La 2° volta a Parigi non la scorderò mai…

La seconda volta a Parigi non la scorderò mai…:bacio:
Questo viaggio è durato 12 giorni pieni ed è stato organizzato tutto autonomamente. Ancora una volta protagonisti del viaggio siamo stati io ed il mio ragazzo.
Dal 15 al 21 agosto siamo stati in Olanda, dal 21 al 25 agosto siamo stati in Belgio e solo il 25 e 26 agosto abbiamo fatto un giro a Parigi, tempo sufficiente per un “giro” dato che nella capitale francese eravamo già stati per 6 giorni lo scorso anno.
Il WE che ora mi accingo a scrivere riguarda solo le due giornate scarse trascorse a Parigi. Scriverò successivamente un diario per l’Olanda e uno per il Belgio.
Da questa foto iniziale potete intuire perché non scorderò mai questa seconda volta a Parigi…

Iniziamo quindi dagli ultimi 2 giorni di viaggio: 25 e 26 agosto 2010.
Partiamo in mattinata da Bruxelles con un velocissimo treno Thalys (alta velocità francese) che in poco più di un ora ci porta alla Gare du Nord. Biglietto pagato solo 25eur a testa, acquistato con 3 mesi di anticipo con una riduzione di più del 70% sul ticket flessibile.

Con la Rer B, arriviamo a Luxembourg nei pressi del Pantheon e dei Giardini di Luxembourg. L’hotel che abbiamo scelto è in Place du Pantheon: Hotel des Grands Hommes. Scelta motivata dalla posizione e soprattutto sulle recensioni estremamente positive trovate in rete. La nostra camera ha due finestre con una splendida vista sulla cupola del Pantheon, è finemente arredato con oggetti di antiquariato, ma presente alcune piccole pecche. Lo consiglierei e ci tornerei solo per una tariffa più bassa.

[/U]

Il tempo è nuvoloso, ma non pioverà. Partiamo subito alla ri-scoperta della città. Il giorno 25 il nostro giretto a piedi consta di 14,3km, escluso il “cammino” nei negozi e sul bateaux-mouches. Durante il viaggio ci sono stati giorni più ricchi di km a piedi. :ok:
Iniziamo con un giro nei bellissimi Jardin du Luxembourg che nel nostro precedente viaggio a Parigi, fatto a Capodanno ’09, erano ghiacciati e spogli :shock:. Ora ogni aiuola è piena di fiori colorati:

[/U]

[/U]

I giardini sono invasi dai parigini. Adiamo poi alla Chiesa di Saint-Sulpice e proseguiamo per il Boulevard Saint-Germain. Il cuore del Quartiere latino pullula di locali e persone, tra Rue de Buci e Rue de Seine c’è il mercatino. Ci fermiamo a pranzo in un locale sito in un edificio storico che ha visto tempi migliori, ma è ancora affascinante, si tratta di Paul, ce ne sono vari a Parigi, ve lo consiglio per il pranzo:

[/U]

Riprendiamo il ns cammino, passeggiamo per il Boulevard Saint-Michel e arriviamo all’Ilè de la Citè dove c’è la splendida chiesa di Notre Dame. Il monumento che ho amato più di tutti fra i tanti visti nel viaggio precedente.

[/U]

Attraversiamo l’isola e notiamo che la fila per entrare alla Saint-Chapelle è ¼ di quella di 2 ore che facemmo noi più di un anno fa…Attraversiamo il Pont Neuf e siamo sull’altra sponda della Senna. C’è la facciata del Louvre lato opposto alla Piramide. Passeggiamo per Rue Rivoli, arriviamo a Rue Saint-Honorè dove c’è l’appartamento che fittammo nel precedente viaggio. Ritorniamo su Rue Rivoli e attraversiamo i Jardin des Tuileries, anche questi ora splendidi, pieni di fiori colorati ed erba verde brillante. Nei ns ricordi erano tutti bianchi ricoperti da un sottile strato di neve…

[/U]

Arriviamo in Place de la Concorde e passeggiamo per un piccolo tratto per gli Champs-Elysèes, ci dirigiamo poi verso il Pont des Invalides, nei pressi del quale è possibile prendere il Bateaux-Mouches. In estate i battelli partono molto frequentemente.Il ticket adulti costa 10eur ed il giro dura circa 70 min. Il giro parte inizialmente verso le due isole, fa poi inversione e si spinge fino alla Torre Eiffel e poi torna nuovamente indietro.

