Pisa

Già da un pò avevo deciso di passare una domenica a Pisa, capoluogo di provincia toscano… certo, non è stata la prima volta che la vedevo:wink:Pisa è a una mezz’ ora di treno da casa mia e spesso, per una cosa o quell’ altra, vi ho fatto tappa… eppure non ho mai avuto modo di gustarmela pienamente:oops:
cosi una domenica di aprile ci siamo organizzati e siamo partiti per questa città un tempo florida repubblica marinara (detta “La Superbissima”:)) ed oggi prestigiosa sede della sapienza:wink:, ricca di innumerevoli ed importanti siti storici…

Domenica 18 aprile

Siam pronti:ok:optiamo per il treno (la méta non dista molto da noi, inoltre la possibilità di trovare poco parcheggio per di più a pagamento ci fa desistere dalla macchina;)) cosicchè alle 9 e mezza arriviamo: siamo a Pisa!!:D
Il tempo è splendido, sereno, soleggiato con temperatura primaverile:)(e cavoli… non se ne poteva più dopo settimane di pioggia!!:(), in una giornata percorreremo la città da un estremo all’ altro visitandola in toto (o almeno ci proviamo;))… ebbene, i buoni propositi ci sono, la curiosità e la voglia non mancano:wink: non ci resta da far altro.. let’s go!!
attraversando Piazza Vittorio Emanuele II ci dirigiamo verso la prima tappa: il murale di Keith Haring dipinto su una parete della chiesa di S. Antonio

[/URL]

carino!:wink:forse uno dei pochissimi esempi di arte moderna in questa città (anche se il luogo dove si trova non gli rende giustizia, è troppo “nascosto”;))…
proseguiamo imboccando una delle rinomate “vie dello shopping”, ecco Corso Italia:) il viale non è ancora gremito di gente, la maggior parte dei negozi sono chiusi e noi camminiamo gustandoci in tranquillità l’ atmosfera dei borghi pisani:)
è bello passare in stradine medievali, tra boutique di Intimissimi o Benetton e scoprire al contempo siti di interesse storico:wink: (in Corso Italia si può vedere la chiesa di S. Domenico o il monumento a Nicola Pisano)..
dopo solo una decina di minuti arriviamo sul Lungarno:yeah: splendido baciato dal sole:ok:

[/URL]

siamo sul Lungarno Galilei e facciamo tappa al Santo Sepolcro, chiesetta medievale a pianta ottagonale:)continuiamo poi lungo l’ Arno fino ad arrivare ad un delizioso angolo verde, il Giardino Scotto

[/URL]

ideale per “sbollentarci” dopo una camminatona sotto il sole:)
il giardino non è grandissimo, ma ricco di tavoli e panchine coperti, giochi e prati.. perfetto per la gioia dei bambini o un bel pic nic! dopo una breve attraversata alberata torniamo al Ponte della Fortezza per attraversare l’ Arno e spostarci sul Lungarno Mediceo dove, proprio all’ inizio, troviamo la chiesa di S. Matteo e il Museo nazionale di S. Matteo…
entrando per visitarlo ci viene detto che è la settimana della cultura (dal 16 al 25 aprile 2010) e non si paga biglietto:yeah:
per maggiori info su orari e tariffe del museo potete consultare il sito
http://www.sbappsae-pi.beniculturali.it/index.php?it/146/pisa-museo-nazionale-di-san-matteo

la visita dura in media un’ ora, interessante perchè contiene numerosi esempi artistici di pittori e scultori che hanno lavorato a Pisa durante il suo passato più florido:)…
concluso con il museo continuiamo la nostra camminata verso Porta a Lucca dove, al di là delle mura, ci aspetta la trattoria per il nostro meritato pranzo:cattivo:…
durante il tragitto ne approfittiamo per fare altre piccole tappe, a partire da Piazza delle Gondole (credo in onoranza di una delle altre repubbliche marinare: Venezia:)), passando da Piazza S. Francesco con l’ omonima chiesa e ancora, da Piazza dei Martiri della Libertà piena di gruppi di studenti in relax:ok:

