Boccioni che e’ rappresentata sui nostri 20 centesimi.
La nostra giornata e’ continuata con la visita alla Trump tower, dove all’interno e’ presente una cascata! E la linea di abbigliamento di Donald Trump , abiti cuciti con filo d’oro!!! .
Dopo siamo stati da Tiffany a rifarci gli occhi, allo store nba, dove ho perso Andrea per una mezz’ora, al disney store, da fao schwartz, da macy’s e in altri negozi.
Infine siamo andati al museo di storia naturale, ma anche questo non ci e’ piaciuto granché, c’era anche una mostra dedicata a Darwin e 2 povere tartarughe gigante rinchiuse in una gabbia di plexiglas di 2 mt x 2! Cena con un trancio di pizza veloce e via a nanna.

DOMENICA 4 GIUGNO

Al mattino sveglia presto e via facciamo un salto a rockefeller centre, facciamo colazione da dean and deluca e assistiamo a un pezzo del today show, poi prendiamo la metro e ci dirigiamo ad Harem destinazione canaan babtist churc per assistere alla funzione religiosa con canti gospel, arriviamo alle 10,20 circa entriamo ci sono già un po’ di turisti, ci fanno lasciare giù lo zaino e ci danno dei moduli per votare la famiglia del mese!!!! Prima entrano e si accomodano tutti i fedeli e per ultimi fanno salire i turisti in quello che e’ una specie di cinema sotto in platea i fedeli e sopra in galleria i turisti, il coro e’ formato da almeno una ventina di persone c’e’ addirittura una signora che con il linguaggio dei segni traduce tutta la funzione! Dopo qualche canto il reverendo ha chiamato i vari turisti a seconda della nazionalità e ci ha pregato di alzarci in piedi, ci hanno applauditi e ringraziati di essere li con loro, poi ha fatto alzare tutte le persone che compivano gli anni nel mese di giugno e il coro ha cantato happy birthday. In seguito ci sono state tutta una serie di premiazioni, sono passati a ritirare l’offerta etc e dopo + di 1 ora noi abbiamo deciso di andare via per 3 motivi…non sapevamo quanto tempo sarebbe andato avanti, stavo passando per la seconda volta a ritirare l’offerta e poi avevamo l’aria condizionata sparata dritta sulle nostre teste…(devo dire che quando sono passati x la seconda volta con il cestino delle offerte c’e’ stata una fuga di turisti!!!) in ogni caso mi e’ piaciuto e consiglio a chiunque vada a ny di assistere a una di queste messe se non altro per sentire i cori…sono fantastici!!!
