Grazie Kenya…un viaggio che ci ha toccato il cuore!

Vi racconto le emozioni del nostro viaggio in Kenya, a Watamu…che dire…è difficile trovare delle parole per raccontare un viaggio così pieno di emozioni forti e belle!! Partiamo da Milano malpensa con la compagnia aerea Neos, la migliore con cui fino a questo momento abbiamo viaggiato, ammiriamo una stupenda alba dall’aereo e già la vacanza inizia bene… arriviamo all’aereoporto di Mombasa al mattino presto ma già un caldo allucinante ci investe, ma è comunque una piacevole sensazione…sbrighiamo le solite pratiche aeroportuali e poi iniziamo a dare mance per non farci aprire il bagaglio visto che era pieno di regali per i bambini e non volevamo che ci prendessero niente…arriviamo al pullman e già ci immergiamo nello spirito dei Kenioti…”pole pole” (piano piano) e hakuna matata (non c’è problema) e col passare dei giorni scopriamo che per loro questi due termini rappresentano uno stile di vita che forse anche noi ogni tanto dovremmo adottare nella nostra vita frenetica e che passa senza che a volte ce la godiamo! Stavo dicendo facciamo già amicizia con l’autista e l’assistenze che carica i bagagli e ci facciamo già le prime piacevoli risate…iniziamo il viaggio verso il nostro villaggio a watamu il barracuda inn, dura circa due orette abbondanti, è vero che le strade sono messe malissimo, ma ci perdiamo nell’ammirare i tanti colori vivi della natura che ci circondano e le varie persone che incontriamo a piedi a bordo della strada, tra donne che portano cose sulla testa, uomini che girano con biciclette vecchissime, e bambini che con le loro manine ci fanno ciao e ci sorridono e noi gli facciamo ciao dal pulmino…che bello…già si vivono le prime emozioni che ci toccano il cuore! Arriviamo al Barracuda e la prima impressione è quella poi che confermiamo alla fine, un villaggio non molto grande ma con tutto ciò che si può desiderare da una vacanza rilassante a contatto con la natura e soprattutto con le persone del posto visto che è in paese! Non ho voglia di raccontarvi del villaggio perché è la cosa meno importante di tutta la nostra vacanza…arriviamo in camera e ci mettiamo subito il costume e via in spiaggia…e arrivati in spiaggia rimaniamo a bocca aperta…una baia incantevole con una sabbia bianchissima e sottilissima…veramente quando ci cammini sopra sembra neve che scricchiola, il mare non c’è perché è il momento della marea bassa…ma lo scenario è comunque incantevole! Ci facciamo una prima passeggiata su quello che prima era il mare e già facciamo conoscenza con alcuni ragazzi del posto…leghiamo molto con un ragazzino di 13 anni, ********, con cui staremo insieme tutta la settimana dopo che lui va a scuola, poi conosciamo finalmente il famoso *******…un ragazzo eccezionale, non invadente, molto educato e professionale e poi per me come un fratello! Vi dico solo un sms che mi ha scritto mentre stavo partendo: “ti auguro di fare un buon viaggio…caro amico mio”…mi ha fatto venire il magone…avrei mille cose da raccontarvi delle belle cose che ho visto, da sardegna 2 dove facendo le escursioni con ****** ci siamo divertiti da morire ballando e cantando in mezzo all’oceano da soli e mangiando aragoste alla griglia…mentre coloro che avevano fatto le escursioni con il villaggio erano tutte ammassate in una zona dove poi noi siamo andati e ho contato 8 barche una attaccata all’altra, da il rettilario a malindi dove abbiamo conosciuto maria una tartaruga di 102 anni che veniva da te se la chiamavi…da l’avvistamento di un branco di delfini che facevano Kacianga Kacianga (si accoppiavano), ma ciò che vi voglio raccontare è delle emozioni che ci hanno trasmesso queste BELLE persone…sono nella povertà più assoluta ma sinceramente parlando non so se sono messi meglio loro o noi! Si conoscono tutti…si aiutano tutti…per esempio noi portavamo sempre da mangiare preso dall’hotel e sia ******* che **** invece di mangiarselo tutto per loro lo dividevano man mano con le persone che trovavamo mentre passeggiavamo! Favoloso il loro altruismo…poi conosciamo ****** lui lavora in negozio in paese e anche con lui facciamo una bella amicizia…è stato lui che ci ha accompagnato casa di ******…!
Ma permettetemi di raccontarvi ciò che di più bello abbiamo provato: chiediamo a ****** di accompagnarci all’orfanotrofio per portare le cose prese per i bambini…arriviamo da loro e li vediamo là tutti seduti sulle sedioline erano circa 30 bambini (quelli più grandi erano a scuola) e appena scendiamo dalla macchina ci iniziano a cantare a squarciagola la canzone “Jambo”…e già li rimaniamo a bocca aperta…poi la mama ci fa vedere come sono organizzati almeno per avere le cose di prima necessità latte,uova… ci fa vedere le camerette in cui sono ammassati i lettini a castello…dove poi c’è una culla con l’ultimo arrivato…un bambino di 8 mesi…bello…bellissimo…aveva due occhioni e dei riccioloni…mamma mia, non potete capire cosa abbiamo provato a vedere un bambino cosi bello e piccolo e pensare che non vedrà mai suo papà e sua mamma!e chissà che vita gli riserverà il futuro… poi andiamo dagli altri bimbi e dopo aver fatto una donazione in soldi (non lo dico per farmi pubblicità ma per incoraggiare altri turisti a fare qualcosa), distribuiamo qualche caramella e poi purtroppo dobbiamo andare via…mentre saliamo in auto ricominciamo a cantarci ancora più forte di prima la canzone Jambo e poi non riuscendo più a salire in auto ci iniziano a cantare il tormentone dei mondiali po…popopo…popo…poooo e li ci mettiamo a ridere mentre scendono dei lascrimoni e li nascondiamo con gli occhiali….mentre sto scrivendo ora ho un nodo allo stomaco…posso solo dire una cosa…RIFLETTIAMO…riflettiamo su quanto siamo fortunati!!
