Germania nella valle del Reno: Dusseldorf e Colonia

Nelle vacanza di Natale cerchiamo sempre una città europea in cui trascorrere qualche giorno abbinando cultura, paesaggio e un minimo di relax. Quest’anno avevamo puntato a nord pensando a Cracovia oppure ad una capitale delle Repubbliche Baltiche ma quando si viaggia in famiglia bisogna considerare il budget e tutte queste mete erano troppo care per noi, quindi abbiamo pensato alla Germania e, dopo aver considerato le principali città, ci siamo imbattuti in un’ottima offerta di volo hotel con il gruppo Air Berlin su Dusseldorf e abbiamo prenotato al volo. La partenza è nella serata del 27 dicembre, il primo giorno è perso ma poi avremo 3 giorni pieni perché si torna nella tarda serata del 30 sempre a Malpensa. Il volo è comodo e veloce e in poco più di un’ora siamo nel moderno e funzionale aeroporto di Dusseldorf, e poi in poco più di 15 minuti arriviamo al nostro hotel l’Holiday Inn Dusseldorf situato nei pressi della stazione centrale. E’ tardi quindi c’è solo il tempo di sistemarsi e andare a letto, ma dalla mattina successiva in poi non ci fermeremo più fino alla partenza del 30 sera. La giornata del 28 è tutta dedicata alla visita di Dusseldorf, città della Renania Settentrionale Westfalia, sulle sponde del Reno con un centro storico, l’Altstadt, quasi tutto isola pedonale, molto caratteristico e molto vivo con tantissimi locali e negozi che si estendono fino alle sponde del Reno con tutti gli imbarcaderi per le gite lungo il grande fiume che ovviamente in inverno sono sospese.