Un breve giretto all’harlem market e poi ci dirigiamo a Lincoln centre dove c’era anche un piccolo mercatino… il resto della giornata volevamo passarlo a central park ma il cielo minaccioso di pioggia ci ha fatto cambiare i nostri programmi, cosi’ abbiamo deciso di dedicarci ai quartieri soho, greenwich village, chelsea etc, a pranzo andiamo in un piccolo fast food a chelsea segnalato sulla lonely, dove mango un ottima insalata con pollo alla griglia e patatine dolci fritte! Molto buono, poi seguendo l’itinerario della lonely andiamo in cerca delle gallerie d’arte, la prima era chiusa x’ trasferita in un altro indirizzo la seconda era chiusa …penso x’ fosse domenica va bhe a questo punto decidiamo di rinunciare alle gallerie d’arte e ci dirigiamo nel village. Che dire a me e’ piaciuto molto pieno di localini e tantissimi giovani…bhe anche tanti sexy shop e negozi strani a dire il vero!!! Andiamo al Washington square garden e devo dire che mi e’ piaciuto proprio tanto, ci sono i giocatori di scacchi, baby sitter con i bambini, dog sitter e anche un punto attrezzato per i cani dove possono fare agility, musicisti, mimo, artisti di strada etc insomma ci siamo rimasti parecchio a guardarci intorno, seguendo la lonely e poi siamo andati a soho, una piccola tappa al bar 89, per bere un the freddo e soprattutto per vedere i bagni!!! Nominati anche nella lonely, infatti con la porta aperta sembra una semplice parete di vetro trasparente ma appena la porta viene chiusa diventano subito opachi!! Troppo carini..anche se ad essere sincera le ombre si vedevano cmq! A soho ci siamo persi a fare shopping per un paio d’ore!!! Abbiamo fatto un giretto anche dentro prada + che altro per dare un occhio alla location che prima era la sede del museo guggenheim. Camminando siamo arrivati a canal street e quindi a chinatown, qui tutte le insegne sono in cinese ( anche l’insegna del mc) e’ strapieno di negozi che vendono qualsiasi genere di erba e piante, frutta e verdura e tanti pescivendoli, infatti l’odore e la pulizia delle strade non e’ delle migliori, per la strada c’erano anche tantissime sedie per massaggio e negozi specializzati in manicure e unghie ( questi ci sono per tutta ny veramente!) in mezzo a chinatown ridotta ormai a una sola via c’e’ little italy, noi abbiamo avuto la fortuna di trovarla tutta in festa e di partecipare alla processione di s. antonio! A little italy ci sono transenne tricolori, lampioni tricolori, palazzi a tricolori, etc, per il resto ormai e’ composta da ristoranti e bar dai nomi italiani, cmq a noi e’ piaciuta molto.
Finito il nostro girettino siamo tornati al greenwich village in una pizzeria in via carminate Pizza 28, e’ una pizzeria italiana con forno a legna il proprietario si chiama salvatore e con la sua famiglia gestisce questa pizzeria da 3 generazioni, abbiamo mangiato un’ottima pizza con mozzarella di bufala ( importata direttamente dall’italia) e abbiamo scambiato 4 chiacchiere con salvatore e la sua famiglia…poi siamo tornati al nostro hotel….sotto il diluvio!!

