Stupenda Barcellona

Atterriamo a Barcellona con un cielo grigio che minaccia pioggia (anche le previsioni dei giorni precedenti lo confermavano :x)…Fortunatamente anche loro si sbagliano :joke: e così il tempo ci è stato amico per tutti e 4 i giorni.

Costo del viaggio:
Hotel prenotato su Booking.com (Apartments Marina) 250€ 4gg / 3 notti per due persone, a 200 m dalla Sagrada Familia.
Volo prenotato con Ryanair 120€ a/r per due persone.
Barcelona Card ordinata online e ritirata all’ufficio turistico dell’aeroporto 4 gg 36€/testa.

Sabato 13 Ottobre

Dopo aver depositato i bagagli nel nostro apart-hotel è già ora di andare a mangiare e optiamo per il ristorante Heart Burger convenzionato con la Bcn Card dove fanno ottimi panini a forma di cuore, piuttosto costosi ma perlomeno sani.
Arriviamo all’Arco di Trionfo e passeggiamo fino ad arrivare a Parc de la Ciutadella. Il parco è stupendo, c’è una fontana piena di leoni che sputano acqua, un mammut gigante, barchette verdi sul laghetto (sembra di stare nel film della sirenetta). Al nostro arrivo, sotto un chiosco c’era una specie di gara o di incontro per gli amanti dello swing!
Ci dirigiamo verso il mare e nel mentre vediamo tantissimi ragazzi locali con tavolette da surf, alcuni addirittura senza maglietta… va bene che la temperatura si sta alzando ma quando tira il vento fa freschino, che pazzi furiosi :fuori:. I più coraggiosi (come i bambini) si fanno ancora il bagno, noi ci siamo limitati a pucciare i piedi, che goduria! :laugh:
Prendiamo la metro e andiamo a Paral – lel per prendere la funicolare che ci porterà al Castello del Montjuic (costo 5,90€ a testa a/r già scontati con la Bcn Card). La vista dall’alto è molto bella, il castello ha dei giardini bellissimi e molto curati. Siccome non è possibile visitare l’interno, ci siamo limitati a fare un giro dell’esterno con vista sulla città. Di ritorno facciamo un giro dalle parti del MNAC (Museu Nacional d’Art de Catalunya) per vedere lo spettacolo della Fontana Magica, noi siamo andati al primo spettacolo, quello delle 19, dev’essere bellissimo però quello delle 21 quando c’è già buio che sicuramente rende più giustizia alla bellissima illuminazione della fontana. Lo spettacolo è stato stupendo ed emozionante!!!! :serenata:
Per oggi è tutto, siamo stanchissimi e abbiamo camminato molto, è l’ora di andare a nanna.

Domenica 14 Ottobre

Oggi decidiamo di visitare per prima cosa il simbolo della città: la Sagrada Familia, dove fin dal mattino presto c’è una coda allucinante… Fortunatamente è a 200m dal nostro appartamento. Volevamo salire sulle torri ma bisognava attendere circa 1h e 30 min e poi abbiamo pensato che magari con le impalcature la vista non fosse granchè (un motivo in più per tornare nel 2020 quando teoricamente dovrebbero terminare i lavori) :-). Abbiamo pagato intorno ai 13€ a testa già scontati della Bcn Card senza audioguida. L’impressione che mi ha dato appena sono entrata non è stata propriamente quella che si prova di solito quando si entra in una chiesa, però mi ha colpito molto per la luminosità, i pilastri e le vetrate che sono gigantesche. Anche l’organo è bellissimo, insomma sembra di stare in una chiesa ultramoderna.
Subito dopo andiamo a Passeig De Gràcia per visitare la geniale Casa Batllò. Dico geniale perché lo è Gaudì e tutte le sue opere. Qui ammiriamo il camino a forma di fungo, il soffitto a mò di conchiglia, le finestre, la terrazza, il tetto e gli stupendi camini super coloratissimi. Casa Battlò insieme a Parc Guell sono le cose che ci sono piaciute di più di Barcellona. :clap:
Dopo pranzo torniamo indietro fino alla metro Diagonal e andiamo a visitare La Pedrera conosciuta anche come Mila House, anche qui i camini stupiscono per la loro fantasia… gli interni decisamente meno.
Siccome è ancora presto e sulla nostra tabella di marcia non l’avevamo calcolato, torniamo sulla Rambla e ci facciamo “due passi” fino a Barceloneta, la parte vecchia della città con case vecchissime e in alcune occasioni un po’ decadenti. Dopo aver cenato, andiamo al Bosc De Les Fades, un locale vicino al museo delle cere, fatto di alberi con tanto di occhi, naso e bocca, fatine che spuntano un po’ ovunque, insomma una particolarità irrinunciabile :photo:. Tornando verso la metro ci fermiamo al Tarantos, locale dove fanno un bellissimo spettacolo di Flamenco a 10€ a testa. Il cantante ha una voce penetrante, la musica è dal vivo e i ballerini sono bravissimi. Da provare :ok:

Lunedì 15 Ottobre

Stamattina andiamo a vedere la Cattedrale di Barcellona (solo dall’esterno), la Chiesa di Santa Maria del Mar della quale ne abbiamo sentito parlare molto bene… Noi l’abbiamo trovata carina ma fin troppo spoglia. E’ quasi l’ora di pranzo e decidiamo di farci un giro alla Boqueria sulla Rambla.
La Boqueria è un must della città, è un mercatino stupendo, pieno di colori vivaci, tutte le bancarelle dispongono gli alimenti alla perfezione. Siamo rimasti piacevolmente stupiti e affascinati :rofl:.
Dopo pranzo prendiamo l’autobus n° 24 da Plaça Catalunya che ci conduce a Park Guell. Come già anticipavo nel mio racconto, questo parco è ai primi posti della nostra personale classifica di Barcellona, è magnifico! Sembra di stare nella fiaba di Hansel e Gretel con le casette di marzapane… :sorridente:
La visita occupa tutto il pomeriggio e quando torniamo facciamo una capatina veloce per vedere dall’esterno l’Hospital de Sant Pau, molto carino.
Dopo cena diamo un’occhiata alla Torre Acbar che svetta colorata di viola, rosso e blu nel cielo scuro e poi si va all’Ice Bar Barcelona fatto completamente di ghiaccio, compresi i bicchieri… brrr dopo 20 minuti siamo già fuori al calduccio, però l’esperienza è stata molto simpatica!

Martedì 16 Ottobre

Oggi è l’ultimo giorno e ci sono 26°, fortunatamente l’aereo non è ad orari indecenti per cui al mattino visitiamo Palau Guell, il palazzo che tra tutti ci è piaciuto di meno. L’interno ha colori molto austeri, severi (o forse più normali rispetti agli altri) mentre come sempre la terrazza con i camini colorati ci lascia soddisfatti. Siccome abbiamo un po’ di tempo libero, andiamo al porto e ci facciamo un giro al Maremagnum il centro commerciale sul mare, torniamo sulla spiaggia e i nostri piedini salutano per l’ultima volta la sabbia. Purtroppo è giunta l’ora di partire… :cry:
Alla prossima Barcellona :bacio:

Pin It
Tags:

Ci sono 3 commenti su “Stupenda Barcellona

Lascia un commento

Commenta con Facebook