Mar Rosso 10 anni dopo

Mar Rosso 10 anni dopo.

E’ finita la scuola, si parte, 1 Trolley a testa e partiamo verso Fiumicino, è finita l’era delle vacanze in case in affitto fai da te sulle spiagge italiane, mio figlio ormai ha otto anni è cresciuto mangia tutto…o quasi … e siamo stufi di partire con la station wagon carica di bagagli vettovaglie materassini secchielli e palette cibarie tovaglie e biancheria, e ogni ben di Dio che solo per scaricarla perdi un giorno di vacanza.
Partiamo diretti a Nabq Mar Rosso, in villaggio All inclusive per 15 giorni, la mia sola preoccupazione sarà quale sdraio scegliere per godermi una vacanza in assoluto relax.

Abbiamo scelto il Tamra Beach Resort di Eden Viaggi. Nuovissima struttura gestione e clientela esclusivamente italiana.

Arriviamo al villaggio di notte ci accoglie un vento caldo che scuote le palme e il rumore del mare che si infrange sul Reef.
Facciamo un giro nel villaggio i vialetti sono tutti illuminati sembra il paese di Aladino.
Abbiamo la camera nel blocco 7000, il migliore proprio davanti alla spiaggia e ad una bellissima piscina.
Al risveglio troviamo nella sala ristorante una super colazione c’è l’imbarazzo della scelta da dove comincio????
Mangio di tutto ed è tutto buonissimo, ma chi li fa questi dolcetti così fragranti e profumati???!!!
Andiamo in spiaggia ma tira ancora un vento fortissimo e il mare è super agitato.
Ma io me lo ricordavo come un mare tranquillo sempre piatto da dove vengono tutte queste onde??
Facciamo un sopralluogo al pontile, impossibile utilizzarlo per arrivare alla barriera mancano gli ultimi metri dicono che una mareggiata se li è portati via. In ogni caso sarebbe da suicidio entrare in acqua tanto è mosso.
Trascorriamo i primi due giorni a bordo piscina, mio figlio sta in acqua per tutto il giorno fa amicizia con altri bambini il villaggio è pieno di bambini della sua età.
Poi si calma il vento e rivedo finalmente il mio amato Mar rosso, come lo ricordavo: accogliente caldo e spettacolare, faccio fatica ad entrare in acqua per la mancanza del pontile, all’inizio protesto con l’assistente, chiedo di poter avere tramite loro il permesso di utilizzare il pontile dei villaggi adiacenti, cerco di corrompere i guardiani con qualche mancia, ma niente da fare veniamo gentilmente allontanati.
Beh non posso mica rovinarmi la vacanza per un pontile.
Del resto dieci anni fa, quando siamo venuti io e mio marito, qui non c’era nulla solo deserto e mare, prendevamo un taxi e ci facevamo accompagnare nei posti più sperduti per fare snorkelling, bisognava faticare per arrivare alla barriera e qualche scorticatura alle ginocchia era in preventivo. Faccio finta di essere tornata indietro di dieci anni e con pazienza facendo attenzione entriamo in acqua e anche mio figlio dovrà imparare, il mar Rosso è così ti devi adattare non si può avere tutto dalla vita, se cercavamo il mare comodo saremmo andati a Riccione, ma quello è mare???
Lo spettacolo sott’acqua è come lo ricordavo, è pieno di pesci mio figlio ha già imparato tutti i loro nomi, misure peso grandezza max. grazie all’opuscolo illustrato che gli ho comprato. Vedo dei pesci Napoleoni enormi, uno spalanca la sua bocca proprio mentre passa indolente sotto di me, mi ritrovo a nuotare in mezzo ad un branco di calamari , poi vedo dei tonni giganti e … due piccoli squali .. che nuotano uno di fianco all’altro.
Facciamo l’escursione in barca a Ras Mohamed e mio figlio fa il battesimo del Mare, lo portano sott’acqua con la bombola più grande di lui e noi da sopra che lo seguiamo e lo vediamo scendere nel blu, gli fanno le riprese avrò un dvd ricordo da portare a casa, avrei pagato qualsiasi cifra per averlo, sono bastati 50 euro.
E’ vero sono 100.000 lire del vecchio conio ma chi se ne frega!! Dura venti minuti ma sono venti minuti della sua vita speciali, se penso che lo scorso anno a Giannutri non voleva fare il bagno perché l’acqua era “salata”!!!???
Le giornate al Tamra trascorrono tra relax, snorkelling e pasti super abbondanti, snack a tutte le ore c’è pure la pizza cotta nel forno a legna ogni mattina al bar della spiaggia, mitico!!!
Al pomeriggio crepès con nutella, anguria gelato … ma basta magiare c’è pure la cena… io pensavo di approfittare per dimagrire…
Gli ultimi giorni infatti saltiamo il pranzo rimaniamo con la ns. pizza in piscina a quell’ora è tutta per noi, ci facciamo una dormitina sotto l’ombrellone fino alle 16 quando gli animatori risvegliano tutti con la loro sigla…” Esperti in emozioni …. La la la . fantastiche sensazioni .. la la la”
Ma la sera non si può rinunciare alla sala ristorante, ogni sera c’è una novità aperitivo in piscina, barbecue all’aperto, cena in terrazza, cena egiziana, cena al parco giochi per i bambini, mi sento una principessa, mi aprono pure la porta quando entro in ristorante, altro che vacanze in affitto!! Ma come sono gentili questi ragazzi egiziani, sorridono tutti, educati rispettosi, gentili e premurosi.
La ns. camera è sempre in ordine, il primo giorno avevo lasciato tutto in disordine e mi ritrovo tutti i miei oggetti rigorosamente riposti, persino gli accendini erano stati allineati uno di seguito all’altro !!!!
“Ma dai Farouq, non perdere tempo con queste cose!!!” dico al ns. room boy ma lui niente da fare oltre a farmi trovare sul letto le più svariate composizioni fatte con gli asciugamani deve assolutamente riporre tutto al posto giusto … è un maniaco dell’ordine!!! Risultato la mattina prima di uscire mi tocca riordinare la stanza se non voglio far perdere tempo a lui, poveretto lavora 12 ore al giorno per 70 euro al mese!!!
Andiamo in barca all’isola di Tiran che emozione sentirsi trascinare dalla corrente nello stretto davanti al relitto, ma tranquilli non c’è pericolo ti riacchiappano dalla barca se ti allontani.
Mio figlio è di nuovo sott’acqua con l’istruttore e la bombola più grande di lui, stavolta non riesco a seguirlo da sopra lo vedo scendere e poi riemergere dopo mezz’ora in mezzo alla laguna.
“Complimenti è un piccolo sub” ci dice l’istruttore e io piango di gioia pensando ai suoi pianti sul bordo della piscina durante i primi corsi di nuoto.

