San Vito Lo Capo: ode al Cous Cous & al Pane Cunzato

San Vito Lo Capo: ode al Cous Cous ed al Pane Cunzato!

Chi? Dove? Come? Perche’!!!

Quando parte il “pensiero” di questo viaggio???…chi siamo… dove andiamo…in quanti …come, dove perche’???


Insomma e’ bastato che Franco dicesse… perche’ non venite tutti in Sicilia, e viaaaaaaaaaaaa ma che sono 1000 e piu’ km di distanza…:???: controlli di voli, controlli di week end liberi, liste stilate di partecipanti, sms & mp,… tu vieni?…tu che fai?, et voila’… opps pardon niente francese, stavolta siamo diretti al mare, tutti a San Vito Lo Capo, la scusa e’ il Cous Cous festival, ma noi sappiamo che non e’ solo per quello!!!
Potremmo intitolare questo diario “giramondini alla riscossa”… oppure… mah il titolo non ha importanza, l’importante e’ che dietro ad un pc, dietro al ticchettio di una tastiera, non ci sono sterili entità, ma persone in carne ed ossa, e queste persone un mp oggi uno domani, un buongiorno lasciato in bacheca… mettono su un bel gruppo che oltre ai viaggi condivide il piacere dello stare insieme, ed il gruppo decide di creare un posto dove scriversi… e si ha voglia di conoscersi di incontrarsi…e…e…e ed eccoci qui ad organizzare un ultimo week end per chiudere in bellezza l’estate, e dove cercare il caldo, il sole, il mare a fine settembre… se non nella calda ed assolata Sicilia????

Venerdì 25 settembre 2009

Www.touroperatofranco57.ieaaa
Il nostro ospite, nonche’ cicerone, nonche’ organizzatore di tour, nonche’ autista e’
Franco57

!!
…ah dimenticavo chi vi scrive e’
da64

[/CENTER]
e intanto due giramondini li abbiamo identificati!!!
Dicevamo la calda ed assolata Sicilia…ehhh certo così e’ sempre stato, fatto sta che nei giorni che precedono le nostre partenze… la Sicilia e’ continuamente sopraffatta da piogge e smottamenti, e noi mettiamo in atto tutti gli scongiuri possibili!
Venerdì 25 settembre io e mio marito partiamo dal Valerio Catullo di Verona con un clima di piena estate, 30 gradi e un caldo torrido… un’ora e mezza piu’ tardi arriviamo al Falcone Borsellino di Palermo tra nuvole nere minacciose e cariche di pioggia e poco piu’ di 20 gradi… gia’ questo mi scombina un po’ le idee, se poi pensiamo che nella mia ignoranza mi aspettavo un atterraggio tra coste sabbiose tipo Maldive, ed invece il nostro aereo si infila tra rocce e montagne…miiiiii in Cornovaglia arrivammo…l’aereo verso nord ando’ anziche’ verso sud!!!




Atterraggio tranquillo, coda di pochi minuti per il ritiro di quelle che per me erano due trolley bagaglio a mano e che invece Meridiana a Verona mi ha fatto imbarcare: peso cad. 10kg, peso consentito 8Kg!!! Vabbe’ via di corsa verso l’uscita, eccolo li Franco, noi puntuali come orologi svizzeri…lui pure… il temporale anche!!!

E che il tour abbia inizio! Cinisi-Mondello-Palermo
Millilitri di pioggia caduti in pochi secondi, tanti e poi tanti, che mai e poi mai avrei potuto immaginare… così ha inizio il nostro tour eno-gastronomico… prima tappa, Cinisi pasticceria Palazzolo, dove assolutamente dobbiamo assaggiare delle minitorte fantastiche…Nooooooo Franco ti prego se cominciamo così e come ci arriviamo alla fine di questi quattro giorni! Helppp!

Il sole si fa spazio tra le nuvole, e noi arriviamo a Mondello con i raggi che bucano la cortina nera,

splendido questo golfo e bellissime le numerose ville liberty, e lo stabilimento balneare “italo-belga” costruito a palafitta sul mare
…e pensare che fino al 1890 circa qui era tutta palude, e se non fosse stato per la bonifica voluta dal principe Lanza… beh forse i belgi non si sarebbero mai presi l’onere di realizzare la rete idrica, fognaria, lo stabilimento balneare, la cattedrale e tante altre opere! Giretto in spiaggia, passeggiatina tra le vie del centro… e poi via saliamo verso il monte Pellegrino, meta importante per i palermitani e non, qui c’e’ il santuario di Santa Rosalia patrona della citta’!

