Vienna e i mercatini di Natale

Dove: Vienna, mercatini di Natale
Come: Pullman, metropolitana e chilometri a piedi
Quando: 04 – 12 – 2009 / 08 – 12– 2009
Perchè: Vienna è una città bellissima, ci ero già stata due volte e avevo il desiderio di farla “conoscere” anche a mio marito :bacio:

Sistemazione: hotel Caroline, A-1100 Wien Gudrunstrasse 138 (www.hotelcaroline.at) vicino alla fermata della metropolitana Keplerplatz
Mezzi: metropolitana (U-Bahn) identificabile con una grande U blu, acquistato 72h-ticket a € 13,50. Per chi fosse interessato anche alla visita dei musei forse conviene di più la Wiener Card a € 18,50
Tempo: variabile, tendenzialmente nuvoloso

Partiti venerdì 4 dicembre alle ore 22:00 da Milano, dopo un viaggetto sonnolento, siamo giunti a Vienna alle 9:00 del mattino successivo. Sistemati i bagagli – per modo di dire, dato che la nostra camera non era ancora pronta – abbiamo dato inizio al tour de force viennese.

5 dicembre

Belvedere Inferiore e Superiore: fermata metro Sudtirolerplatz, all’uscita tenere la sinistra – dove c’è il semaforo – e camminare per una decina di minuti, lo si trova sulla sinistra. Visto solo da fuori, in fase di pulizia la fontana all’ingresso. Presenti alcune casette natalizie, abbiamo preso il punsch alla mela (Apfelpunsch) per € 5,00 tenendo poi la tazza come ricordo.

Karlskirche: (Chiesa di San Carlo) fermata metro Karlsplatz. Vista solo da fuori, biglietto di ingresso € 6,00. Davanti all’ingresso della chiesa hanno sistemato della paglia per sedersi e far giocare i bambini (e non solo…), alcuni pony con cui fare qualche giretto e le casette natalizie. Qui abbiamo pranzato per la prima volta con cibi tipici viennesi: un piatto di gnocchi con formaggio, un piatto di gnocchi con verdure e una birra € 13,00. Se si restituisce il bicchiere al banco ridanno i 2,00 € di caparra.

Sezession: (Secessione) a pochi passi sulla sinistra rispetto alla Karlskirche, edificio dedicato al movimento artistico dei secessionisti, visto solo da fuori (Per dirla tutta: davvero un grosso Ferrero Rocher!).

Stephansdome: (Duomo di Santo Stefano) fermata Stephansplatz. Abbiamo avuto fortuna! Un’occhiata di tardo sole pomeridiano per ammirare i giochi di colore del tetto!! All’interno, invece, piuttosto scuro. Comunque rimane un ottimo esempio di architettura gotica.

Centro storico: passeggiata per il centro di Vienna, tutto bello addobbato a festa con un bel fioccone gigante su un edificio.

Opera: a pochi passi dal Duomo, con tanto di intrattenimento musicale esterno da parte di un gruppo nordafricano e di mimi vari travestiti.



Akademie der Bilden Kunst:
(Accademia delle Arti) trovata passeggiando, uno dei tantissimi esempi di edifici storici di Vienna.

Dopo una pausa-doccia in hotel siamo andati con due nuovi amici alla ricerca di un posto dove mangiare…tralasciando cosa è successo :x siamo finiti…al MacDonald!! Eh pazienza, è solo la prima sera, ci rifaremo le prossime!!

Centro storico in notturna e Graben: ma che carine tutte le illuminarie accese!


6 dicembre

Di buona mattina, dopo un’abbondate colazione dolce e salata in hotel, abbiamo ricominciato a “scarpinare” di buona lena!
Museums Quartier: (Quartiere dei Musei) fermata metro Museumsquartier. Visti gli edifici solo da fuori: Leopoldmuseum con la mostra dedicata a Munch, Kunsthistorische Museum e Naturhistorische Museum. Immensi ed esternamente bellissimi.



Mariatheresiaplatz:
(Piazza Maria Teresa) tra il Kunsthistorische e il Naturhistorische Museum, con il monumento dedicato a Maria Teresa e le casette natalizie. Qui abbiamo trovato degli animaletti di legno deliziosi a buon prezzo, il riccio a € 6,00.



Volkstheater:
(Teatro del Popolo) visto esternamente, di passaggio verso il Parlamento.
Justizpalast: (Palazzo di Giustizia) sempre di passaggio verso il Parlamento.
Parlament: (Parlamento) grande, tanto grande che non ci sta tutto in una foto fatta dall’altra parte della strada!



Burgtheater:
trovato passeggiando verso il Rathaus.
Rathaus: (Municipio) raggiungibile anche scendendo alla fermata metro Rathaus. Bello, bellissimo e di sera, addobbato ed illuminato a festa, semplicemente stupendo….

Sosta mangereccia ai mercatini Wiener Christkindlmarkt dove con € 5,00 abbiamo preso una patatona gigante arrostita e tagliata a metà, con salsa allo yogurt, erba cipollina e prosciutto cotto…mmmmhhh una delizia!!!! :cool:

Universität: (Università) trovata passeggiando verso la Votivkirche.
Votivkirsche: (Chiesa Votiva) raggiungibile anche con la metro, fermata Schottentor. Parzialmente in ristrutturazione, richiama molto lo stile del Duomo di Santo Stefano.

Minoritenkirsche: (Chiesa dei Minoritani) fermata metro Herrengasse. Di strada verso l’Hofburg.