Vorrei uscire dal villaggio fare escursioni nell’entroterra tornare a vedere il deserto e rotolarmi sulle dune di sabbia come ho fatto dieci anni fa, andare al Blu Hole, tornare a Dahab a comprare un tappeto …prendere un taxi e farmi portare in posti sperduti sconosciuti alla maggioranza dei turisti ….ma ho paura…..una paura che 10 anni fa non avevo, che nessuno di noi aveva vistando questi posti, così meravigliosi e così speciali alla portata di tutte le tasche e a così poche ore di volo.
Mi viene da piangere adesso pensando alla cammellata che non ho fatto, allo shopping nei mercatini che mi sono negata, alla folla di Naama Bay di cui non ho fatto parte ….per paura ….e sapete di quale paura parlo.
Ora tornata a casa dico che sono stata una sciocca e che l’Egitto e gli egiziani, non meritano questo, perché sono un popolo meraviglioso abitanti di un posto meraviglioso.
Non so se qualcuno leggerà queste mie parole ma spero che siate in tanti per scommettere che nessuno tra tanti viaggiatori potrà indicarmi un mare più bello del Mar Rosso.

Mio figlio sull’aereo tornando a casa ci ha detto “Grazie per avermi portato in questo posto, ci torniamo il prossimo anno????”

“Si tesoro” gli ho risposto.
Mentre dal finistrino vedevo le Piramidi.
Chissà se l’anno prossimo la mia paura sarà ancora così grande da non permettermi di andare a vederle.???

Pin It
Tags:

Ci sono 2 commenti su “Mar Rosso 10 anni dopo

  1. :ok: Bellissimo! Tutti mi prendevano per pazzo ma il Mar Rosso ti droga. Quando ci vai una volta rimani folgorato. Ora tutti dopo essere stati una volta vogliono ritornare. Il tuo racconto mi ha emozionato perche’ ho rivissuto il mio ultimo viaggio con mio figlio di 10 anni fatto ad aprile dello scorso anno , proprio il giorno dell’attentato a dahab. Vedere il pargolo sguazzare in acqua e gridare il nome di tutti i pesci è una gioia immensa. Per quanto riguarda la paura io rimango del parere che tutto il mondo è paese, non sei mai al sicuro . Bisogna godersi la vita per quello che ti offre , e il Mar Rosso è una goduria. A Sharm vado dal 1993 è ho visto l’evolversi del territorio con le costruzioni di hotel e locali. Comunque il mare è sempre favoloso. Ciao … :ok:

Lascia un commento

Commenta con Facebook