Toglie il fiato la vista del golfo dall’alto



e spostando lo sguardo a sinistra tra ville con piscina entriamo nel parco della favorita … l’allora riserva di caccia di re Ferdinando I delle due Sicilie, ed ora grande polmone verde della citta’… la strada s’inerpica tra boschi di pini e fichi d’india… il paesaggio cambia e i nostri occhi incontrano i palazzi della Palermo degli anni 60/70 e giu giu’ verso il porto… e proprio li un fronte di pioggia si staglia nitidamente davanti a noi, sembra un fungo!
E in questa citta’ ci immergiamo, giriamo tra le vie ed andiamo a visitare la bellissima villa Igiea, gia’ residenza della famiglia Florio, gia’ centro di cura, ed ora meraviglioso 5 stelle della catena Hilton,… giriamo tra i saloni, ammiriamo il giardino, tavolini pieni di gente per un drink in una cornice veramente da belle epoque!…Ed ora facciamoci ancora del male, Franco e sua moglie Patrizia (opps, non ve l’avevo presentata) ci portano a vedere la bella tonnara di Bordorano,



costruzione color ocra affacciata su un male azzurro, ma e’ solo un espediente, in verità la meta è la gelateria Vela, un baracchino che vende e produce gelati, che sembra uscito da un film di Tornatore, tanto e’ “tipicamente siciliano”: oddio non ci posso pensare :(a quella stupenda brioches con all’interno gelato al cioccolato fondente…e perche’ no avanti anche con la panna, ma che e’ sta cosa, ma che e’ sta meraviglia…via…via di qua, potrei mangiarne un’altra ed un’altra ancora, ma poi dovrei acquistare un biglietto supplementare per poter prendere posto in aereo!!!

E gli altri????…avanti facciamoci sempre riconoscere
E gli altri giramondini??? No non li abbiamo dimenticati ma… un ritardo qui ed uno spostamento di la ha fatto si che l’aereo da Roma con

Federica S.
e Curzio

[/CENTER]
sia arrivato piu’ o meno alla stessa ora dell’aereo da Torino con
Trappolina
Lg
e Tanga:o

[/CENTER]
Purtroppo Barbuda
in arrivo con l’aereo da Milano ha dovuto dare forfaitt per problemi di lavoro: Gabri sei comunque con noi… tranquilla mangeremo anche per te!!!!:love:
Eccoci qui ci siamo tutti, siamo comunque in 10 perche’ e’ con noi un’amica di Palermo, la simpaticissa Eleonora!
All’aeroporto chiaramente ci siamo fatti riconoscere…ma che avete capito… no, non tra di noi, ma riconoscere da tutti…


e per poco “due” che non voglio dire i nomi ma solo i nick “Trappolina ed Lg” non venivano arrestate per come si erano conciate:evil:… chiaramente Tanga si era tenuto a debita distanza… vuoi mai che qualcuno lo riconosca!!!!

San Vito stiamo arrivando!… Palermo-San Vito Lo Capo

Vabbe’ avanti che e’ tardi…ritiro della macchina presa a noleggio, l’altra e’ gentilmente messa a disposizione da Franco… e viaaaaaaaaaaaaaa verso San Vito Lo Capo, dove abbiamo prenotato 3 mini appartamenti al Residence-Hotel Il Melograno

, struttura in pieno centro a pochi metri dal mare, con garage interno e corte piena di piante mediterranee dove si affacciano gli ingressi di ogni nostra stanza. Arriviamo tardi, siamo tutti stanchissimi , ma questo non ci frena a rincorrerci in pigiama (e non) da una camera all’altra…sembriamo studenti in gita!!! Finalmente stremati pian piano ci ritiriamo nelle nostre stanze, non prima d’aver gustato cioccolatini di ogni tipo, portati dalle nostre “piemontesi”…cerea!!!!:love:

Sabato 26 settembre 2009

Granita ca briosci & Pane Cunzato!!!

La mattina dopo pioviggina “urca che sfaiga”, ma dopo una danza per mandar via la pioggia fatta da me con uno spazzettone in mano accompagnata dalle imprecazioni di tutti gli altri per il casino che stiamo facendo io e Franco, dato che stiamo bussando ad ogni porta… come per miracolo …IL SOLE!
Ci prepariamo e raggiungiamo un bar davanti alla spiaggia spoglia di lettini ed
ombrelloni, ma che pian piano si sta animando


[LEFT]La colazione che da mesi sognavamo e’ davanti a noi …granita siciliana con brioches o come ci dicono qui: granita ca briosci.

