Ponte di Ognissanti in Umbria

Con solo un mese di anticipo decidiamo di trascorrere il ponte di Ognissanti in Umbria. Inizia la ricerca di una sistemazione per tre notti e la scelta cade sull’hotel Villa Raffaello di Santa Maria degli Angeli http://www.villaraffaelloassisi.it/ che sembra rispondere alle nostre esigenze: che sia vicino alla zona di Assisi, con parcheggio privato e soprattutto che accetti animali visto che viaggiamo con la nostra cagnolina al seguito. Trovo un’offerta sul sito Venere.com per una stanza tripla a 95 € a notte colazione compresa, le recensioni in rete sono ottime quindi prenoto. Scelta felicissima :ok:. Si tratta di una bella palazzina dei primi del 900 perfettamente ristruttura immersa in un bel parco, con stanze pulite, ottima colazione e gestita da persone squisite, sempre pronte a dare utili consigli. Le serate a cena le trascorriamo (su consiglio di una gentile amica del Giramondo :clap:) in due ristoranti a pochi passi dall’hotel: da Elide e da Santucci dove mangiamo veramente bene (sempre a base di tartufo) a prezzi abbordabili.

GUBBIO
Partiamo da casa al mattino presto e durante il viaggio in direzione Assisi facciamo una piccola deviazione in direzione di Gubbio, meta imprescindibile in quanto si tratta del luogo dove si svolgono le avventure de Supereroe preferito di mio figlio :-). Arriviamo alle 10 e troviamo posto in uno dei parcheggi gratuiti alle porte della città, di fronte al teatro romano. La città è molto carina, con le classiche case in pietra medievali. Ci sono un sacco di bei negozi di ceramiche artigianali, ma i prezzi sono un po’ da paura. Seguiamo la via principale (via dei Consoli) ed arriviamo in piazza Grande che altro non è che una bellissima terrazza sospesa sopra la città e la valle sottostante. Ci fermiamo a fare qualche foto al Palazzo dei Consoli. Di fronte alla piazza parte una via ripidissima ma molto bella che porta fino a piazza del Duomo dove in uno spazio strettissimo sorgono appunto il Duomo ed il palazzo Ducale. Per finire la visita prendiamo la teleferica che inizia dalla parte opposta del paese (Funivia del colle Eletto) e che porta fino alla basilica di S. Ubaldo. Viaggetto molto divertente che offre un piacevole panorama su tutta la valle.

ASSISI
Decidiamo di seguire i consigli ricevuti e di lasciare l’auto nel parcheggio dell’hotel e prendiamo l’autobus che ferma proprio a fianco. L’autista, gentilissimo, ci permette di salire con la cagnolina e in pochi minuti arriviamo al capolinea di Assisi, piazza Matteotti. Questo è il punto più alto della città, così la visita sarà tutta in discesa. Oltre alle tappe fondamentali (San Rufino, Santa Chiara, Piazza del comune, Basilica di San Francesco) consiglio di perdersi nei vicoletti secondari che sono deliziosi. Il mio consiglio è anche di entrare a visitare le chiese che offrono bellissimi dipinti ed affreschi. Obbligatoria, naturalmente, la visita alla basilica superiore ed inferiore di S. Francesco che, con gli affreschi di Giotto e Cimabue e le volte dipinte a cielo stellato, lasciano senza parole (la mia preferita è la basilica inferiore) :serenata:. Vale poi la pena fare un po’ di fila per scendere alla cripta. Rientriamo a piedi percorrendo la strada Mattonata, un piacevole percorso nel verde che unisce Assisi con S.Maria degli Angeli e qui visitiamo la basilica dove ciò che stupisce non è tanto la grandiosità dell’edificio, ma la minuscola chiesetta della Porziuncola al suo interno dove la spiritualità è fortissima. Prendiamo poi l’auto e con una strada tortuosa ed in forte salita raggiungiamo l’Eremo delle Carceri, un’oasi di pace nel verde.

SPOLETO
Anche qui riusciamo a trovare posto in uno dei parcheggi gratuiti alle porte della città e iniziamo la visita seguendo il percorso suggerito dalla nostra guida, ma strada facendo ci rendiamo conto che non c’è nulla che catturi poi tanto la nostra attenzione, così ci dirigiamo direttamente verso il Duomo, che alla fine, a nostro parere, è stata l’unica cosa per cui valesse la pena visitare Spoleto (non me ne vogliano gli abitanti):oops:. Il Duomo, che si apre su di una scenografica piazza, ha una bellissima facciata e custodisce al suo interno affreschi di Pinturicchio e Filippo Lippi.

BEVAGNA
Visto che la visita di Spoleto si è rivelata più breve del previsto facciamo rotta verso Bevagna, uno dei paesini minori ma che vale la pena visitare. Le vie tranquille, non troppo frequentate dai turisti e la bella piazza ci fanno trascorrere con soddisfazione un paio d’ore, complice la simpatia del gestore di un minuscolo locale dove ci fermiamo a mangiare un panino e a bere un bicchiere di ottimo sagrantino.

SPELLO
Le ultime 2 ore del pomeriggio le trascorriamo a Spello nonostante ci fossimo già stati in occasione di un precedente viaggio in Umbria. Passeggiamo lungo gli stretti vicoli e le scalinate di questo bel borgo arroccato su di una collina fino a quando non scende la sera. Ce lo ricordavamo bene, Spello è decisamente carino.

Il nostro programma prevedeva la visita di un’altra città l’ultimo giorno, ma un piccolo contrattempo ci costringe a rientrare un po’ prima. Siamo comunque stati veramente fortunati, abbiamo trovato un tempo bellissimo, con giornate che iniziavano con una leggera nebbia che dava a tutto un alone di magia, per poi aprirsi al sole e a temperature quasi primaverili. Con giornate così i colori autunnali dei boschi che circondano e quasi inghiottono i piccoli borghi erano fantastici :serenata:.
Alla prossima, Umbria! :ciao:

Pin It
Tags:

Ci sono 3 commenti su “Ponte di Ognissanti in Umbria

  1. Davvero ben speso questo ponte!! L’Umbria è molto bella…bellissimi paesini, angoli tranquilli, buon mangiare e buon bere:serenata:
    In primavera ci siamo andati per ben 2 volte :ok:
    Un resoconto molto piacevole da leggere e delle bellissime foto :clap::ciao:

  2. Bellissimo diario, complimenti! :rose:
    Avete trovato un tempo splendido; spero di essere altrettanto fortunata alla befana, quando anch’io visiterò per la prima volta questa magica regione! non vedo l’ora, con le tue foto e i tuoi racconti mi sembra già di essere lì! GRAZIE! :bacio:

Lascia un commento

Commenta con Facebook