Week-end sulla riviera del brenta

Quest’anno abbiamo deciso di passare le vacanze natalizie in famiglia, ma con l’inizio dell’anno ci siamo regalati una breve vacanza nella provincia di Venezia.
Ci piace scoprire posti nuovi e poco battuti dal turismo classico e la Riviera del Brenta è stata una vera scoperta.

Siamo arrivati a Dolo, che è il cuore della riviera, venerdì 11 gennaio verso l’ora di pranzo e dopo esserci sistemati in albergo (un bellissimo B&B ricavato da un convento del 500 ristrutturato, una location vermanete suggestiva) abbiamo fatto una passeggiata in bicicletta.
Il tempo purtroppo non era dei migliori, ma non ci siamo fatti intimidire e quindi abbiamo percorso la lunga pista ciclabile che costeggia le sponde del Brenta, partendo da Dolo in direzione Strà.

Che natura!!! Anche se immagino che allo sbocciare della primavera debba essere un luogo veramente magico, pieno di profumi e colori, perchè i giardini della tanto rinnomate ville sono proprio dei gioiellini.
Siamo rientrati nel tardo pomeriggio e dopo una lunghissima doccia bollente, siamo usciti per un aperitivo nel centro di Dolo. Una piccola cittadina, ma che offre ospitalità e cortesia!
Per la cena ci siamo spostati verso Mirano, per andare in una tipica osteria veneta, consigliataci dalla ragazza della reception del B&B.
Si tratta di un vecchio casolare, con due grandi sale. In quella più grande si trova un enorme camino in cui cucinanano carne verdure.
Abbiamo mangiato e bevuto divinamente!
E dopo il caffè, passeggiata di rientro verso l’albergo.
Sabato mattina abbiamo visitato la Villa di Strà; risale al 1700 ed nel corso della sua storia ha ospitato Napoleone, gli Asburgo, Mussolini, Hitler.
Conserva decorazioni magnifiche delle sale interne eseguite dai più importanti pittori veneti del XVIII sec. Nello spettacolare soffitto del salone da ballo, vi è il celeberrimo affresco Gloria dei Pisani di G.B. Tiepolo.

E’ veramanente bella e tenuta molto bene ed altrettaento bello è il parco con il suo labirinto in siepe, che ho scoperto essere uno dei pochi rimasti in Italia.
Abbiamo pranzato nel cafè museum, il ristorante della Villa ricavato dalle stesse cucine!
Nel pomeriggio invece abbiamo atraversato il Brenta in battello, partendo da Strà e arrivando fino Malcontenta: abbiamo potuto visitare Villa Valmarana e le sue pitture della scuola Barocca Veneziana eseguite da Michelangelo Schiavoni, Villa Widmann fastosa residenza del XVIII secolo progettata da Andrea Tirali ed affrescata da Giuseppe Angeli ed infine visita guidata alla meravigliosa VILLA FOSCARI detta “LA MALCONTENTA”, progettata nel 1560 da Andrea Palladio, con le pareti interne interamente affrescate da Giambattista Franco e Giambattista Zelotti..oggi patrimonio dell’Unesco!
Abbiamo concluso la giornata con una cena di pesce in un locale molto carino ed intimo.
La domenica mattina ci siamo svegliati molto presto, volevamo dare un saluto anche a Venezia.
In 10 minuti di macchina abbiamo raggiunto Fusina e da lì con il Vaporetto siamo arrivati direttamente a P.za San Marco!
Siamo finalmente riusciti a visitare la Basilica perchè per la prima volta non c’era una fila infinita.
Siamo rientrati in albergo nel primo pomeriggio e dopo aver recuperato le valigie, ripartiti subito per casa.

Un’altra gita fuori porta che ci ha permesso di scoprire un’ulteriore bomboniera tutt’italiana!!!
Unico difetto? Troppo brevi questi week end!!!!
:bye:

Pin It
Tags:

Lascia un commento

Commenta con Facebook