Fuerteventura – Un’isola da visitare tutta

Viaggio dal 4/9/2006 al 18/9/2006
Soggiorno presso il Costa Calma Beach Resort

Che dire, mi sono trovato più che bene…sono state due settimane di relax, cibo, spiaggia e sole…ottimo!

Ma ora dai, andiamo per gradi con i commenti:

Assistenza Alpitour
Più che buona. Le ragazze dell’assistenza erano sempre disponibili, cordiali e rispondevano alle domande in modo chiaro.
Ora non ricordo gli orari, ma le trovate nella parte Nautilus, nella hall, sui tavoli a destra.

Il viaggio, l’arrivo e il ritorno
Il viaggio è andato più che bene. Abbiamo volato con la Neos…all’andata c’è stato un piccolissimo ritardo (tipo 15min) perchè si doveva aspettare alcune persone provenienti da Bologna che avevano trovato traffico…al ritorno invece puntuali come un orologio svizzero, alle 13.10 (ora indicata sul biglietto come partenza), l’aereo ha staccato terra…impressionante come puntualità.
Sull’aereo le hostes erano cortesi e disponibili…in tutte e due le tratte hanno servito il pasto, più che buono (pasticcio, insalatina, formaggino, dolce, pane, creaker e da bere), consueta vendita di sigarette/profumi…e cioccolatino all’atterraggio. Al ritorno hanno distribuito anche copie gratuite dei quotidiani italiani…
Durante il viaggio hanno trasmesso dei corti di Paolo Belli sul mondo della neos…nulla di che, ma tenevano impegnati…e ogni tanto appariva la rotta percorsa con i dati sul volo.

All’arrivo a fuertevenutara abbiamo trovato l’assistenza che c’è diretto verso gli autobus per dirigerci all’hotel
Arrivati in Costa Calma però abbiamo trovato tutto spento. Sì, era saltata la corrente in tutta la zona…eheh, tutto al buio, solo piccole luci d’emergenza accese.
Poi, dopo un 10minuti riappare la luce…e in due e due quattro depositiamo le valice in una stanza vicino alla recepcion, facciamo le pratiche per avere il braccialetto dell’allinclusive, e ci dirigiamo al ristorante “Tindaya” dove mangiamo il primo pasto.
Finito il desinare, ci viene consegnata la chiave della stanza, una mappa dell’hotel per trovare la stanza e via, verso la camera.

L’Hotel e la camera
L’hotel come già detto da molti è diviso in 2 strutture principali, il Resort e il Nautilus…il primo più nuovo e enorme, il secondo più piccolino. Le due strutture sono attaccate, veramente vicine, c’è un corridoio che le unisce.
Da quello che ho potuto vedere e giudicare (e secondo i miei gusti ovviamente), il Nautilus è decisamente meglio, le camere sono praticamente uguali, i servizi pure e è popolato per la maggior parte da italiani.
Nel complesso possiamo trovare 2 piscine principali, una dalla parte del Nautilus e una all’interno della U formata dal Resort (tutte e due hanno una piscina per bambini). Al centro della piscina del Resort c’è un Bar che fa servizio bevante esclusivamente, mantre vicino alla piscina del Nautilus c’è uno dei due Snack-Bar (La Cabana); il secondo lo si trova in prossimità della spiaggia (La Choza), tutti e due offrono bevande (alcoliche e non) e spuntini durante tutto il giorno.
Poi vi sono altri due bar, quello all’interno del Nautilus (Cofete) e quello all’interno del Resort (Garbi). Sostanzialmente il primo fa servizio solo serale, mentre il secondo durante tutto l’arco della giornata.
In fine i ristoranti: il Tindaya (ristorante principale) dove è possibile fare colazione, pranzo e cena e il Ristorante Italiano (presente all’interno del Nautilus) dove è possibile fare colazione e la cena su prenotazione.
Piccola nota sulle cene su prenotazione: sono di due tipi: quella italiana e quella spagnola. Quella italiana si svolge al Nautilus, quella spagnola si svolge al Sunrisa Beach Hotel Crystal (a poca distanza da dove alloggiamo). In tutti e due i casi è obbligatoria la prenotazione presso la recepcion e potete andre quante volte volete…il cibo è compreso nella formula AllInclusive, le bevande no, quelle sono a pagamento (es. acqua 50cl a 1.80€, vino 50cl a 5€ se non ricordo male). In merito a quella spagnola dovreste trovare in camera un deplian che vi illustra i menu (sono 3 per 3serate differenti) mantre per quello italiano lo trovate appeso fuori dal ristorante.
Le camere sono spaziose, un letto matrimoniale (sono 2singoli affiancati), un armadio spazioso, divano che diventa letto, angolo tv/frigo, bagno con ampio pianale, vasca/doccia e wc (non c’è il Bidet!!!!), e balconcino con tavolino e sedie.
Noi eravamo alla 209…vista “palme” e mezzo mare…sempre pulita regolarmente, se gli asciugamani venivano lasciati nella vasca venivano cambiati, lenzuola cambiate ogni 2giorni…
Animali/Insetti: per quanto riguarda gli scarafaggi, tanto decantati da alcuni, noi li abbiamo visti solo una sera mentre eravamo fuori dal nautilus a bere qualcosa…ma per il resto mai visti all’interno delle strutture e nei giardini…
Cosa che invece abbiamo visto tutti i giorni sono i gatti! (ne ho contato uno nero, 2carota,2a macchie bianche e nere, 3maculati e un siamese) tutti che girano per i giardini e se vi avvicinate si fanno coccolare in modo assurdo.
Se poi volete lasciar loro del cibo fatelo nell’apposito spazio…ossia, dal camminamento che va dalla piscina del nautilus verso quella del resort, poco prima d’arrivare a questa, sulla destra c’è un piccolo giardino dove potrete trovare il “Cat-Caffe”, una piccola struttura adibita ai gatti…lì ho visto ciotole con quintali di crocchette…
Qui, la sera ho trovato anche 2ricci che giravano…
Poi c’erano alcune mosche, ma nulla di che…
Altri insetti/animali non ve ne erano.