[/LEFT]
San Vito lo Capo ha un aspetto arabeggiante, con le sue casette cubiche pitturate di bianco, e davanti un mare limpido e azzurro… oggi il mare e’ mosso, ma va bene così… non ci ferma nessuno… e i tuffi tra le onde diventano il nostro

sport della giornata! Affittiamo 10 lettini e ci spaparazziamo al sole, mmmmmm che bellezza, e’ il 26 settembre e sembra l’inizio dell’estate! La mattinata passa tra sole, bagni, pettegolezzi e contrattazione prezzi con i venditori ambulanti… oddio non proprio solo così, ad un certo punto i maschietti si allontanano per tornare con una specialita’ per me indimenticabile…Ma che e’ il salmone… ma che e’ il caviale…


”Pane Cunzatu”




[/CENTER]
Ricetta:

[/CENTER]
filoni di pane casereccio tagliato a meta’ e condito con olio d’oliva,

[/CENTER]
origano e poco sale,

[/CENTER]
qualche filetto d’acciuga schiacciato con la forchetta,

[/CENTER]
fette di pomodoro maturo e pezzetti di formaggio saporito…


[/CENTER]
:shock:Maroooonnnna che bonta,’ che meraviglia.

[/CENTER]
Dopo esserci drogati con questa bomba accompagnata da birra gelata, Morfeo ci viene a trovare e praticamente sveniamo sui nostri lettini… ma non per molto, nel nostro piano di marcia c’e’ la visita ad Erice, tutti a docciarsi e via in macchina!

Erice 800 m slm… piumino cercasi! San Vito Lo Capo-Erice

Lasciamo San Vito e viaggiamo lungo la costa, il monte Cofano si erge di fronte a noi e le foto in controluce si sprecano… il paesaggio e’ bellissimo!



A circa 800 m sul livello del mare il borgo medievale di Erice guarda da un lato verso le saline di Trapani e dall’altro verso il Monte Cofano in direzione San Vito.


Il borgo e’ collegato a valle verso Trapani da una funivia che in dieci minuti copre il tragitto, regalando panorami mozzafiato! Bellissima la pavimentazione delle stradine che s’inerpicano tra castelli normanni, vicoli scoscesi e chiese…e cammina cammina siamo pure arrivati in mezzo alla nebbia…gente con piumini e maglioni, io in infradito e camicione di lino bianco!!! Brrrrrrrrrrrr hai voglia a camminare per scaldarti, mi infilo in un bar-pasticceria-rosticceria per bere qualche cosa di caldo… e ne esco con un arancino tra i denti!” Embe’ ho bisogno di calorie cioffreddo!!!!!



Finalmente il Cous Cous festival!
Ma non c’e’ tempo da perdere, questa sera ci aspetta il Cous Cous Festival, come vedete il nostro carnet non lascia spazio per tergiversare, noi le 24 ore…le sfruttiamo al massimo!!!!
Costa d’Avorio, Francia, Israele, Italia, Marocco, Palestina, Senegal e Tunisia si sfideranno a suon di delizie, proponendo ognuno il proprio cous cous.
Il buio scende e noi dopo trucco e parrucco siamo pronti per girare tra i vicoli di San Vito. La folla e’ qualche cosa di impensabile, ogni paese rappresentato ha bancarelle con vendita della mercanzia, di cibi, di vini… ci sono 4 punti di degustazione dove assaggiare le diverse varianti del piatto, e file lunghe anzi lunghissime di gente in attesa di potervi accedere: meno male che previdentemente abbiamo prenotato un tavolo a “Lo Stagnone” per gli amici “da Andrea”, famoso ristorante di San Vito che per l’occasione e’ strapieno… ci conforta vedere seduti al tavolo a cenare anche i cuochi in gara al cous cous festival…questo e’ piu’ che un biglietto da visita! Caponata, melanzane, polipo e altre delizie ci aiutano a riempire quel “buchino” che abbiamo nello stomaco, in attesa del famoso cous cous di pesce, e devo dire che la breve attesa ne e’ valsa la pena: buonissimo!!! Dopo tutto quel mangiare non potevamo prendere il dolce e quindi eccoci servire in tavola dei freschissimi fichi d’india gia’ sbucciati e pronti ad essere addentati…gnammmm!!!
Chiacchiere, risate, foto… coinvolgiamo con la nostra allegria (e confusione) anche i tavoli vicini, un signore viene “rapito” da noi e a turno gli viene passata la macchina fotografica di ognuno per avere la foto di gruppo: ma scusate non era piu’ semplice passarci il file????
Mio Dio devo camminare un po’, se non voglio scoppiare. Ci addentriamo in questo coloratissimo mercato, un vero e proprio suq. Ci si muove tra colori e sapori dei vari paesi del mediterraneo, ed ogni tanto rispunta qualche cosa a farci ricordare che siamo in Sicilia…mmmm i cannoli…

