Kenya un esperienza indimenticabile

KENYA Settembre 2006
Una vacanza che ha per sempre cambiato la mia idea di turista/viaggiatore.

A Malpensa, in attesa del volo che ci portera’ a Mombasa, meta scelta dal mio ragazzo, ma viaggio organizzato tutto da me…..ripenso al poco aiuto ricevuto dalle persone che ho contattato via internet per avere informazioni per organizzare la vacanza, ma comunque ho compiuto al meglio il mio “lavoro”

Al solito Luca mi fa’ arrivare in aeroporto con 4 ore d’anticipo….. io che odio le attese!
Al banco del Check In scambiamo due chiacchere con una coppia di Bolzano anche loro diretti a Malindi.
Noi soggiorneremo in hotel mentre loro, grazie alle informazioni avute tramite una ragazza conosciuta su internet soggiorneranno a casa sua.
A questo punto mi convinco sempre di piu’ di essere antipatica alla Rete internet, io che ho contattato il mondo non sono riuscita ad avere neanche l’informazione piu’ semplice, lei….. ha organizzato un intero viaggio!
Neanche a dirlo chiediamo posti vicini in aereo e per tutto il volo, insieme ai nostri due nuovi amici decidiamo di fare escursioni e safari insieme!

L’alba vista dall’ aereo e’ spettacolare, la cima del Kilimanjaro…. I nuvoloni in cui entriamo poco prima di atterrare a Mombasa non ci fanno certo sperare in una giornata di sole….
Infatti appena aperto il portellone oltre all’ afa c’e’ ad aspettarci un bell’ acquazzone tropicale.
Non appena entriamo nella sala del controllo passaporti… smette di piovere ( ma ricominciera’ non appena metteremo il naso fuori dal terminal…..)

Ad attenderci in aeroporto c’e il rappresentante del tour operator con cui abbiamo prenotato il viaggio, mentre ad attendere P& G c’e un autista mandato dalla loro ormai amica “di lunga data”.

Saliamo sui rispettivi mezzi senza prima aver fatto appuntamento per la sera. Finalmente conosceremo anche noi *****( abbiamo cosi’ soprannominato la ragazza che ha cambiato x sempre la ns idea di vacanza).

La strada che porta da Mombasa a Malindi e’ davvero in condizioni terribili, buche grandi come crateri e nonostante questo i pulmini di trasporto locale e i camion che incontriamo corrono come matti!

Arriviamo finalmente per l’ora di pranzo al ns hotel, camere semplici, ma pulite un po’ buie ma….. alla fine le useremo solamente per dormire.

Dopo una bella doccia ci fiondiamo in spiaggia e qui……………tanta sabbia e poca acqua! Abbiamo trovato la bassa marea, ma non ci lasciamo scoraggiare, via la ns prima camminata sulla barriera…… io previdente mi ero riempita di crema, ma Luca no……… se ne pentira’ stasera!

Pranzo e poi via un meritato riposino fino alle 17 quando dopo una buona tazza di tea Kenyota usciamo per andare ad incontrarci con i ns amici P & G.

Caso vuole…………..il loro appartamento e’ a soli 200 metri dal ns hotel!

Finalmente conosciamo di persona ***** e come ci eravamo imaginati si e’ rivelata . oltre che simpatica molto utile e preparata.in poche parole…. Insostituibile!

Davanti ad un buon caffe’decidiamo fissiamo i gg i cui fare iol safari e le escursioni

Rientriamo in hotel x cena, ma la mattina dopo alle 8 siamo gia’ di nuovo a casa di P & G…. durante tutta la settimana di soggiorno passeremo piu’ tempo nella veranda del loro appartamento che nel ns hotel…..
P & G sono dei dormiglioni e ci lasciano senza caffe’ fino alle 9!!!!!!!!!!!!!!!!
Poi via prendiamo un tuk tuk e ci facciamo scarrozzare per Malindi… fabbrica del legno, negozietti dei sarti e bancarelle sulla spiaggia, io come al solito ho la nomea di spendacciona, ma chi tra noi 4 ha acquistato di piu’?? LUCA… e gia’ si e’ portato via meza malindi………

Pranzo in ristorantino locale a base di riso al cocco, pollo alla griglia e ottimi fagioli con sughetto.

Nel pomeriggio decidiamo di andare al mare e questa volta finalmente becchiamo l’alta marea!

Domani si parte per il safari, quindi stasera a nanna presto!

AIUTOOOO ci siamo svegliati alle 5 per partire alle 6….
Ok vorra’ dire che per qualche ora saro’ di poca compagnia… mi limitero’ a nscondermi dietro gli occhiali scuri!

Ragazzi che spettacolo la strada che da Malindi porta al Parco dello Tsavo est!
Arriviamo al cancello del Parco alle 8 e i primi animali che avvistiamo sono Elefanti e coccodrilli che sguazzano nel fiume.

Iniziamo il ns safari fotografico all’ interno dello Tsavo est, panorami mozzafiato, animali in quantita’ e prima di pranzo assistiamo anche ad una scena di caccia dei leoni, noi tutti facevano “il tifo” per la piccola gazzella, ma inutile dire che il leone ha avuto la meglio!

Non so’ bene come mai ma nessuno di noi 4 a pranzo ha mangiato carne……….