LUNEDI 5 GIUGNO

E’ lunedì mattina ci svegliamo e il cielo e’ ancora nuvoloso, decidiamo di andare a vedere + da vicino il chrysler building ,di fare colazione e poi andare al museo guggheneim, appena arriviamo con la metro a grand central ci ritroviamo in una ny a noi sconosciuta i 2 giorni precedenti!
Un mare di gente! Donne e uomini con la 24 ore che corrono tutti come matti con in mano l’immancabile tazza di caffe’ oddio adesso si che capiamo qual’e’ il ritmo frenetico della citta’ anche le metro si animano, cantanti ballerini di break dance etc etc..tutti vanno di corsa e io e andrea rimaniamo imbambolati a fissare tutto!
Facciamo colazione in un piccolo locale verso grand central aspettando che si avvicini l’orario di apertura del guggheneim e finalmente …eccolo…ormai inaspettato!!! …UN RAGGIO DI SOLE!!!! Variazione di tutti i programmi dopo una colazione al volo con bagel with cheese (non vi perdete niente a non provarlo e’ un panino caldo con dentro una crema uguale al philadelphia) non ci facciamo scappare l’occasione e ci fondiamo all’empire state per godere della magnifica visuale dell’osservatorio posto all’86° piano, arriviamo nella hall e non ci sembra vero il cartello indica 10 min d’attesa per arrivare all’osservatorio, praticamente il tempo per i controlli di sicurezza ( metal detector controllo degli zaini) e ci siamo in meno di 1 minuto siamo arrivati all’86° piano e WOW che meraviglia!!! Dopo i primi 10 minuti di contemplazione iniziamo a seguire l’audioguida che spiga esattamente cosa si sta guardando e’ davvero tutto molto bello e interessante! Dopo piu’ di un’ora c’e’ tantissima gente abbiamo visto e sentito tutto e decidiamo di scendere… ora la coda e’ di 75 minuti!!! Siamo stati proprio fortunati!!
Come da programma gi dirigiamo al museo guggheneim esternamente purtroppo e’ in ristrutturazione per cui non possiamo ammirarne l’architettura esterna, dentro c’e’ un’esposizione di plastici foto disegni etc di opere architettoniche del mondo molto interessante, finita la nostra visita usciamo e ci dirigiamo verso central park considerando che ogni tanto c’e’ qualche barlume di sole abbiamo deciso di approfittarne, per pranzo ci facciamo gli ottimi hot dog dei baracchini e poi via alla scoperta del parco, seguiamo quasi per intero il percorso della guida, vi sono tantissimi scoiattoli alcuni grandi come gatti!! E non hanno per niente paura dell’uomo!.. vediamo l’obelisco il belvedere castle poi ci dirigiamo verso the lake e per 12 dollari noleggiamo una barca a remi per un romantico giro sul laghetto!! Ai bordi del lago abbiamo contato ben 4 coppie di sposi a fare le fotografie e tantissimi pittori, ammiriamo la fontana e poi ci rilassiamo un po’ a sheep meadow …. Infine ci dirigiamo verso strawberry fields dove c’e’ un mosaico in memoria di john lennon.
Sono gia’ le 17 e decidiamo di dirigerci sul molo della circe line per fare la crociera intorno a manhattan. Arriviamo e non c’e’ ancora nessuno l’ultima crociera della giornata parte alle 19, cosi’ nel frattempo ci gustiamo un favoloso frappuccino da starbucks! Davvero da provare!
Alle 19 siamo pronti x la crociera harbor lights che permette di vedere manhattan al tramonto in un modo veramente magico, e’ forse la cosa che mi ha + colpita di tutta la settimana, complice anche un tramonto arancio e rosa mascherato qua e la da nuvolosi neri…insomma le foto si sono sprecate..e’ stato magnifico!! Consiglio a chiunque si rechi a ny di fare questa crociera!! Vi consiglio cmq di arrivare un po’ prima, non perchè non si trovi posto ma per prendere i posti esterni che non sono tantissimi.
Finita la crociera con l’autobus siamo andati a times sq. Che dire sembra di essere gettati in un gigantesco flipper pieno di luci e suoni…i primi 5 minuti si rimane a bocca aperta a guardarsi intorno!! Ci sono insegne luminose ovunque, anche la stazione di polizia ha la sua insegna al neon fuxia e blu, riesco a fare anche una foto con un poliziotto davanti alla sua volante, giriamo in lungo e largo ci diamo un po’ allo shopping, mangiamo al volo e poi stremati torniamo al nostro hotel.