[/URL]

diamo poi un’ occhiata alla chiesa di S. Caterina e, più in là, di S. Zeno sino ad arrivare a Porta a Lucca:)…
immediatamente prima sorgono le rovine delle Terme Romane chiamate “Bagni di Nerone”, in uno spiazzo verde visibile da tutti…
è l’ una:)mamma mia che scampagnata fino ad ora, e il bello è che siamo appena all’ inizio.. il meglio deve ancora arrivare!!:cool:con questo bel pensiero andiamo verso la tanto attesa trattoria (ok le meraviglie monumentali di Pisa.. ma allettano anche quelle culinarie:cattivo:) curiosi di vedere (o meglio… saggiare) se ciò che abbiamo prenotato è veramente come ci hanno descritto…
il ristorante è il famoso “da Bruno”, nominato dai più, ed effettivamente… ci ritroviamo in un posticino niente male!:) contenuto ma ben arredato, pulito, servizio disponibile e pronto… per non parlare della qualità!! abbiamo mangiato ottimi piatti tipici… i prezzi non sono stracciati, ma nemmeno alle stelle:wink:per evitare comunque di far lievitare il budget abbiamo optato per il menu turistico:
un primo, un secondo, un contorno e un dolce a scelta a soli 25euro cad. tutto incluso… e tutto delizioso!! assolutamente da tornarci..
qualche specialità della casa? zuppa pisana e torta pisana coi bischeri, ve li consiglio:)
per maggiori info date un occhio al sito del ristorante
http://ristorante.dabruno.it/index.php

bene bene, soddisfatti e con la pancia piena torniamo sui nostri passi… il pomeriggio ci riserverà il meglio del meglio:ok:
infatti non attendiamo altro e ci dirigiamo verso la famosa Piazza dei Miracoli:D
dopo qualche minuto che camminiamo vediamo la Torre far capolino tra la moltitudine di tetti pisani e finalmente eccoci… ad aspettarci all’ ingresso la grande Torre Campanaria:)seguita dal Duomo, attorno a loro immensi prati verdeggianti e ancora… la gente:)tanta gente, di tutti i tipi: turisti, studenti, addetti alla sicurezza, guide, semplici cittadini, chi a riposarsi o a prendere il sole sull’ erba, chi fa la fila per entrare in uno dei monumenti o chi semplicemente rimane stupefatto dalla bellezza di queste meraviglie architettoniche… mai nome è stato più azzeccato per una piazza:)
ci apprestiamo ad andare alla biglietteria, tutti i siti da visitare sono a pagamento…
tra le varie tariffe, decidiamo di andare in due sulla Torre (il prezzo a persona è sostanzioso: 15euro cad.) eppoi tutti insieme a vedere due siti a scelta tra Duomo, Battistero, Camposanto, Museo dell’ Opera del Duomo e Museo delle Sinopie…
con 6euro cad. optiamo per il Duomo e il Museo dell’ Opera del Duomo:)
per tutte le info su orari e tariffe ecco il sito di Piazza dei Miracoli
http://www.opapisa.it/

sono le 2 passate, il nostro turno per salire sulla torre è tra un’ora… incarniamo il tempo visitando il Duomo di S. Maria Assunta (di fronte ad esso si trova il Battistero e di fianco il Camposanto Monumentale)

[/URL]

a dir poco splendido, enorme, ricco di opere di estrema importanza come il “Pulpito” di Giovanni Pisano… il lampadario che adorna la navata principale è detto di “Galileo” perchè la leggenda vuole che lo scienziato abbia formulato la teoria dell’ isocronismo del pendolo osservandolo, e ancora, reliquie di numerosi santi tra cui il patrono della città: San Ranieri.
Ma un’ ora vola in fretta e torniamo frettolosamente alla Torre Campanaria

[/URL]

giunto il nostro turno saliamo… 300 scalini a chiocciola e per di più senza un andamento regolare (ricordo che la Torre è inclinata) non sono certo una passeggiata, ma la fatica viene ripagata dalla splendida vista su Pisa che si gode da lassù

