La prima volta a Londra

Siamo in 11, non siamo mai stati a Londra, così decidiamo di sfruttare il lungo week end del 25/04 e a gennaio prenotiamo il viaggio.
25/04/2008: alzataccia in piena notte, il nostro volo Ryanair parte puntuale alle 6:40; un bus privato ci attende a Stansted per portarci in albergo, il Travelodge Royal a King’s Cross. L’hotel non dispone di deposito per i bagagli ma, sborsando 10£, riusciamo ad ottenere prima dell’orario previsto una delle nostre camere per mettere le valigie e partiamo subito alla scoperta della città. La nostra guida è mio figlio, quasi-diplomato all’Istituto Turistico: la sua conoscenza teorica della città e il suo ottimo inglese saranno per noi molto preziosi in più di un’occasione.
Ci rechiamo a piedi al British Museum, al quale dedichiamo poco tempo e usciamo dopo aver visto le opere che ci interessano. Attraversiamo Russel Square, compriamo le Oyster, passeggiamo per Soho ma la stanchezza comincia a farsi sentire, quindi optiamo per la tube e andiamo alla ruota panoramica, dove una fila immane ci attende per fare il biglietto e per salire: complice la bella giornata il panorama dall’alto ripaga della lunga attesa.
E’ ora di tornare in hotel, ceniamo in un pessimo ristorante italiano (peggio della peggiore mensa aziendale) a pochi passi dall’hotel e andiamo a letto presto.

26/04/2008: dedichiamo la mattina ai magazzini Harrod’s, Piccadilly circus, Leicester Square, pranziamo in un classico Mc Donald’s e il pomeriggio visitiamo le attrazioni più classiche: Buckingham Palace, House of Parliament, Westminster, St Paul, Tower bridge: la tube per noi non ha più segreti. Finisce la giornata, rientriamo in hotel e mangiamo nella solita mensa (il ristorante era prenotato e pagato dall’agenzia, un errore da non fare).

27/04/2008: di buon mattino siamo già fuori, andiamo a Covent Garden, i negozi sono ancora chiusi ma la struttura è carina, facciamo un giro e ripartiamo per Bukingham Palace per vedere il cambio della guardia: la piazza si riempie via via di gente, l’attesa è un pò lunga ma la cerimonia è suggestiva. Al termine percorriamo il lungo viale e andiamo a Trafalguar Square. Ci restano ancora 2 ore e mentre decidiamo come sfruttarle, la pioggia decide per noi, quindi ci infiliamo nella National Gallery, ammiriamo alcune opere ma il tempo è tiranno, dobbiamo tornare all’hotel, ritirare i bagali che abbiamo lasciato in una camera pagando ancora 10£ e con il bus andiamo all’aeroporto.
Il volo parte puntuale e arriva in anticipo.

Pin It
Tags:

Lascia un commento

Commenta con Facebook