MARTEDI’ 6 GIUGNO

Sveglia prestissimo alle 8,45 c’e’ anche il sole fuori dalla finestra a darci il buongiorno wow!!! E ci dirigiamo a battery park dove con il battello andremo a visitare Liberty ed Ellis island.
La prenotazione l’abbiamo fatta dall’italia dal sito www.statuereservations.com scegliendo appositamente il primo battello per evitare code.
Tutto perfetto arriviamo a battery park da dove partono i battelli per liberty ed ellis e sulla dx troviamo il gabbiotto per la prenotazione on line che oltretutto comprende il pass gratuito per la visita del museo della statua della liberta’ e l’ingresso fino al piedistallo.
Ci imbarchiamo e il sole ci saluta (e’ stata solo un’illusione!! Mannaggia) in poco + di 15 min arriviamo a liberty island andiamo a ritirare l’audioguida e poi verso l’ingresso al piedistallo, dobbiamo lasciare lo zaino in un armadietto.. ma al posto del lucchetto o della combinazione si apre e chiude riconoscendo l’impronta dell’indice!!! Da non credere, entriamo in un tendone e facciamo la coda per i controlli di sicurezza qui + scrupolosi di qualsiasi altra parte, con l’ascensore arriviamo fino al museo della statua, c’e’ raccontata tutta la sua storia e c’e’ la spiegazione di come e’ stata costruita, piccolino ma interessante, arriviamo in cima al piedistallo e possiamo ammirare com’e’ fatta internamente… dall’11 sett non si puo’ salire oltre ma credo che non l’avrei fatto cmq dopo aver visto la scala a chiocciola da cui bisognava salire!!!
Dopo esserci soffermati qualche minuto a vedere lo skyline di manhattan dal piedistallo della statua torniamo giu’ anche x’ il vento soffia forte e l’aria e’ freddina!!! Immancabile foto sotto la statua e via con il battello verso ellis island, all’interno dell’edificio tutto ristrutturato in cui venivano portati gli immigrati non e’ rimasto molto per lo più fotografie etc cmq con l’audioguida e’ stato interessante sapere cosa succedeva una volta arrivati sull’isola, etc..senza audioguida sa di poco.
Ci rimbarchiamo e a mezzogiorno siamo di nuovo a battery park, troviamo anche questo parchetto molto animato, ci sono caricaturisti, clown etc.
Andiamo alla scoperta di lower manhattan sempre seguendo l’itinerario della nostra mitica guida! Una fermata per la foto di rito davanti a charging bull e poi dentro la city, e’ ora di pranzo e le strade sono affollatissime a ogni angolo sulle panchine ci sono i brokers a pranzo, arriviamo davanti alla Borsa e alla Federal hall attraversiamo wall st e poi arriviamo a wtc, che dire fa abbastanza effetto ormai soprattutto perche’ fuori dalle cancellate ci sono dei cartelloni che riportano quello che e’ successo, c’e’una lastra di marmo dove sono incisi tutti i nomi delle persone che sono morte a casua dell’attentato (our heros), e c’e’ una croce fatta con pezzi di lamiera recuperati dalle macerie, per non parlare della chiesetta st. paul chapel, li mi sono venuti i brividi.
Cmq un po’ mogetti dopo la visita a wtc andiamo un po’ a zonzo per lower manhattan e ci fermiamo in uno dei numerosissimi deli che ci sono a manhattan per pranzare (in genere era sui 6 dollari a libra qualsiasi cosa che c’era nel buffet caldo e freddo) ma noi optiamo per un panino caldo con pastrami! Da provare assolutamente!!!
Rigenerati dal pranzo decidiamo di dedicarci a un po’ di shopping cosi’ andiamo sa century 21, che dire tra molta fuffa abbiamo cmq trovato cose molto molto interessanti soprattutto per i bambini c’e’ tantissimo e ne ho approfittato per viziare un po’ il mio nipotino!!!
Usciti da li dopo una pausa per un altro frappuccino ci dirigiamo con la metro a brooklyn camminiamo un po’ lungo la promende aspettando che arrivi in tramonto e piano piano ci dirigiamo verso il mitico ponte per attraversarlo e tornare a manhattan, c’e’ una passatoia in legno per i pedoni e ciclisti , ci sediamo anche un po’ su una panchina sul ponte e stiamo li ad aspettare il tramonto abbracciati davanti allo skyline + famoso al mondo wow!
Sono quasi le 21 quando arriviamo e decidiamo di dirigerci verso pier17 e south street seaport un molo che vedevamo bene dal ponte con negozi ristoranti etc, dopo una bella camminata arriviamo ma orami e’ quasi tutto chiuso anche al secondo piano dove ci sono tantissimi take away di qualsiasi tipo e’ quasi tutto chiuso ci fermiamo ancora un momento sul molo ad ammirare il ponte illuminato di notte e poi un’altra bella camminata alla fermata della metro che da qui non e’ vicina! Stanchissimi e affamati optiamo per il mc vicino al nostro hotel..una bella insalatona non condita!! Si x’ loro non sanno cosa sia olio e aceto e propinano sempre strane salsine che ho preferito evitare e poi dritti a nanna…ormai ci stiamo abituando alle camminate chilometriche le gambe non fanno nemmeno + male!