[/URL]

dopo il panorama scendiamo e facciamo l’ ultima tappa all’ interno di Piazza dei Miracoli: ci aspetta il Museo dell’ Opera del Duomo, visitabile in un’ oretta al massimo, racchiude tutti i reperti sacri ed artistici ritrovati all’ interno del Duomo o dediti allo stesso… e qua, con un buon gelato, salutiamo la bella “dei Miracoli” per andare in un’ altra rinomata piazza: Piazza dei Cavalieri a circa 5 minuti…
Piazza dei Cavalieri racchiude altri siti di fondamentale interesse, dalla Torre dell’ Orologio, famosa per aver tenuto prigioniero il Conte Ugolino durante le sue agonie, a Palazzo della Sapienza, sede universitaria che vanta di enorme prestigio in tutto il mondo (solo pochi “eletti” vi sono ammessi).
Infine la chiesa di S. Stefano dei Cavalieri chiude la piazza…
cotinuiamo percorrendo un’ altra “via dello shopping”: siamo in Borgo Stretto, brulicante di ragazzi e ragazze, negozi e bar:)da qua, passando per Piazza Garibaldi, tocchiamo nuovamente le sponde dell’ Arno: proseguiamo per Lungarno Pacinotti, il sole non picchia più ormai e la camminata è piacevole nonostante la stanchezza.
Giungiamo fino al Museo nazionale di Palazzo Reale che avremmo visitato volentieri, peccato sia chiuso la domenica:o
per maggiori info eccovi il sito del museo
http://www.sbappsae-pi.beniculturali.it/index.php?it/147/pisa-museo-nazionale-di-palazzo-reale

arriviamo sul Lungarno Simonelli dove possiamo ammirare gli Arsenali Medicei e la Torre Guelfa “Cittadella” e da li, attraversando il Ponte della Cittadella, imbocchiamo la direzione opposta sul Lungarno Sonnino… nonostante la giornata sia al termine riusciamo ancora a veder qualcosa: pochi minuti dopo arriviamo alla chiesa di S. Paolo a Ripa D’ Arno, ossia l’ edificio da cui prende spunto l’ architettura del Duomo di S. Maria Assunta; sul retro della chiesa si trova una deliziosa cappelletta orientaleggiante:)
torniamo sul lungarno e ci dirigiamo verso la chiesa di S. Maria della Spina, piccola cappella in stile gotico costruita a ridosso delle sponde dell’ Arno…

[/URL]

un tempo all’ interno era conservata una spina della corona di cristo, successivamente spostata nella chiesa di S. Chiara sempre a Pisa… paghiamo i 2euro cad. per l’ ingresso ed entriamo.. è davvero piccina, il tutto si riduce ad un’ unica sala dove sono momentaneamente esposti i quadri di un pittore pisano…
cosi terminiamo il nostro piccolo, o grande, come volete voi, giro in quel di Pisa… siamo alle porte del Lungarno Gambacorti ma svoltiamo sull’ interno, verso la stazione, riuscendo a prendere il treno delle 6 e mezza:)
in questo breve arco di tempo siamo riusciti a vedere quasi tutta la città, dai borghi medievali ai deliziosi ritagli di verde, dalla maestosità di Piazza dei Miracoli all’ incantevole passeggiata sulle sponde del suo fiume.

il mio ALBUM FOTOGRAFICO di Pisa

Pin It
Tags:

Ci sono 6 commenti su “Pisa

  1. Che bello questo diario, ricco di informazioni e di bellissime foto da ammirare!!! non come le mie ( del precedente diario ridotte ai minime termini da me stessa!!! :::))))
    davvero complimenti!

    ps le foto non le ridotte per niente, vero? giusto per non sbagliare ancora la prossima volta!!!

  2. x girasole: grazie di cuore!! mi fa piacere che il resoconto sia di gradimento:wink:
    comunque si, le foto le ho ridotte ma non tantissimo, le ho portate alla grandezza di 800×600 circa:)

    x salabike: segna segna:ok:merita davvero!!!:)

Lascia un commento

Commenta con Facebook