Anche qui, in mezzo alla savana siamo riusciti ad abbuffarci, quindi dopo pranzo pausa di relax obbligatoria.
Riprendiamo il safari nel pomeriggio e ci dirigiamo verso le cascate Lugards dove faremo un piccolo safari a piedi.
Tramonto rosso fuoco e via di corsa al campo ( siamo come al solito in ritardo… ma stavolta x colpa mia),doccia, aperitivo davanti al fuoco e dopo cena….. . sdraiati in mezzo al prato davanti al ristorante ad ammirare il cielo stellato fino a mezzanotte!

La mattina dopo, sveglia all’ alba… via si va’ al Parco dello Tsavo ovest……..bello bellissimo soprattutto perche’ in questo parco abbiamo finalmente visto il leopardo…
Lodge bello da paura e altra stellata nel dopo cena.

AIUTO se mi svegliano un’altra mattina alle 5 urlo……….ma oggi non mi pesa l’alzataccia, andiamo ad Amboseli ad “INCONTRARE” il Kilimanjaro.
Amboseli e’ il parco che personalmente ho preferito, rigagnoli d’acqua dappertutto, animali in branchi, lo sfondo del Kilimanjaro ….. e poi vuoi mettere festeggiare il compleanno in mezzo alla savana?
Ho cambiato idea.. svegliatemi pure tutte le mattine alle 5 ma fatemi stare in savana…. Invece no!
sveglia alle 5… piccolo safari fino a MZIMA SPRING e poi via si riprende la strada x Malindi.

Rientriamo a Malindi verso le 17, doccia e ci rivedremo con P & G per una cena a base di pesce in un ristorantino di Malindi.

Nanna presto, e domani giornata completa di relax in spiaggia.

Serata in giro per Malindi.

Oggi andremo con ****** a fare un giro nei villaggi, *******aveva raccolto medicinali, abbigliamento, e contante , lasciato da alcune persone che precedentemente avevano soggiornato da lei x acquistare generi alimentari .

Carichiamo il pulmino e via all’ orfanotrofio, in mezzo ai villaggi a distribuire il tutto ***** ci racconta che oltre a queste distribuzioni “saltuarie” segue l’istruzione di alcuni bimbi per conto di alcune persone che stanno in Italia.
Andiamo a conoscere uno di questi bimbi, H., appena arriviamo ecco il piccolo che corre incontro alla ns amica e gli si butta letteralmente in braccio e non la molla piu’.
Ovviamente abbiamo tenuto da parte un po’ di generi alimentari per la famiglia presso cui vive il piccolo, ma per lui non c’e nulla solo un po’ di coccole, il solletico sul pancino e tanti sorrisi che ***** gli regala.
E’ una scena dolcissima.

Rientriamo a Malindi con negli occhi i visi dei bimbi con cui abbiamo passato la giornata, lasciamo ***** a casa, lei moglie e mama e’ piu’ impegnata di noi… quindi ora e’ ora di far fare i compiti al suo piccolo e preparare cena x la famiglia!

Noi con P & G decidiamo di cenare a casa con loro, accendiamo la griglia e ci facciamo sfrigolare un pescione comprato in mattinata sulla spiaggia direttamente dal pescatore.

Durante la cena, l’argomento di discussione e’ stato solo ed esclusivamente l’impegno sociale in cui ***** e’ impegnata, nel nostro piccolo vorremo darLe una mano, ma come?
Semplice, facciamo una colletta e decidiamo di acquistare altri generi alimentari di base che domani distribuiremo e domani chiederemo se per caso anche per noi fosse possibile seguire l’istruzione di 2 bimbi.
Non riusciamo ad aspettare domani…. Attraversiamo il giardino e bussiamo alla porta della casa di ***** ( per fortuna non e’ una che dorme presto…) le esponiamo i ns progetti di fare qualcosa con lei e soprattutto del fatto che vorremo dare l’opportunita’ ad altri 2 bimbi di entrare a fare parte della sua ormai estesa famiglia…..
Gli ultimi gg di vacanza li passiamo tra mattinate in spiaggia e pomeriggi nei villaggi, ultimo giretto a Malindi e 2 gg prima della partenza ***** ci fa’ conoscere i ns bimbi A di 9 anni .& P di 6…. ragazzi che emozione,
***** spiega ai bimbi ( che lei gia’ conosce da tempo) chi siamo noi, e quando viene loro detto che potranno andare a scuola….. oddio non dimentichero’ mai la loro espressione.
Siamo andati con loro a comprare le uniformi, a fare l’iscrizione a scuola, a comprare le cartelle i quaderni etc….esperienza indimenticabile, come indimenticabile e’ stato il momento dei saluti, noi impacciatissimi non sapevano come comportarci con i bimbi.. li abbracciamo ( no forse troppo presto non siamo in confidenza) gli diciamo kwaheri e basta????? Come al solito la situazione l’hanno sbrogliata i bimbi con la loro spontaneita’ un grazie , una stretta di mano e poi magari un ripensamento e sono tornati indietro, per darci un bacino ……………..mi son sentita le gambe come gelatina e le lacrime trattenute cosi’ a lungo hanno potuto finalmente essere versate.
L’ultima sera l’abbiamo passata insieme ***** a casa sua a far progetti per un ns imminente ritorno, ora il Kenya per noi non e’ piu’ una meta turistica, 1 parte della ns famiglia e’ qui, non sto’ parlando solo di A & P ma sto’ anche parlando dell’ amicizia nata con P & G e con ***** e la sua famiglia.
Aspettateci amici….. torneremo molto presto!
Susanna V.

Pin It
Tags:

Lascia un commento

Commenta con Facebook