MERCOLEDI’ 7 GIUGNO

Ci svegliamo ed e’ sempre peggio acqua e vento forte!!
Decidiamo di farci una bella colazione all’americana senza farci mancare proprio niente entriamo in un locale tipo film e ordiniamo uova e bacon, french tost con marmellata d’uva pancakes con sciroppo d’acero e caffe’!!
Usciamo da li con un mattoncino nello stomaco con + voglia di tornare a dormire che non di girare, ora piove molto di meno e anche se non sara’ come ce lo eravamo immaginato decidiamo di fare un salto a coney island, con la metro in 45 min circa siamo arrivati…ovviamente non c’e’ nessuno!! Ole’ vediamo Nathans che vanta di essere il locale dove sono stati inventati gli hot dog e dove il 4 luglio si tiene la gara di mangiatori di hot dog, ma dopo la nostra colazione non abbiamo il coraggio di provarli! E tiriamo dritto fino al lungo mare… incontriamo un’altra coppia di turisti ci salutiamo ridendo ci siamo solo noi, i bagnini, la pioggia e il vento!
La ruota panoramica, the ciclone etc …è tutto spento…ci viene in mente di andare a visitare l’acquario ma ci sono le scuole e una coda infinita per cui facciamo solo una passeggiata…che dire secondo me deve essere bellissimo andarci in una bella giornata di sole..peccato cmq sono contenta di averci fatto un saltino, torniamo a manhattan pranziamo e poi decidiamo di dedicarci ancora un po’ allo shopping visto che non si può proprio stare fuori il vento e’ fortissimo addirittura mi si rompe l’ombrello!!!
Il tempo di comprare gli ultimi souvenir con la malinconia nel cuore consci che la nostra vacanza a ny sta gia’ per finire… cmq x i souvenir troverete tantissimi negozietti il + economico che ho trovato e’ sulla 5 av qualche street prima dell’empire, sempre sul lato dell’empire..vi consiglio di andare li, tanto bene o male vendono le stesse cose ovunque almeno li risparmiate qualcosa.
Ci imbuchiamo per l’ultimo giro da macy e poi in hotel per prepararci alla nostra ultima seratina a ny. Breve sosta da toys “r” us a times sq che non eravamo riusciti a vedere.. (al suo interno c’e’ addirittura una ruota panoramica per i bambini!) e poi ci dirigiamo al rodeo bar (www.rodeobar.com) un locale vicino al nostro hotel sulla 3 av . Ci siamo trovati molto bene locale carino, si siamo fatti una bella bisteccona corredata da patatine fritte e poi dalle 22 c’era musica dal vivo, davvero il modo migliore di finire la nostra vacanza!
Torniamo in hotel e’ il momento di chiudere le valigie.
GIOVEDI’ 8 GIUGNO

Ci svegliamo e il tempo e’ ancora brutto come il giorno prima, e’ proprio destino che non vedessimo mai il sole in questa settimana!!
Abbiamo ancora qualche oretta a disposizione una veloce colazione e via ci dirigiamo verso l’intrepid ..la portaerei militare adesso adibita a museo, ci sono parecchi aerei tra cui 1 aereo delle frecce tricolori un concorde ed e’ anche possibile visitare un sottomarino, finita la nostra visita facciamo ancora un ultimo saltino a times sq e io riesco a comprare ancora l’ennesimo souvenir!!
Torniamo in albergo a recuperare le nostre valigie ed e’ proprio finita prendiamo la metro per l’ultima volta destinazione jamaica station, e’ comodissimo raggiungere il jfk con la metro lo consiglio a tutti, dalla metro si prende direttamente l’air train ci sono anche delle ragazze che aiutano a fare i biglietti e l’air train lascia direttamente al terminal, arrivati in aeroporto abbiamo subito fatto il check in (ci hanno fatto molto + controlli a bologna! Eravamo preoccupatissimi e invece ce la siamo sbrigati in un attimo!) il nostro volo e’ partito in orario ny ci ha salutati con il solito tempo uggioso che ci ha accompagnati per tutta la settimana…meglio cosi’ se ci fosse stato bel tempo al momento della partenza credo che mi sarei rifiutata di salire sull’aereo.
Cos’altro aggiungere e’ stata la realizzazione di un sogno nonostante il tempo e’ stato tutto magnifico un viaggio memorabile e ora stiamo gia’ pensando a quando tornarci!!! Per qualsiasi informazione contattateci pure all’indirizzo [EMAIL=mafel@mafel.com]mafel@mafel.com[/EMAIL]. Un saluto Chiara e Andrea

Pin It
Tags:

Lascia un commento

Commenta con Facebook