Umbria…tra salite, discese, Santi e cioccolata!

Il nostro piccolo week end fuori porta, parte sabato mattina alle 9, quando, saliti in macchina partiamo alla volta della bella Umbria….dopo varie ricerche su internet troviamo posto in un piccolo B&B nella verdeggiante campagna umbra a pochi passi da Assisi il “Colle San Francesco”.:ok:
Arrivati nei pressi dell’imponente basilica dedicata al Santo, cominciamo a girare con la macchina su e giù per le viuzze strette, fino a trovare il nostro piccolo casale…è una bella sorpresa…è perfino più carino di quanto apparisse in foto…ad accoglierci il gentile proprietario che ci lascia le chiavi e ci illustra il tutto: la struttura è accogliente, arredata secondo la tradizione locale. Dispone di 3 camere con servizi , una calda sala per il servizio prima colazione con una bella stufa, angolo cucina e un piccolo salottino dotato di tv…
Ottimo!:) Lasciamo le valigie e decidiamo da dove partire…visto il tempo sembra essere clemente optiamo per fare un primo giro a Spello. Saliamo in macchina e dopo 10 minuti arriviamo in questa piccola città….a vederla da lontano sembra quasi un presepe! Che Carina!!:yeah: Lasciamo la macchina nel parcheggio principale e ci addentriamo in tutte queste caratteristiche viuzze….dopo poco ci sembra di essere tornati nel medioevo…tutte le case sono in pietra a vista, adornate di piante e piantine di ogni genere. Percorrere i vicoli in salita, nonostante le gambe dopo un po’ protestino, diventa un piacere per scoprire le piccole botteghe, passare sotto gli archi storici e soffermarsi nelle piazzette a volte delimitate solo dallo scenario (uno spettacolo che appaga lo sguardo e l’anima..) del panorama per respirare un’aria diversa, riportandoci indietro di alcuni secoli… Scopriamo che proprio a Spello il Pinturicchio ha lasciato un segno indelebile…molte botteghe ripropongono le ristampe dei suoi quadri….Rimaniamo davvero impressionati da questo piccolissimo comune…:)
Dopo un paio di ore, stanchi ma felici decidiamo di recarci ad Assisi…Anche qui parcheggiamo la macchina e cominciamo a ripercorrere (questa volta in discesa)il percorso che porta alla basilica di San Francesco…dopo pochi metri lo spettacolo ci lascia di stucco….forse complice il tempo variabile… dietro alla cattedrale una distesa di nuvoloni neri rendono ancora più imponente la struttura e fasci di luce si appoggiano nel panorama dando quel senso di sacralità al momento…davvero impressionante…:???:
Dopo la visita di rito alla parte nuova e vecchia della chiesa,apprezzandone ogni sua parte (purtroppo vietate le foto..:no:) ci riversiamo di nuovo nei vicoli in salita che ci riportano al centro….restiamo allietati dalle mille botteghe che costeggiano le strade dove ogni oggetto si può trovare….dal simbolo della città (il tao) alle statuine dei frati “portafortuna”, dagli oggetti sacri a quelli “meno sacri”…dopo un po’ arriviamo in piazza del municipio…qui, decidiamo di fermarci in un negozietto dove comprare souvenir gastronomici (e come resistere…):wink: un odore di formaggi, salumi e quant’altro ci richiama dentro come una musica ipnotica…compriamo formaggi, salumi di ogni genere….come farci mancare l’olio nuovo fatto da poche settimane e un gustosissimo liquore al tartufo nero….il proprietario ci consiglia per la cena una taverna in centro, dove a sua detta si mangia davvero molto bene….decidiamo accettare il suo consiglio e tutto felice brandendo il telefono ci “raccomanda” al proprietario della “taverna dei consoli”….