due passi e ci viene offerto un ottimo bicchiere di passito, che fortuna il chiosco e’ di amici degli amici! Opss, non ci sono piu’ la Federica e Curzio…tanto per cambiare stara’ comprando qualche cosa… e mancano anche Franco Patrizia ed Eleonora… aiutoooooooo dove siete qui c’e’ gente da tutte le parti, ci mancava pure il concerto dei Bandabardo’ che io non so chi siano ma qui invece li conoscono tutti …e tutti a saltare e ballare…alla fine ci siamo persi tutti, meno male che ci sono i cellulari!
Ormai e’ notte inoltrata quando facciamo ritorno stanchi morti verso le nostre stanze, poche ore di sonno ristoratore, e domani ci aspetta la riserva dello Zingaro!

Domenica 27 settembre

Maro’ fa caaaaldo! San Vito Lo Capo-Riserva dello Zingaro
La mattina dopo prima delle 8 io sono gia’ in piedi, mi infilo qualche cosa ed esco nel giardinetto, anche Franco e Patrizia si stanno preparando, decidiamo di andare a saldare i conti nella reception dell’hotel e con quella scusa facciamo pure colazione sulla terrazza all’ultimo piano…e da li si domina San Vito dall’alto!
…Urca ho svelato un segreto…ragazzi non ve l’avevamo detto di questo spuntino alle 8 di mattina di noi tre…vabbe’ pero’ poi ci siamo sacrificati a fare colazione anche con voi!!!
Con la solita delicatezza che ci contraddistingue, buttiamo giu’ dal letto Federica e Curzio, Lore ed Eleonora… il problema sono Trappolina e Tanga…hai voglia a bussare, per poco ci tocca buttar giu’ la porta!!! Tutti pronti??? Avanti, ai posti …viaaaaaaaaa.
Usciamo da San Vito e ci inerpichiamo per la montagna e tanto rapidamente poi scendiamo verso il mare, dall’alto la localita’ di Calampiso mi fa pensare che non mi sarei mai immaginata tanta bellezza, ed un mare con colori cristallini e tropicali.



Ma e’ solo l’inizio, man mano che ci avviciniamo all’ingresso Nord della riserva, sono sempre piu’ suggestionata da questo tratto di mare. Lasciamo le auto a poca distanza dalla biglietteria, e andiamo a pagare gli ingressi, 3euro gli interi e 2 euro i ridotti… alle 10 il sole e’ gia’ insopportabile, ogni decina di passi ci togliamo un indumento, morale la strada la facciamo in costume ed infradito: datemi un ventilatoreeeeeeeeeeee!
Dopo una camminata di circa venti minuti arriviamo a Cala Tonnarella dell’Uzo


e li decidiamo di scendere e stendere i nostri teli mare, l’acqua e’ tutto meno che calda ma invitante nei suoi colori… non ce la facciamo a rimanere per molto distanti dalle onde…splash, tuffi nuotate e risate…e poi di nuovo stesi al sole, e di nuovo un tuffo… e ancora un riposino per mettere a puntino la nostra abbronzatura. Trappolina e’ torturata da un’ape , che sembra si sia innamorata di lei, la caccia ma la malcapitata ritorna… evvai un altro ceffone!:evil: Le ore passano e la gente affolla la caletta, ora non sembra piu’ il paradiso che ci ha accolto qualche ora fa, ma anche noi dobbiamo tornare verso San Vito, e’ domenica 27 e tutti tranne Franco Patrizia e noi, hanno un aereo nel tardo pomeriggio che li riportera’ a casa. Ci incamminiamo, qualche scatto e poi un altro, buttiamo un’occhiata anche al Museo delle Attivita’ Marinare.
Che vista fantastica, camminiamo con un occhio sempre verso il panorama, ed ecco ad accoglierci le nostre macchine con i loro 40 gradi …uffi che caldo, la fila di auto parcheggiate ora si dilunga per piu’ di un km, non oso pensare cosa sia questo posto in luglio e agosto!