Il Cibo
Come descritto nel deplian dell’alpitour è internazionale.
A colazione trovate di tutto, brioches, yogurt, uova, pancetta (io facevo scorta di creapes e le farcivo con nutella o marmellata…una delizia!).
A pranzo/cena potrete trovare sempre verdure e frutta, così come gelato (la maggior parte delle volte sciolto sotto le luci), dolci, patatine fritte, pesce e carne alla piastra (questi cucinati sotto i vostri occhi). La sera c’è anche l’angolo italiano dove troverete pasta, pizza, verdure ai ferri e altro…ci sono anche le zuppe…e degli strani impasti di verdure/uova/pesce amalgamate con salse varie (i tedeschi ne vanno pazzi)…
Si mangia bene…anche se ho sentito alcune persone lamentarsi della poca scelta e che hanno fatto la settimana a mangiare solo patatine…boh, io continuavo a cambiare il menu e ho sempre mangiato bene e a volontà.
La sera ci sono due turni per mangiare e non ho trovato differenze (visto che una volta siamo andati al primo)…camerieri sempre gentili, tavoli puliti.
Ogni tanto finivano i bicchieri ma venivano sostituiti con quelli di plastica…così come per i tovaglioli…ma cose irrisorie…
[PS: vi sconsiglio vivamente di prendere i wurstel…sono pessimi, questi sì]

Animazione
I ragazzi dell’animazione sono stati bravi…ma qui più di tanto non posso dire visto che vivevo in spiaggia e in hotel ci stavo poco…

Spiaggia/Mare
La spiaggia antistante l’hotel è principalmente composta di sassi/scoglio…lo noterete benissimo quando c’è la bassa marea…
Se volete potete stare nella zona ombrelloni (e non mi pareva fosse a pagamento) oppure spostarvi nella zona non coperta da questi.
Noi ci sistemavamo spesso in uno spiazzo di sabbia appena a sinistra, dopo essere scesi in spiaggia…si stava bene, c’eravamo noi e basta (qui a sinistra troverete anche 2 “piscine” per ripararvi dal vento…sono delle protezioni fatte di sassi a forma i U/O che troverete sparse su tutte le spiagge…
Altrimenti,se volete solo sabbia, è sufficente che vi spostiate verso destra, nel giro di 6-7minuti di camminata lenta arrivate ad una spiaggia di sola sabbia.
Se invece avete tempo e voglia, in 1oretta poco più di cammino arrivate alla spiaggia di Sotavento (sempre andando verso destra).
Il mare comunque è ovunque cristallino e pieno di pesci (ogni tanto potrete notare alcuni di questi che saltano fuori dall’acqua…questo perchè sicuramente lì ci sarà un barracuda che sta pranzando! e questo tipo di pesce lo potrete notare sicuramente perchè è notevolmente più lungo dei normali pescietti).
Le alghe ne abbiamo vite pochissime, e solo in prossimità dell’hotel.

