Liguria e Cinque Terre

Quattro giorni in Liguria, baciati dal sole! Ho accumulato una marea di foto da cartolina.
Partenza in auto il sabato mattina, arriviamo a Rapallo verso le 11,00: passeggiata sul lungomare, focaccia genovese e poi via per replicare a Santa Margherita Ligure, dove abbiamo completato il pranzo con un bel gelatone. Riprendiamo l’auto per andare a Portofino, dove troviamo uno degli ultimi posti liberi nell’unico parcheggio pubblico che costa 5 euro all’ora!!! A saperlo prendevo l’autobus da Santa Margherita. Con una buona passeggiata ci si arriva anche a piedi. Di tutti e 3 i paesi mi hanno colpito soprattutto le magnifiche ville in posizioni stupende, le bellissime barche ed il mare limpidissimo.
Verso sera abbiamo raggiunto il nostro B&B Villa Paggi (www.villapaggi.it), che ho trovato consigliato su questo sito: vecchio casale splendidamente ristrutturato, con proprietari gentilissimi e colazioni favolose! Forse un po’ fuori mano, ma in un attimo raggiungi le stazioni di Lavagna o Chiavari e ha una bellissima vista sul mare.
Il giorno dopo, su consiglio dei proprietari del B&B, abbiamo deciso di visitare il parco di Portofino, concentrando le Cinque Terre solo sul Lunedì. Siamo andati in treno a Camogli e da lì siamo saliti a San Rocco, da dove si diramano diversi sentieri all’interno del parco. Abbiamo deciso di fare il sentiero bordo mare fino a San Fruttuoso, anche se era indicato come molto difficile: pensavo fosse solo un po’ accidentato, ma aveva anche dei tratti dove ti devi tenere a delle catene fissate alle rocce! Decisamente sconsigliato con bambini. Quando siamo arrivati stremati nella bellissima spiaggia di San Fruttuoso ci siamo stesi sulla sabbia a prendere il sole e per il ritorno ho ringraziato il cielo per il traghetto…
Il lunedì Cinque Terre. Arriviamo in treno a Riomaggiore ed imbocchiamo la via dell’amore. C’è un sacco di gente, non oso immaginare la domenica… La passeggiata fino a Manarola e Corniglia è piacevole e la giornata è stupenda. Tra Corniglia e Vernazza il sentiero diventa un po’ piu difficoltoso. Quando arriviamo al bellissimo paese ci dirigiamo subito in spiaggia a fare il bagno (nonostante l’acqua gelida)! Andando a Monte Rosso il sentiero in alcuni tratti diventa davvero strettino: se avete problemi conviene spostarsi in treno.
Ultimo giorno visita all’Acquario di Genova, tappa obbligatoria prima del rientro a casa!

Pin It
Tags:

Lascia un commento

Commenta con Facebook