Abbiamo la cena alle 20.30….mancano ancora 3 orette…così prima di tornare al nostro (almeno per 2 giorni) bellissimo casale nelle prime colline finiamo il giro….vediamo ancora tante chiese e cattedrali….impossibile nominarle tutte per importanza…ma la Cattedrale di Santa Chiara mi lascia anch’essa di sasso….nella piazzetta una fontana che scandisce il tempo che pare essersi fermato…e su un lato un panorama mozzafiato….le luci della città si estendono sotto di noi….da incanto….:)
Appagati dai bei giri della giornata (e anche stanchi morti con tutti quei Sali/scendi tipici di queste città) torniamo a farci una doccia e a prepararci per la cena….già pregustiamo le prelibatezze che ci aspettano….:yeah:
Alle 20.30 puntuali (nonostante abbia cominciato a piovere “di vento”) siamo alla taverna…Posto molto caratteristico e suggestivo in piazza del municipio…ci accompagnano al tavolo e cominciamo a sfogliare il menù…..che difficile scelta!!!Saremmo troppo sfacciati a chiedere tutto il menù*-)??Dopo qualche minuto di indecisione stiliamo la lista di cose da prendere :
Antipasto di salumi, formaggi, torta di testo, frittata ai tartufi…Io opto per una tagliata di vitello con scaglie di grana e rucola, Nicoletta per la pasta locale (gli strangozzi conditi con pomodoro, peperoncino e porcini), Juri si svampa un’entrecote di maiale con salsa di porcini e tartufo e Ivo uno spezzatino di cinghiale e torta di testo….non contenti non ci facciamo mancare una scamorza affumicata al tartufo e salsiccia..il tutto annaffiato da un buon rosso di Montefalco….inutile decantare il tutto…vi lascio immaginare:wink:…….dopo i vari caffè e ammazzacaffè, salutato il proprietario che ci invita a ritornare una volta in zona (e te credo!!!),andiamo alla nanna a pancia piena…un’altra giornata ci attende…..
Alla notte sembra esserci il finimondo:shock:….vento e pioggia la fanno da padrone…spesso, nonostante la stanchezza mi sveglio preoccupata, ma dopo un po’ Morfeo ha la meglio e mi lascio andare ad un dolce sonno….
La mattina seguente ci svegliamo un po’ preoccupati per il tempo….che possiamo fare?? Non piove, ma non promette davvero nulla di buono….intanto gustiamo la colazione e decidiamo di visitare la porziuncola di San Francesco nella Basilica di Santa Maria degli angeli e per una toccata e fuga a Gubbio per poi finire in bellezza a Perugia….:ok:
Santa Maria degli Angeli è a pochissimi minuti di macchina da Assisi. Arrivati l’imponente cattedrale la fa da padrona con la statua della Vergine in oro che svetta sulle case e sugli edifici….decidiamo di entrare…all’interno di questa imponente struttura.. notiamo subito con sorpresa e stupore la piccola chiesetta, dove San Francesco iniziò il suo operato…entrando all’interno possiamo notare gli antichi affreschi…e un senso di pace e in parte commozione mi assale…una piccola preghiera e via, risaliamo in macchina alla volta di Gubbio..
Arrivati nella caratteristica città (anch’essa arrampicata su una montagna…=altre strade in salita!) cominciamo ad addentrarci…..personalmente mi ha colpito di più Spello…ma anche Gubbio ha il suo fascino….fino a quando, dopo un’oretta……………uno scroscio di pioggia e vento ci assale:-x….facciamo in tempo a vedere il palazzo dei consoli e la piazza, ma non riusciamo a salire in cima con la funicolare a causa del tempo…..di corsa e tutti molli torniamo alla macchina e ci dirigiamo a Perugia attraverso la strada tortuosa….
Il vento ci aiuta e soffia via quelle nuvole minacciose….Perugia ha un suo fascino….non riusciamo a girarla bene…ma vediamo le cose principali: La fontana maggiore scolpita da Giovanni e Nicola Pisano, l’Arco e il pozzo etrusco, Palazzo dei Priori, Piazza Matteotti, Corso Vannucci….stanchi morti, dopo aver fatto un giro per il mercatino domenicale e il corso, ci infiliamo in un caffè medievale finendo in bellezza il nostro bel giro in Umbria con un’ottima cioccolata in tazza! NON POTEVA PROPRIO MANCARE…..:D

Pin It
Tags:

Lascia un commento

Commenta con Facebook