Vento
Il vento è indispensabile…nei momenti in cui non c’è sentirete la vostra pelle cuocere!
Ce ne è sempre…più o meno forte…ma mai ha disturbato…ogni tanto sì, arrivavano delle ventate più forti che alzavano la sabbia…ma nulla di che…
Nella parte occidentale dell’isola invece il vento è notevolmente più forte…

Escursioni/Nolo auto
Noi abbiamo noleggiato l’auto per 3giorni. Questo lo potete fare direttamente in hotel oppure fuori…noi, facendo una comparazione dei prezzi l’abbiamo fatto in hotel (con MorenoRentACar) e per 120€(40€/giorno) abbiamo preso una ford focus (6000km,aria condizionata, radio).
Il primo giorno siamo stati la mattina a Sotavento con la bassa marea…fantastica è a dir poco…infinita, bianca e spettacolare lingua di sabbia…il pomeriggio invece siamo andati verso Morro Jable, tenendo la strada principale in prossimità del porto c’è una deviazione verso destra per Cofete e Punta de Jandia…prendendo questa per un tratto breve è ancora asfaltata, poi diventa sterrata. Qui sullo sterrato viaggiavo in terza, ma solo perchè è una strata piena di curve…ma molto ben curata. Siamo arrivati a Cofete, dove abbiamo fatto il bagno in mezzo a onde alte e un vento abbastanza forte.
Da qui ci siamo diretti verso la Punta di Jandia, fermandoci sul “gran premio della montagna” da dove si può vedere tutta la spiaggia di Cofete…beh, qui il vento soffiava in modo impressionante…facevo fatica a stare in piedi, Merita!
Poi via, verso la punta dove abbiamo curiosato attorno al faro…e, ci siamo spostati verso destra rispetto alla strada che arriva al faro…fino ad un ceppo di cemento…qui se guardata perterra troverete tantissime scritte formate con i sassi dai vari turisti passati prima di voi…è carino da vedere…
Al ritorno, verso sera, ci siamo fermati nouvamente a Sotavento…questa volta con l’altra marea…spettacolo nuovamente!
Il secondo giorno siamo partiti alla volta dell’American Star…la nave incagliata sulle rive dell’isola. Per arrivarci, partendo dell’hotel, dovrete andare verso Puerto del Rosario, prendere per La Pared alla prima rotonda (quella che ha un monumento del vento al suo interno), proseguite sulla FV605 in direzione Pajara e all’alteza del km 3 della FV605 dovreste trovare una indicazione sulla sinistra, per la “Playa da Garcey”…prendete questa via e tenete sempre la principale…la dove la principale si divide in due tenete la sinistra…arriverete alla spiaggia e qui vi apparirà l’American Star…
Il pomeriggio visita a Pajara, Tuninje, Gran Tarajal e alcune spiagge poco sopra costa calma.
Il terzo giorno ci siamo diretti verso Betancuria (la exCapitale), Antigua a vedere i mulini poi su verso la Oliva (dove però non abbiamo potuto vedere la Casa de los Coroneles perchè in ristrutturazione). Poi su verso El Cotillo dove ci siamo fermati a mangiare (e se vi posso consigliare dirigetevi verso il faro, vedrete sulla destra la scritta Resturant in azzurro su una casa bianca…fermatevi lì a mangiare un bel po’ di pesce (il ristorante si chiama azzurro!)…è un italiano il proprietaro (di verona) e fa da mangiare tanto e ottimo…ad un prezzo ottimo). Dopo pranzo si siamo fermati un po’ nella varie piscini che si formano a El Cotillo (praticamente difronte al ristorante). Poi via per Corralejo, giro per la cittadina, e poi sosta obbligatoria alla dune.
Tornando verso l’hotel sosta a Puerto del Rosario (la capitale) e a Caleta de Fustes…
In totale percorsi più di 550km…con la spesa di soli 30€ di benzina!
E questo è quello che abbiamo fatto da soli.
Poi abbiamo fatto la gita a Lanzarote con il touroperator. Molto bella, consigliata! (67€ a persona senza pranzo…ma questo viene 7€ ad un ristorantino a buffet). (se vi servono i prezzi delle altra gite ditemi che ho qui il foglio con tutte le descrizioni e costi,

Varie
Prendete la cassetta di sicurezza sono 19€circa a settimana…ma andate sul sicuro…
Per telefonare in italia prendete una tessera telefonica da 5€ e chiamerete per 50minuti circa (occhio che i minuti li conteggia già da quando finite di digitare il numero, ossia gli squilli li conta come minuti se rispondono).
Fuori dall’hotel troverete un piccolo supermercato dove troverete tutto quello che vi serve (una stecca di marlboro costa sui 21€ (in aereoporto al dutyfree sui 19€)).
Le cartoline prendetele fuori dall’hotel che costano meno…
Per qualsiasi chiarimento chiedete, sono ben lieto di aiutarvi.

Pin It
Tags:

Lascia un commento

Commenta con Facebook