Carcassonne,rennes les Chateau e luoghi Catari

Sabato 29 Aprile:Partenza la mattina ..prestissimo..dovevamo fare circa 900 km..per andare in Francia.. questa volta nell’estremo sud-ovest..proprio vicino al confine con la Spagna.. da qui inzia la nostra gita a Carcassonne,Rennes Les Chateau e dintorni.. nella regione della Languedoc-Roussillon.. arrivo a Carcassonne intorno alle 16:30 di pomeriggio..andiamo subito a cercare un hotel… ci sono molti turisti(ci chiediamo il perchè..dovrebbe essere un fine settimana come gli altri..).. sia francesi che spagnoli.. e l’impresa è ardua perchè molti hotels sono al completo.. troviamo una camera a 5 minuti dal centro..un ibis.. e ritorniamo a Carcassonne..per la visita della città.. è un borgo medievale perfettamente restaurato..patrimonio dell’UNESCO.. chiamata La ‘Merveille du Midi’, fu fondata dai Romani nel I sec. . ha un doppio giro di mura con tantissime torri , castello, una cattedrale gotica, strade e stradine ricche di case antiche e negozietti.. molto turistica.La sera mangiamo in uno dei tanti ristorantini.. sparsi qua e là..la nostra scelta risulta ottima..il ristorante si chiama “Auberge Medievale Le Plo, Rue De Plo.. “.. ricordatevi che se volete mangiare tipico..sarete accontentati con il Cassoulet ,che è forse il piatto simbolo del sud-ovest, della Linguadoca in particolare. Fatto con fagioli e carni: maiale fresco, salsicce etc..bollito tutto insieme.. io non l’ho provato…però dicono meriti un assaggio..!!Ultimo giro per il centro e a dormire..
Domenica 30 Aprile: in piedi verso le 8..(cmq tutti i castelli e le abbazie aprono alle 10..Il sito di Rennes les Chateau alle 11:30 fino al 1° Maggio.. )..petit dejeneur in hotel..per la modica cifra di 7,50 euro.. partenza per i luoghi catari.. strada per Limoux… panorama d’insieme su Carcassonne..molto suggestivo.. ci fermiamo all’Abbazia di St-Hilaire..davvero bella.. per questa dritta devo ringraziare una mia amica di internet.. Bel chiostro.. e da notare dentro la chiesa il Sarcofago di San Saturnino.. attribuito al maestro di Cabestany.
Proseguiamo per rennes les Chateau..diciamo pure che il motivo principale della nostra gita è questo..ci hanno affascinato le storie e le leggende su questo misterioso luogo.. non speriamo certo di trovare il tesoro..cmq visitiamo la chiesa di santa Maria Maddalena,la tour Magdala,villa Bethania.. bellissimi. c’è un biglietto che costa 4 euro..per la visita completa.. lo consiglio..anche a chi non crede a una sola parola di tutto quello che si dice..almeno per vedere il panorama mozzafiato.. che si gode da lassù..
Il cimitero non si può più visitare… peccato.. però sulla porta di entrata si può sempre vedere il teschio..fate attenzione all’iscrizione sopra il portale di entrata della chiesa:terribilis est locus iste.. alla statua di Maria Maddalena posta su una colonna alla rovescia..il vecchio pilastro dell’altare, alla m della scritta della tour Magdala.. all’interno della chiesa..con l’acquasantiera col demone Asmodeo, il diavolo zoppo guardiano del tempio di Salomone, dove sono incise le iniziali B.S. e sormontata da 4 angeli. Proseguiamo per il castello di Puivert,dove hanno girato il film La nona porta..(entrata 4 euro)..sentiero facile per raggiungerlo.. poi visita a Montsegur.. il castello,costruito sul Pog è l’ultimo rifugio dei Catari.. dopo una estenuante resistenza di 12 anni..furono bruciati vivi dai crociati,poichè accusati di eresia.C’è una stele che ricorda il rogo dei 211 catari.. la leggenda narra che quattro catari,durante la notte antecedente l’eccidio, riuscirono a calarsi giù dal lato nord del versante del Pog.. e riuscirono a scappare..trasportando con loro un tesoro di inestimabile valore..molti pensano sia lo stesso tesoro di cui poi si parla a Rennes les Chateau..
