Week-end in Sardegna

finalmente ritorno nella mia amata sardegna.. due giorni per sbrigare degli impegni e visitare qualcosa…
allora partenza da roma con volo airone, in ritardo quindi arriviamo a cagliari verso le 10,30, dopo un volo un pò turbolento… saluti in aeroporto a uno zio e poi ritiro dell’auto all’avis, una clio diesel con assicurazione extra (voglio stare tranquilla).. quindi partenza per il paesello, nuragus a circa 70 km da cagliari, ai piedi della giara di gesturi. circa 40 km di ss 131, e poi prima di sanluri, usciamo e iniziamo a inoltrarci all’interno… attraversiamo la marmilla, arida, quasi desertica, le uniche macchie verdi sono le coltivazioni di carciofi…


e da tanto che non piove lì, però sembra che noi stiamo portando l’acqua, perchè facciamo il viaggio con alternanza di violenti rovesci e accecanti schiarite… attraversiamo villamar, con i suoi murales,

las plassas e i resti del castello della regina d’arborea,

barumini e lo splendido nuraghe,che poi nel pomeriggio visiteremo,

gesturi, il paese di san nicola..

e poi finalmente nuragus, il mio caro paesello,

paese nativo della mia mamma… dico mio perchè ci sono molto affezionata… nuragus, tipico paese dell’interno della sardegna, con poco meno di 1000 anime.. ormai questi paesi si stanno svuotando, peccato….il tempo di un bel pranzetto a casa di una cugina, a base di malloreddus con salsiccia e procceddu arrosto, e poi.. via iniziamo a visitare qualcosa… la temperatura è precipitata a 9° e siamo alle 15 con un bel vento di maestrale… ci dirigiamo verso la chiesa campestre di sant’elia, una chiesetta medioevale dove ogni anno in estate a luglio si svolge una festa che dura tre giorni…

nelle campagne circostanti si possono ammirare i resti della antica città di valenza, il pozzo sacro nuragico di coni, il nuraghe santu milanu, e altri resti sparsi….

il tempo è poco, quindi ci dirigiamo verso barumini per visitare il nuraghe prima che faccia buio… al nuraghe ci sono solo visite guidate con guide preparate e molto simpatiche.

il costo della sola visita è di 7 euro a persona, altrimenti offrono un pacchetto al costo di 10 euro che comprende anche la visita ad un museo in paese e altre cose. noi abbiamo fatto solo la visita al nuraghe… pochissimo tempo… vi consiglio di visitarlo, e mettete scarpe da ginnastica, perchè per entrare dentro il nuraghe il percorso è per niente agevole… se avete tempo, salite anche alla giara, un altopiano lungo una ventina di km, dove troverete animali allo stato brado e una natura selvaggia… abbiamo dormito a isili, distante circa 10 km, hotel del sole, costo della doppia 45 euro… la sera abbiamo cenato lì, ottima pizza a costi bassissimi, in 7 abbiamo speso 70 euro..
domenica mattina colazione al bar dell’hotel, giriamo un pò per il paese, ma è domenica mattina ed è tutto chiuso.. non ci resta che guardare il panorama.

si intravede una pozzanghera, l’acqua che non c’è della diga is barrocus, purtroppo non piove da tempo…

lungo la strada ammiriamo il nuraghe is paras,

e poi la chiesa di san sebastiano, che dovrebbe essere un’isola all’interno del lago creato dalla diga…

comunque sempre affascinante, anche perchè a questi luoghi sono legati i miei ricordi d’infanzia…
proseguiamo il nostro viaggio verso nuragus, salutiamo tutti, e scappiamo, perchè la nostra meta di oggi è il mare e precisamente tuerredda….
quindi direzione cagliari, ci fermiamo a villamar per comprare dei dolci in una pasticceria sulla statale, nel programma mettiamo il pranzo nella zona di pula.. cerchiamo “su talleri” sulla statale a s. margherita, li si mangia un’ottima fregola con le cozze e rselle, ma.. peccato sono aperti solo in estate… quindi cerchiamo tra i vari luoghi che conosciamo e molti sono chiusi.. quindi proviamo con un ristorante dentro s.margherita, da urru… e fortuna è aperto… ci sediamo fuori, nel portico… sembra impossibile, ieri un freddo invernale, e oggi un caldo semi estivo, ma si sa, s. margherita è un paradiso…

mangiamo leggeri …insalata di mare, una porzione di cozze e vongole da dividere , fregola con arselle, e due fritture di calamari da dividere….caffè acqua vino della casa, al costo di 97 euro….
riprendiamo il giro, ci fermiamo ad ammirare la splendida chiesa di s. margherita, tutta rosa con uno stupendo chiostro…

poi finalmente andiamo verso il mare,


vicino hotel flamingo, località cala d’ostia, proseguiamo sulla stretta strada che costeggia il mare, splendidi panorami..


ci fermiamo sotto la torre di cala d’ostia….

e poi proseguiamo lungo il mare sino a is morus…

riprendiamo la statale sino al bivio per chia, e li giriamo a sinistra, verso il paradiso… purtroppo abbiamo po tempo, e ci dirigiamo verso tuerredda… c’è un punto della strada, in cui il panorama ti toglie il fiato…

si apre sulla costa del sud, sino a capo teulada… arriviamo a a tuerredda, scendiamo e andiamo sulla spiaggia…

a dir poco favolososa, qualcuno fa il bagno… stiamo lì, ci guardiamo intorno, scattiamo foto, e ci riempiamo gli occhi e il cuore di quei colori,



la vista di capo malfatano mi riempie di tranquillità….

purtroppo abbiamo un aereo che ci attende, e non sappiamo se troviamo traffico, quindi iniziamo il ritorno verso cagliari, e decidiamo che non è il caso di fermarci a chia, purtroppo….
la strada è libera, e arriviamo a cagliari molto presto, quindi facciamo un giro al porto,

scattiamo altre foto, e poi ci dirigiamo verso elmas… rimbocchiamo il carburante , 30 euro, e riconsegno la macchina, 122 euro….
check-in e saluti a due amici che sono venuti in aeroporto…
controlli e imbarco su un fiammante nuovo di zecca A 320 airone.. partenza in perfetto orario e ritorno a casa…
bellissimo week-end…
da ripetere…..:):ok:

Pin It
Tags:

Lascia un commento

Commenta con Facebook