Il caldo-freddo…ve lo spiego? San Vito Lo Capo-Palermo
Tornati nel nostro paisiello andiamo di corsa a fare il pieno di pane Cunzato… ormai e’ nato un amore! Qualcuno di noi invece decide di andarsi a mangiare qualche cosa in un ristorantino! Mangiamo in spiaggia all’ombra dell’unica pianta, chiacchierando e ripensando a quante cose abbiamo fatto, un’oretta di relax e poi una bella passeggiata per questa cittadina che pian piano si sta svuotando delle migliaia di persone della sera precedente… certo ve ne sono ancora tantissime, il gruppo del ristorante e’ rimasto a piedi di cibo… nel senso che erano tutti stracolmi e li troviamo seduti ad una gelateria, con un pizzico di fortuna e un controllo serrato a tre persone che si stavano alzando riusciamo ad accaparrarci un tavolino, ma vedi che fortuna qui sono famosi per “il caldo-freddo” ve lo spiego??? Gnammm…gelato al gusto che vuoi…biscottino imbevuto di liquore, un bello strato di panna montata il tutto annegato dal cioccolato caldo e servito in un coccio caratteristico. Stop Stop… basta dopo questi 4 giorni mi dovro’ cucire la bocca per un mese!
Il sole sta cambiando le sue sfumature e questo ci dice che dobbiamo andare a preparare le valigie… doccia rapida, e con un po’ di malinconia lasciamo quelle 3 stanze che ci hanno accolto in questi giorni. In macchina ho modo di ammirare di giorno la costa che all’andata avevamo percorso col buio e la pioggia.


Un tramonto meraviglioso ci accoglie al nostro arrivo al Falcone Borsellino, accompagniamo Federica Curzio Lg Trappolina e Tanga all’imbarco, saluti… abbracci:bacio: e la promessa di ritrovarci a breve… e con la mente siamo gia’ nel periodo natalizio

… sembra che il nostro prossimo week end tutti insieme (ma saremo ben molti di piu’) sia dietro l’angolo…ed in effetti ora che sto scrivendo siamo all’8 di novembre ed e’ veramente molto vicino manca un mesetto…allora dove ci troviamo la prossima volta?, ma nooooooo: tutti a Verona!!!

Lunedì 28 settembre 2009

Meridiana bagaglio a mano…da Palermo porta tutto quello che vuoi!

P.S. Si si lo so…io non abito in Sicilia… tranquilli, dopo una serata a base di ricci di mare, panelle ed altre bonta’ mangiate in un ristorantino all’aperto in centro a Mondello, abbiamo dormito in una bella villa liberty posta alla fine del parco della favorita, ed all’indomani di buonora Franco ci ha accompagnati in aeroporto: ore 9 parte il nostro volo, giusto il tempo di un salutino e ritiro dei cannoli che avevo prenotato il giorno prima alla pasticceria Palazzolo (ebbene si c’e’ un loro punto vendita all’interno dell’aeroporto), e poi via verso l’imbarco… ahhh dimenticavo, il volo di rientro e’ sempre con meridiana, ma stavolta il peso del trolley non e’ un problema…mi sarei potuta portare anche le ceramiche di Erice… anzi, tutta l’esposizione
, qui non pesano nulla:no:, non controllano nulla:no:… nemmeno il biglietto!!!! Paese che vai usanze che trovi!

[RIGHT][RIGHT]Da64:rose:[/RIGHT]
[/RIGHT]

Pin It
Tags:

Ci sono 25 commenti su “San Vito Lo Capo: ode al Cous Cous & al Pane Cunzato

  1. Bene adesso ho letto, bravissima Dani.:):):)
    Sono veramente felice che Vi sia piaciuto il giretto nella terra che amo, la mia terra.
    E come promesso, basta che lo vogliate l’ anno prossimo organizziamo qualcos’ altro.
    :bacio::bacio::bacio:

  2. Saom ti ringrazio per il complimento:rose:
    Franco… non solo ci e’ piaciuto ma sei stato un ospite perfetto ci siamo immersi nelle tradizioni e nel cibo :bacio:
    19luna85… siamo solo amici che si organizzano e stanno insieme… grazie per le tue parole… :rose:

  3. ancora un 10 con lode alla Dany :rose:
    ancora un diario stupendo :serenata:
    ancora una serie di foto mozzafiato :ok:
    che altro dire…… se non …. beata te che hai tutte queste ferie!!!!
    grande Dany, bravisssssima e ora aspettiamo tutti il diario sulla neve. giusto?