Visita al castello..situato a 1200 m d’altezza..attraverso un sentiero abbastanza arduo.. e faticoso per le salite..da farsi in 15 minuti circa.. (costo entrata 4 euro..la biglietteria è a metà della camminata)..dalla cima del castello.. il panorama sulle valli è stupendo..proseguimento poi per il castello di Fois e visita breve(attenzione perchè chiude alle 17:30..controllate gli orari..per non rischiare di trovare molti castelli chiusi).. Ritorniamo indietro per andare a Rennes les Bains..breve visita a questa città termale..qui scopriamo il motivo di così tanta gente in giro..anche i francesi festeggiano il 1°maggio..volevamo dormire qui inizialmente ma non troviamo posto nei 2 hotels che ci sono.. Erano le 20:20 di sera.. e ancora non sapevamo dove andare per la notte.. pensavamo già di dover fare ancora 30 km su quelle strade tutte curve.. per ritornare a Carcassonne..col rischio di non trovare posto..ma vediamo un cartello per Alet les bains.. e decidiamo di provare a cercare un hotel lì..abbiamo fortuna..perchè troviamo posto in un magnifico hotel proprio adiacente alla basilica..da sapere è che questa è la città di Nostradamus..l’hotel si chiama l’Hostellerie de l’evechè.. immerso in un parco di7.5 acri..era il vecchio palazzo del vescovo..adesso trasformato in hotel.. dovete sapere che a 5 minuti dal centro c’è l’unico ristorante aperto.. proprio dentro il casinò… ebbene sì..c’era il casinò.. giocatina d’obbligo.. e dopo aver perso possiamo andare a letto..
Lunedì 1°Maggio:Visita veloce alla basilica e al ponte.. dove passa il fiume Aude.. ritorniamo verso Carcassonne..per riprendere l’autostrada..dobbiamo rimetterci in viaggio per tornare a casa.. sosta breve a Narbonne.. a vedere la spiaggia a Narbonne plage e alla città..molto accogliente.. non eravamo più abituati a città con più di 100 abitanti( a parte Carcassonne che ne ha di più).. visita al mercato e alla chiesa.. Narbonne fu prima città fondata dai Romani in Gallia;si può notare sempre un pezzo della via Domitia.. visita al comune e alla chiesa..partenza verso le 14 per l’Italia..fila in autostrada a Savona… queste zone sono davvero belle e accoglienti.. in cui regna ancora una pace e un’atmosfera d’altri tempi..salvo carcassonne..che è molto turistica..la cosa che ci è dispiaciuta di più è non aver avuto abbastanza tempo per visitare altri castelli..tipo Quesribus,Arques,peyrepertouse,Mirepoix ,puilarens etc..o Albi e Toulouse..
Consigli e spese:la spesa maggiore è per l’autostrada e la benzina.. in Francia abbiamo pagato circa 70 euro di autostrada a/r.. ricordate che in costa azzurra ci sono i caselli automatici..dove bisogna avere a portata di mano le monete ..da buttare nei cestelli…
per quanto riguarda il dormire:si spende poco..specie nelle catene ibis-campanile,Logis de france
per mangiare:Non ci sono problemi..perchè sulla strada dei catari..troverete anche vari paesini o piccole cittadine..dove potrete fermarvi..in prossimità dei castelli non c’è molto invece..io vi consiglierei..almeno per il giorno..di rifornirvi nei vari supermercati..intermarchè,leaderprice,casinò..che trovate lungo la strada..attenzione perchè la domenica sono aperti max fino alle 12..
per la benzina:la domenica i distributori sono chiusi.. c’è solo il fai da te..con pagamento con carta di credito..il problema è che non ci accettavano la visa.. quindi fate il pieno il sabato.. questo problema ci è successo solo in questa parte di francia..
Ciao e Buon viaggio..spero il mio racconto possa esservi utile..

Pin It
Tags:

Lascia un commento

Commenta con Facebook