Pasqua in Costa Azzurra

Ho trascorso una settimana a Pasqua in un residence posto a Villeneuve Loubet plage.
Il residence è enorme ed è composto da 4 edifici piramidali che circondano un porticciolo turistico. Se qualcuno ha percorso l’autostrada da Nizza verso Marsiglia, a circa 10 km dalla prima, non ha potuto fare a meno di notarli. Nonostante la mole, devo dire che hanno il loro fascino architettonico.
Il posto è comunque strategico per visitare la Costa Azzurra, sia l’interno che le località famose della costa.
Nizza, con la sua città vecchia è affascinante, con il mercato dei fiori e la Promenade des Anglais è da percorrere, osservando la “fauna” che vi passeggia.
Ma dalla parte opposta rispetto al residence, a pochissimi minuti, c’è la famosissima Antibes, che chiude la Baie des Anges, con un bel lungomare sotto il castello che ospita il Museo Picasso.
Proseguendo per la strada costiera si contorna Cap d’Antibes, con le sue ville signorili immerse nel verde che hanno ospitato ed ospitano personaggi famosi, fino ad arrivare a Juan les Pins ed, infine, a Cannes.
Qui, naturalmente è d’obbligo una passeggiata sulla Croisette, con i suoi famosi, e carissimi, alberghi. Ma se per caso doveste pernottare qui, sappiate che a poche decine di metri all’interno, nella città vecchia, ci sono degli alberghetti più che dignitosi a prezzi accettabili.
Ma lasciamo Cannes e proseguiamo, sempre costeggiando il mare, lungo le Massif de l’Esterel, che offre alcuni scorci panoramici notevoli, con il colore rosso delle rocce.
Terminiamo il giro a Frejus, cittadina di origine romana di cui conserva alcuni resti, anche se la cosa più notevole sono il chiostro ed il battistero della cattedrale.
Altra direzione, verso Est, Villefranche sur mer si fa vedere per la sua baia, su cui si affaccia una imponente fortificazione. Interessante da percorrere per l’originalitàla Rue Obscure,una strada-galleria che si apre sotto le case che fanno da quinta al porto.
Salendo da qui verso la moyenne corniche è sicuramente da visitare Eze, villaggio medievale arroccato, forse il più notevole tra i villages perchè della provenza.
Se posso dirlo tuttavia a me ha dato una vaga impressione di falso, tanto è retaurato bene.
All’interno, soprattutto se amate i profumi, non potete perdervi Grasse, dove visitando una delle fabbriche potrete risparmiare un sacco di euro rispetto alle nostre profumerie.
Infine è interessante il giro del Loup, che potrete iniziare da Pont du Loup, dove visitare una famosa confiserie, dove state attenti a non farvi prendere per la gola, anche perchè sarete pure presi per il portafoglio. Moderazione, quindi!
Proseguite verso nord, percorrendo le Gorges e, al primo bivio salite , girando a sinistra, andate fino a Gourdon, altro magnifico villaggio medievale, che oltre ad essere bello in sè, offre un panorama incomparabile.

Scendendo, fermatevi anche a Tourettes sur Loup, con le sue stradine acciottolate concentriche, piene di botteghe artigianali.
Ultimo itinerario: Vence e St. Paul de Vence, interessanti per sè e per le opere artistiche che contengono, come la fondazione Maeght di arte moderna a St.Paul.Imperdibili!

Pin It
Tags:

Lascia un commento

Commenta con Facebook