Questa è stata l’esperienza più bella di tutta la vacanza,senza ombra di dubbio, e incoraggio tutti magari a rinunciare a un’escursione ma di andare a visitare un’orfanotrofio, vi toccano il cuore con un ditino della loro manina, credetemi!
Con ***** nei giorni seguenti proviamo l’esperienza di prendere il matatu per andare a malindi, sono furgoncini che possono trasportare circa 12 persone ma li caricano a 18,19 ci siamo ritrovati con una bambina di 4 anni in braccio perché non sapevano dove metterla…trattandoci come dei loro compaesani…proviamo qui da noi…con il piffero che un genitore da in braccio un figlio a un turista sconosciuto! È proprio un altro mondo il nostro…! Poi arrivati a malindi prendiamo il tuk tuk un’ape con tre posti dietro, fantastico…siamo rimasti senza soldi (per questo ***** ci accompagna a malindi anticipando lui i soldi per noi, anche su questo riamniamo stupiti!) e ci attiviamo con l’aiuto di tutti quelli che incontriamo per strada per trovare un bancomat funzionante! Tutti pronti ad aiutarci e senza chiederci niente in cambio, al massimo ti chiedevano di vedere il loro negozio! Riusciamo a prendere i soldi e ritorniamo al villaggio di Watamu, sicuramente più bello di malindi sia per il paese (più piccolo e famigliare) sia per il mare! Gli ultimi giorni li trascorriamo come li abbiamo iniziati dividendoci dall’andare in giro nel paese andando a trovare le persone che ormai ci conoscevano per nome…e tra il fare bellissime e lunghe passeggiate su quella stupenda spiaggia all’ora del tramonto del sole…accompagnati da ****, e ogni tanto da qualche bambino che era uscito da scuola perché era finita! Che bello mentre passeggiavamo fermarmi e iniziare a giocare a pallone con loro…scherzare…e ammirarli…e poi ammirare i tramonti e la tranquillità che quella bellissima baia ti trasmetteva! mi ero promesso di non fare un racconto troppo lungo quindi vi dico che quello di cui siamo contenti della vacanza è del fatto di esser riusciti a vivere con loro questi brevi 7 giorni…vedere come hanno poco ma sono felici…loro non hanno (per fare un banale esempio) la possibilità di andare in palestra a correre su uno squallido tapis rullant corrono in spiaggia tutti insieme…cosa dire…è vero loro fanno parte dei paesi sottosvillupati…ma è anche vero che loro si godono la vita che fanno! La vivono ogni giorno, in male o in bene e comunque va Hakuna Matata! L’ultima passeggiata che abbiamo fatto abbiamo cercato di memorizzare tutto nella nostra mente…i colori del cielo…le palme…il rumore del mare…la sabbia…i sorrisi delle persone…gli occhini sorridenti dei bambini che ti dicono Jambo caramella…o che ti circondano quando gli porti i biscotti…il sole che tramontando diventa sempre più grande…ma abbiamo paura che la vita frenetica che ogni giorno conduciamo qua ci faccia dimenticare quello che è stato uno splendido viaggio che ci ha arricchito il cuore…
L’unica esperienza negativa l’abbiamo provata in aeroporto con le guardie ma non voglio rovinare questo racconto la menzionerò più avanti nel forum…
Concludo questo racconto dicendo che se vi ho annoiato sapete che vi dico: Hakuna matata!
A parte gli scherzi queste persone ci hanno toccato il cuore e mando un caro saluto a *** con cui vi consigliamo di fare escursioni, a ***** da cui vi consiglio di comprare i ricordini, a ****** per cui ho un rammarico…lui si sveglia ogni giorno alle 4 del mattino perché deve andare a scuola a 4 km di distanza! E mi ha chiesto se gli compravo la bicicletta per fare meno fatica…ma non sono riuscito a comprargliela perché un indiano che le vendeva (dove ci siamo andati da soli perché gli volevamo fare una sorpresa) ci ha chiesto una cifra spropositata e cui non avrei avuto i soldi per rientrare in italia…saremo dovuti tornare a malindi a cercare un bancomat ma essendo l’ultima sera non avevamo più tempo…questo è l’unico rimpianto che ho di questa vacanza! Saluto anche ***** un signore che fa le etichette nelle baracche vicino alla spiaggia del barracuda, saluto ****** e sua sorella, *******, ****** che ora si fa chiamare *******, saluto ***** e ******( due sorelline bellissime), saluto ***** o come noi lo abbiamo soprannominato “mister sorriso” che era a servire al buffet del barracuda e che ci riservava sempre i pezzi migliori di cibo…e saluto tutti quelli di cui non mi ricordo il nome…ma mi ricordo i sorrisi e gli sguardi!