  4. Elly… tu sai come siamo… il divertimento con noi e’ assicurato…il cibo pure… cosa volere di piu’ quando si e’ tutti insieme!:flirt:…graziemille!

    Chi64… ferie??? ma era un we lungoooooooo:x…a volte con un venerdì ed un lunedì… ne esce una mini vacanza! Grazie per i complimenti… *-)mmmm come fai a sapere che arrivera’ un diario della neve!!!!!!!!!!!!:cattivo:

  5. Daaaaaaaniiiiiiiiiiiiii………… che ricordi………..

    Il “pane cunzatu” :( … il “caldo freddo” :( … il cous cous :( … quel negozio/bar ad Erice :(:(:(:(:(:(:(

    Ho ancora i pantaloni che stringono, ma è stato un weekend meraviglioso e non vedo l’ora di ritrovarvi tutti alla prossima (casualmente intorno ad un tavolo!!!!!!!).

    Perchè non affittiamo una beauty farm per qualche weekend luuuuuungo e cerchiamo, almeno una volta, di divertirci SMALTENDO???
    :-P:-P:-P

    Grazie per il racconto Dani… è stato come tornare là… e rivederti girare in mutande con lo spazzolone a tirare giù dal letto i dormiglioni !!! (potevo dirlo, vero?)!:rose:
    :D:D:D

  6. Romy58… che emozione vedere che ti ricordi del mio diario delle dolomiti…grazie:love:
    Loreeeeeeeee:shock:…l’hai detto!!!! Beh vediamo se riesco a camuffare un po’… ehhmmmm avevo un mini mini abito… e poi mi ero appena alzata…e poi… masssììììì l’importante e’ che ci siamo divertiti come i pazzi!…Vuoi un we in beautyfarm?… basta chiedere!:wink: Grazie Lore!:love:

  7. Sinceramente voglio leggermelo e degustarmelo ben bene, cosa che in questi giorni…per una serie di garbugli….. non ho ancora potuto fare.
    L’ho sulla chiavetta, prima o poi arriverà il momento giusto…quindi nuovamente a dopo il mio commento.

  8. Da64 wrote:
    Loreeeeeeeee:shock:…l’hai detto!!!! Beh vediamo se riesco a camuffare un po’… ehhmmmm avevo un mini mini abito… e poi mi ero appena alzata…e poi… masssììììì l’importante e’ che ci siamo divertiti come i pazzi!…Vuoi un we in beautyfarm?… basta chiedere!:wink: Grazie Lore!:love:

    Ma che devi cammuffare…. è stato bellissimo!!!!

    Per il we in beautyfarm…. SSSSSSSSSSSIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIII

    :D:D:D:D:D:D:D:D:D:D:D:D:D :bacio:

  9. Franziska… non per niente il diario e’ un’ode al pane cunzato…maroooooooooooo… nun ce posso pensare!Grazie per i complimenti!!!:rose:

    Lore…se continuamo con sti ritrovi altro che beauty farm…ci tocca farci mettere il bypass per stringere lo stomaco!:shock:

  10. X Da64.
    Finalmente sono anch’io arrivato alla fine della lettura…ognuno di noi ha i suoi ritmi…
    Ho finalmente trovato il tempo necessario e credimi mi è molto piaciuto, bella scorribanda, la Sicilia è poi una terra che merita…non mi dilungo oltre.
    Complimenti alla tua professionalità, penso che avresti un buon successo come regista (ammesso che tu non lo sia già).
    Però…lasciami dire… la lacrimuccia (ed anche più di una) mi è scappata sul diario del Fantazia, quando per me è stato il rivivere situazioni emotive indimenticabili.
    Complimenti e congratulazioni per l’impegno e la perseveranza. Gianni.

  11. Gianni …dimmi ma una lacrima non l’hai versata guardando negli occhi:… :shock:il pane cunzato!…macche’ professionalita’…mi metto li e scrivo… sono felice che anche questo ti sia piaciuto… :rose:… comunque si il Fantazia resta sempre nel mio cuore…diario e luogo!:wink:

Lascia un commento

Commenta con Facebook