Hofburg: Residenza invernale degli Asburgo. Una parte ospita la Biblioteca Nazionale Austriaca, l’altra conserva ancora gli appartamenti imperiali così com’erano.
Ingresso € 9,90 con audio guida e comprende il Museo delle Argenterie, il Museo di Sisi e gli Appartamenti Imperiali. Durata: ca 30 minuti per il Museo delle Argenterie, 33 minuti per il Museo di Sissi e 27 minuti per gli appartamenti dell’Imperatore. Lo abbiamo trovato un po’ troppo lungo e poco discorsivo, decisamente meglio a Schönbrunn. www.hofburg-wien.at



Volksgarten:
(Giardini pubblici) con la statua dedicata a Mozart, uno dei – tanti – simboli di Vienna.
Albertina: un giretto giusto per fotografare dall’alto il centro e lo storico Hotel Sacher, dove, per la troppa fila, abbiamo rinunciato a gustare una bella fetta di Sacher.


St. Michael: Chiesa vista solo da fuori.

Pausa-doccia in hotel e di nuovo fuori, destinazione ristorante BEIM HOFMEISTER (Wien 1, Bräunerstrasse 7, in pieno centro storico, trovato per caso dai due nostri nuovi amici.
Un posticino piccolo da ca 30 persone aperto dal 1880, illuminazione soffusa e piatti tipici: cosa chiedere di più? Il menù!
Zucca fritta con patate prezzemolate e salsina
Patatona con salsa allo yogurt e prosciutto
Coscia d’oca con cavolo rosso e gnocchi di pane
Sella di cervo con composta di frutti rossi, funghi e patate arrostite (il mio piatto!)
Braciole con cipolla fritta e patate schiacciate arrostite
Gulasch con patate prezzemolate
Strudel di mele
Sachertorte
Altri due dolci che non ricordo
Acqua e birra neanche € 50,00 a coppia.
Ovviamente non era buono, di più!!!!!!!!!!!! :):cool:
7 dicembre

Schönbrunn: (Residenza estiva della Principessa Sisi) fermata metro Schönbrunn. Ingresso Winter Pass € 25,00 con audio guida e comprende Tour 40 stanze di Schönbrunn – praticamente tutte -, Serra delle Palme, Giardino del Deserto, Zoo Imperiale, Museo delle Carrozze.
Decisamente ottima l’audioguida, concisa e scorrevole, pur durando 50 minuti il percorso guidato delle sale.
Carini, ma nulla di che, la Serra delle Palme e il Giardino del Deserto, sarà che non ce ne intendiamo di botanica…

Tantissimi animali allo Zoo Imperiale: tigri, elefanti, rinoceronti, pinguini, foche, giraffe, koala, pavoni, panda, fenicotteri, orsi, linci, lupi e come non dimenticare l’incontro ravvicinato con la zampona di una leonessa?!
La visita al Museo delle Carrozze può essere supportata da un’audioguida a € 2,50, noi non l’abbiamo presa, però vale la pena vedere quanto fossero mastodontiche ed elaborate le carrozze imperiali, incredibile il carro funebre imperiale, grande, grosso, nero…
E poi…il parco!! Vale da solo la visita al Castello di Schönbrunn, con statue, fontane, monumenti, strade che si intrecciano, piante, fiori e scoiattoli che giocano, la fontana di Nettuno, in lontananza la Gloriette, tanto lontana che dopo 2 giorni di “intenso” cammino nemmeno ce l’abbiamo fatta ad ammirare da vicino, i piedi hanno indetto sciopero…..:-P www.schoenbrunn.at

Ovviamente pausa pranzo al mercatino locale, ci siamo dati alla pazza gioia con due piatti di knodel con porri e speck € 5,00 l’uno, bombolone gigante al cioccolato € 3,20, waffel con marmellata € 3,00 acqua e birra!

Stadtpark: tappa per foto obbligatoria con la statua di Strauss e visitina veloce al parco.

Pausa-doccia in hotel per poi ritrovarci, dopo una fuga per vedere il Rathaus illuminato di notte, con i due compagni di mangiate, destinazione ristorante SALM BRÄU (Wien 3, Rennweg 8, vicino al belvedere, www.salmbraeu.com).
Tipico locale segnalato da molti viaggiatori, è conosciuto come una delle più belle birrerie d’Europa, con menù a forma di pinta, come non provarlo?
Crema d’aglio con crostini
Crema alla boema
2 Piatti del cacciatore (Padella servita in tavola con spätzle, carne e funghi)
Gulasch con gnoccone di pane, uovo all’occhio di bue e wurstel (mio!)
Formaggio fritto con composta di mirtilli rossi (mio pure questo!)
Stinco di maiale con gnoccone di pane e crauti (non ricordo bene questo piatto)
Strudel di mele
2 dolci al cioccolato con panna
Acqua e birra…non ricordo di preciso la spesa, mi sembra una 40ina di € a coppia.



8 dicembre

Colazione abbondante dolce e salata in hotel, ultime foto e… buon ritorno a casa!

Ciao Vienna, alla prossima visita…
Ciao Mary e Dario, al prossimo viaggio…(o alla prossima cena??):rose:

Piccola considerazione: Vienna è una capitale abbastanza piccola e godibile a piedi, ad ogni angolo si possono vedere edifici storici adibiti ad usi commerciali o abitativi, basta passeggiare a caso tra le vie per vedere angoli e scorci di un’epoca che ha fatto storia e che ancora oggi fa sognare.

Pin It

Ci sono 6 commenti su “Vienna e i mercatini di Natale

Lascia un commento

Commenta con Facebook