Ponte del 1° novembre nella magica Londra

Questo viaggetto era il regalo di compleanno per mio marito, ma purtroppo non è stata una sorpresa, visto che molti indizi lo avevano fato indovinare già da mesi. Va beh, l’importante è partire.
Londra mi ha entusiasmato tanto, mi ricorda un po’ la mia amatissima, cara New York da cui manco da cinque anni… è una città molto “giovane”, in continuo movimento, aperta, multietnica, tollerante, pulita… mi è piaciuta proprio tanto. Non l’ho trovata affatto grigia come tanti la trovano nonostante, il clima non sia proprio dalla sua parte.
Complessivamente siamo stati abbastanza fortunati anche con il tempo, visto che è piovigginato solo il lunedì mattina… per il resto le nuvole si sono alternate al sole, dandoci la possibilità di camminare tanto e di cercar di vedere il più possibile.
29/10/2005
Siamo partiti un po’ in ritardo da Pisa con il volo Ryanair ma il tempo era talmente bello che in volo abbiamo recuperato e siamo arrivati a London Stansted con pochi minuti di ritardo.
Si ritira la valigia, si prende lo Stansted express per Liverpool street (i biglietti ce li aveva già dati la nostra agenzia) e si arriva dopo poco più di mezz’ora nel cuore di Londra… Il cielo è grigio, ma siamo contenti lo stesso… molto British!
Con la mitica e comodissima travelcard (sempre fornitaci dalla mia agenzia di viaggi) si prende la metro, linea circle line, si scende a Gloucester Road, e pochi metri dalla fermata si trova il nostro Hotel… l’Holiday Inn Kensington Forum. Grandissimo, bellissimo e recentemente ristrutturato…
Non ci danno subito la camera e allora ne approfittiamo per farci un giro là intorno e fare una merendina: cappuccino e apple pie! Slurp!
Dopo aver lasciato i bagagli in camera si parte subito e si prende la metro per Notting Hill Gate. Si scende e si passeggia per i Kensington Gardens e vediamo così anche Kensington Palace. Si arriva a piedi fino a Harrod’s e girovaghiamo per i negozi vicini svetrinando quelli in Sloane street: della serie guardare e non toccare.
Si torna in hotel piuttosto cotti e si cena in un ristorante italiano (Vecchio Mondo) li’ a Kensington visto che non abbiamo la forza di tornare in centro.
30/10/2005
Temperatura tiepida e il sole che fa capolino… lasciamo la giacca a vento in hotel e si esce in felpa! Troppo bello! Visto che è Domenica è d’obbligo camden Town
Molto caratteristico e carino il mercatino, coloratissimo, affollatissimo.. e con un sacco di roba da comprare… per dire la verità sono gli unici acquisti che abbiamo fatto per noi, perché i prezzi qui sono abbordabilissimi Carinissimi i negozi tutti addobbati per Halloween… Abbiamo girellato fino quasi a mezzo giorno e poi abbiamo preso la metro direzione King’s cross… Mio marito voleva vedere dove era scoppiata una delle bombe dell’attentato del 7 luglio.. ci sono tanti lavori in corso, ma non trapela niente, non c’è una targa o un qualcosa che ricordi la tragedia.
Si riprende la metro e si va nel centro … Piccadilly Circus, Oxford street Regent Street… quanti negozi… che splendore. Quanti bei negozi, grandi magazzini… ci vorrebbe una settimana solo per entrare in tutti, ma davanti a molti tiriamo dritto.
Purtroppo non possiamo comprare niente ma solo giocattoli per la bimba: infatti per andarcene via da soli le avevamo promesso una valigia di balocchi! E ci siamo andati vicino… da vergognarsi… una busta esagerata con la carrozza di Barbie e poi altre buste varie. Abbiamo camminato tantissimo, siamo andati a Covent Garden, abbiamo fatto lo Strand fino a Trafalgar Square..e poi siamo tornati in hotel per la doccia e per poi riuscire … ancora verso il centro, una steak house a Piccadilly dove mangiamo Fish and Cheaps!
E poi un po’ di giri in mezzo alle luci di Londra e alla gente già vestita per Halloween… che bello!
31/10/2005
Giornata dedicata alla Londra culturale: London Bridge, House of Parliament, St Paul cathedral, Westminster Abbey, Tower of london… e, nonostante la pioggerellina giro sul London Eye la ruota panoramica. Non era certo il tempo adatto, ma eravamo in quella zona e non potevamo non salire visto che non c’era neanche tanta fila…. E vai! Le foto non sono venute benissimo, ma nella mente ho impresso tutto.
Pomeriggio di nuovo in centro per negozi, e poi a visitare il negozio del Chelsea F.C e lo stadio… e meno male che il museo era chiuso, altrimenti mi dovevo sciroppare le varie coppe, maglie ecc.
Volevamo andare a cena all’Hard Rock Café ma c’era tanto da aspettare così torniamo in centro in un’altra steak house a mangiarci un mega bisteccona.
1/11/2005
ultimo nostro giorno, c’e un sole favoloso: freddo ma bellissimo.
Si va al St James Park che è veramente una favola…. Che pace… quanti scoiattoli papere, pellicani… da farci un pic nic, se il tempo non stringesse sempre… Assistiamo al cambio della guardia a Buckingham Palace… Da vedere, ma se ritornerò a Londra una nuova volta non ci ritornerò di sicuro, perché è un po’ noioso, sinceramente, e poi si perdono almeno due ore di tempo prezioso. Si torna in centro, (piccadilly circus è davvero l’ombelico del mondo!!!) si pranza da Ponti’s e poi via all’hotel a ritirare i bagagli… metro e poi treno fino all’aeroporto.
Arriviamo a casa alle 11,30 di sera, con la nostra bambina che ci aspetta tremante e emozionata … è stata una bella soddisfazione anche tornare da lei.
Sono stata soddisfattissima di questo viaggetto per vari motivi. Prima di tutto la città mi ha veramente affascinato, io ci ero stata nel lontano 1988 quando ero in vacanza studio a Hastings in Inghilterra, ma non mi ricordavo più niente… e poi le cose che vedi a diciotto anni non sono le stesse di quelle che vedi ora che, ahimé, sono più adulta. Poi ritagliarci qualche giorno di libertà senza prole è stata proprio una boccata d’aria…chissà quando ricapiterà e se ricapiterà!!!
Siamo tornati con tanta voglia di ripartire… ci ho lasciato il cuore…. Ebbene si , sono una londomaniaca anche io!
Grazie a tutti i giramondini londonmaniaci i che mi hanno dato tanti consigli per questo viaggio.

Pin It
Tags:

Lascia un commento

Commenta con Facebook