[/U]

Sul battello accade una scena da film: il mio boy mi chiede di passare il resto della vita con lui e mi regala uno splendido anello cogliendo perfettamente i miei gusti. :love:

[/U]

[/U]

Non è che non me l’aspettavo proprio perché è già da un po’ di mesi che parliamo concretamente di “sistemarci”, perché al di là della parte romantica, la parte pratica-organizzativa è quella che conta veramente, ma la sorpresa e la commozione c’è stata ed è stata tanta. Ora speriamo di concretizzare a breve una data. :oops:

Chiudiamo questa parentesi romantica e riprendiamo il nostro viaggio. Dopo il commovente giro in battello attraversiamo Avenue George V e riprendiamo la passeggiata sugli Champs Elysèe per più di 1 km, fermandoci in molti negozi. Abbastanza stanchi ma felici, prendiamo un autobus per tornare in hotel. Preparo le valigie, poi ci sistemiamo ed usciamo. Giriamo per il Quartiere Latino dove ci fermiamo a cenare ed andiamo nuovamente a piedi a Notre Dame (ma stavolta su tacco 120 :ok:). L’Ilè de la Citè brilla della luce riflessa dalla splendida cattedrale bianca tutta illuminata.

[/U]

Il giorno successivo facciamo il chek-out, ma lasciamo i bagagli in hotel perché abbiamo ancora tempo. Decidiamo di fare un giro in posti meno noti al turismo di massa. Prendiamo l’autobus 84 che ci porta fino a Porte de Champerret. Da qui con una passeggiatina di 3 km per la zona periferica di Parigi arriviamo nel cuore del Bois de Boulogne. Questo parco è situato al limite della città di Parigi, è molto grande e ricco di punti di interesse. Non troviamo turisti, ma solo pochi parigini per lo più che si allenano. Facciamo un pic-nic e vediamo anche una lepre.:) Purtroppo possiamo girarne solo una minima parte, vorremmo fare un giro per il lago nelle barchette a remi che si fittano ma ormai è tardi.

[/U]

[/U]

Torniamo in hotel a prendere le valigie e ci rechiamo ad Orly, dove arriviamo verso le 15, facciamo velocemente il chek-in ancora non sappiamo che l’aereo partirà con un bel po’ di ritardo.

Complessivamente per i 12 giorni è stato un bel viaggio, anche se ci sono stati piccoli problemi, in particolare sono stata male con febbre alta :-xe a tutt’oggi ancora non mi sono ripresa al 100%. :???:A causa di ciò la ns visita in Belgio è stata molto superficiale. L’Olanda ci ha conquistati, ma più di ogni altra cosa ricorderò per sempre questo bel giro a Parigi.

GRAZIE A TUTTI PER LA LETTURA. SPERO VI SIA PIACIUTO :rose:

P.S. Ovviamente dovrete aiutarmi ad organizzare il viaggio di nozze…:ok:

Pin It
Tags:

Ci sono 2 commenti su “La 2° volta a Parigi non la scorderò mai…

  1. Finalmente, dopo più di un mese è ricomparso il tasto RISPONDI:yeah:

    Grazie a quanti hanno letto questo WE e mi hanno risposto in discussioni varie o anche inviandomi i propri auguri tramite messaggio privato:ok:

    Baci a tutti:rose:

  2. Ma che bello!!!!! e congratulazioni per le future nozze…ora sarai presa da un mucchio di cose da fare (tra cui importantissimo il viaggio di nozze!). Pensa tu che quando mio marito stava organizzando il viaggetto per la proposta aveva preso in considerazione anche Parigi….poi però sapendo il mio amore MANIACALE per Roma, ha ottimamente scelto la città eterna. Comunque Paris c’est Paris e immagino che abbia contribuito a rendere il tutto ancora più romantico!

Lascia un commento

Commenta con Facebook