Hasante sana Watamu, grazie Kenioti per tutto ciò che ci avete saputo donare in questi sette giorni…ci avete donato più voi di quanto noi possiamo aver fatto per voi! E d’ora in poi…ogni tanto anche per noi sarà POLE POLE e HAKUNA MATATA !!!!! ce lo avete insegnato, grazie!

Ringrazio anche tutti coloro che ci hanno dato consigli su questa vacanza…da mama Franca a Serena a Messicanina, Cinzia, e tanti altri…alcuni di loro mi hanno mandato dei doni da portare a loro e loro hanno contraccambiato se pur poveri mandandogli dei regali per loro!Fantastico! Chiudete gli occhi ora e pensate…pensate al vostro amico che avete conosciuto in Kenya e alle emozioni che ci hanno lasciato…godiamoci queste emozioni…godiamoci queste emozioni….godiamoci queste emozioni e impariamo! Grazie a tutti.

Pin It
Tags:

Ci sono 8 commenti su “Grazie Kenya…un viaggio che ci ha toccato il cuore!

  1. Asante sana Lello, per la tua testimonianza!!!!
    Sono proprio contenta che il mio “figliolo nero”, ********, il ragazzo che mi ha fatto innamorare di questa meravigliosa terra e della sua fantastica gente, ti sia piaciuto e che abbia contagiato te e tua moglie di “mal d’Africa”.
    Un invito a tutti quelli che vanno a Watamu…..non fermatevi nel vostro resort, uscite, andate all’orfanotrofio di Timboni da mama ***** ed aiutate quei bambini che hanno avuto la sfortuna di perdere i genitori, molti per AIDS.
    Con una lacrima che mi sta scendendo………….ti mando un caloroso abbraccio………..mamma Franca

  2. Grazie!!!! non ci sono altre parole da scrivere…..il Kenya parla da solo e consiglio a tutti di provare una vacanza come questa, sara’ indimenticabile!!
    grazie soprattutto x aver portato il regalo a “mister sorriso”
    :bacio:
    W KENYA
    Asante sana!!!!

  3. grazie per i complimenti…ma li dovete fare alla gente del Kenya! perchè è tutto merito loro! tranquilli…tranquilli…tra non molto arriverranno anche le foto…un pò di pazienza! Hasante sana a tutti!

  4. Mi è piaciuto molto il tuo diario! Molto dettagliato! Bravo!
    Ho letto che non riesci a pubblicare per intero le foto, forse come dici tu sono troppo pesanti, ridimensionale un altro pò, anche io ho avuto i tuoi problemi, poi le ho rimpicciolite di molto e si caricavano subito! Non vedo l’ ora di vederle! :cattivo:

  5. :( complimenti davvero, per il diario e per la tua esperienza!!
    Ho un nodo alla gola…
    tu non immagini quanto desidero andare in Kenya, e leggere le vostre esperienze non fa altro che aumentare in me questo desiderio!!!

Lascia un commento

Commenta con Facebook