Il tempo è abbastanza freddo ma non piove quasi mai e quindi camminiamo ben coperti ma senza troppi problemi lungo le vie centrali della città. La prima tappa è la piazza Burgplatz per ammirare i resti del castello Schlossturm, andato completamente distrutto nel 1872 e oggi ricordato grazie alla sua unica superstite, la torre. Ai lati della piazza si trova la Basilica di St. Lambertus costruita in mattoni e in stile gotico come la maggior parte delle chiese tedesche. Nella piazza è allestita in questo periodo una grande ruota panoramica che si illumina si sera regalando una visione molto suggestiva. Proseguendo verso la piazza centrale si arriva all’antico Municipio in una piazza dominata dalla grande statua equestre di Johann Wilhelms II.
Il tempo di scaldarci e rifocillarci un po’ e poi ci spostiamo a piedi verso il “grande salotto” della città, la Konigsallee (il Ko come viene definito dal locali), è una delle più eleganti e lussuose strade d’Europa con tanti negozi, delle grandi firme e quindi costosissimi ma anche alcuni centri commerciali e tanti bar ai due lati di uno splendido viale al cui interno passa il fiume Dussel. I colori dell’inverno e le foglie che cadono dagli alberi rendono questo scorcio di città molto suggestivo e davvero incantevole.
La passeggiata nel centro di Dusseldorf prosegue lungo il Rheinuferpromenade, il lungo Reno, un’ampia area pedonabile e ciclabile piena di ristoranti e bar dove fermarsi ogni tanto per prendere un’ottima cioccolata calda. Camminando un chilometro abbondante si arriva sotto il grande simbolo di Dusseldorf, la Rhine Trum, la torre sul Reno. Ormai stanchi per le lunghe camminate torniamo in metro verso l’hotel e poi andiamo a cenare in una dei tanti ristoranti (ce ne sono di tutti i generi e prezzi) che si trovano nel complesso della stazione centrale. Il secondo giorno abbiamo deciso di dedicarlo interamente a Colonia, importante città sempre nella zona della Renania nord occidentale, situata a una trentina di chilometri da Dusseldorf, c’è un treno praticamente ogni 15 minuti, facciamo un biglietto cumulativo per famiglie (NRW) che consente a 4 persone (2 adulti e 2 bambini) di usare tutti i treni regionali della Renania e tutti i mezzi pubblici per 1 giorno a 37.50 euro e poco dopo le 9 del mattino siamo già a Colonia. Finalmente troviamo anche un po’ di sole, anche se è sempre freddo e il vento dà un pochino fastidio ma non fermerà certo la nostra voglia di visitare la città di Colonia.
Appena usciti dalla stazione ferroviaria ci si trova davanti un lato del simbolo di Colonia, la Cattedrale, la più grande chiesa gotica del Nord Europa, che con le sue altissime guglie è anche la terza chiesa più alta del mondo. Ogni giorno oltre 20.000 persone e ogni anno oltre 6 milioni di persone visitano il Duomo di Colonia forse la più importante attrazione turistica tedesca, patrimonio dell’Umanità dell’UNESCO, la cui entrata è gratuita mentre si paga per salire sul campanile e accedere al museo interno con i tesori della Chiesa. La facciata è davvero qualcosa di imponente e straordinario da tutti i lati la si guardi, le due alte torri campanarie sono circondate da un numero grandissimo di guglie di diverse dimensioni. La Cattedrale è veramente immensa, appena entrati sembra di trovarci in un piccolo paese e le varie navate sono lunghissime e si riesce ad intravedere solo in lontananza la fine. All’interno ci sono molte e importanti opere di grande rilevanza culturale e artistica, la più ragguardevole è sicuramente l’Arca dei Re Magi, situata dietro l’altare maggiore e protetta da transenne che non permettono ai turisti di avvicinarsi, è in legno e argento d’orato, pesante trecento chili, alta più di un metro e mezzo e lunga più di due metri, è il più grande sarcofago d’Europa al cui interno si dice siano custodite le reliquie dei tre Re Magi. Di grande interesse anche l’organo della navata e tutti i legni intarsiati finemente.
Dopo la lunga visita alla Cattedrale facciamo un giro nel centro di Colonia (Innenstadt), isola pedonale piena di negozi e attività di ogni genere con tanti artisti di strada che si mescolano ai turisti, davvero una bella passeggiata in mezzo a case colorate e ampi spazi verdi con le varie piazze che ospitano le classiche casette di legno che servono wurstel crauti, birra e piatti tipici locali. In uno di questi mercatini ci fermiamo anche noi a mangiare e poi proseguiamo verso il Reno prima di tutto per ammirare e attraversare il famoso ponte ferroviario sul Reno e poi per fare la passeggiata sul lungo Reno, anche qua un bel viale con bancarelle e imbarcaderi per le partenze delle crociere sul fiume, quasi tutte sospese in inverno. La meta che decidiamo di raggiungere camminando sul lungo Reno è il Museo del Cioccolato (Imhoff-Schokoladenmuseum), meta impedibile per tutti i turisti golosi. Si vedono le piante di cacao in una grande e caldissima serra, poi tutta la produzione del cioccolato, la realizzazione delle classiche barrette e delle composizioni con le forme più strane e poi la grande fontana di cioccolato con l’assaggio del wafer intinto nel cioccolato che sgorga dalla fontana, una vera delizia per i golosi. La visita si conclude con lo shopping nel negozio dove si può trovare cioccolato in tutte le forme e in tutti i gusti, roba da ingrassare anche senza comprare nulla.
Torniamo in centro a Colonia e facciamo un po’ di shopping nel centro storico approfittando anche dei saldi che sono già iniziati, qualche giorno prima rispetto all’Italia. Poi ci fermiamo nello Starbucks vicino alla stazione a prendere un frappucino, e poi riprendiamo il treno che in mezz’oretta ci riporta a Dusseldorf, ancora in tempo per vedere un po’ della città che ci ospita con le luci della sera. Particolarmente suggestive la Torre sul Reno e la ruota panoramica illuminate con luci ad intermittenza. L’ultimo giorno della nostra mini vacanza in Germania è ancora dedicato a Dusseldorf, ci sono da vedere i grandi parchi e poi volevamo portare la bambina a vedere l’Acquazoo, un grande acquario con numerose specie di pesci. Ci dirigiamo subito a nord e facciamo un giro al NordPark, forse il parco più grande di Dusseldorf, certamente molto bello e caratteristico da vedere in estate e in primavera, molto meno in inverno anche se una passeggiata tra i numerosi vialetti pedonali l’abbiamo fatta volentieri. Entriamo quindi all’Aquazoo, una struttura molto grande con oltre 500 specie di animali in tante vasche e padiglioni con anche giochini interattivi per bambini, una visita piacevole che consiglio soprattutto alle famiglie con bambini al seguito.
Poi ci resta da vedere il quartiere di Mediahfen con le case costruite con l’architettura assolutamente originale e bizzarra e in quella zona siamo vicini all’ultimo appuntamento che ci siamo prefissati, la salita sul Rhine Trum, la grande torre sulla riva del Reno che sovrasta la città.
Si sale velocemente in ascensore e si arriva a godere di una splendida vista panoramica su tutti i quartieri della città e sul Reno con i suoi affluenti che portano acqua al grande fiume.
Giusto il tempo di fare ancora un giretto in centro, comprare qualcosa e poi dobbiamo tornare verso l’aeroporto, col treno diretto in meno di 15 minuti ci siamo e poi non resta che aspettare il volo Air Berlin che ci riporterà in Italia. Una bella vacanza complessivamente in luoghi molto ben tenuti, organizzati e efficienti.

Pin It

Ci sono 11 commenti su “Germania nella valle del Reno: Dusseldorf e Colonia

  1. Bel viaggetto, complimenti, la Germania, un posto più bello dell’ altro, Colonia poi mi è rimasta particolarmente nel cuore, Dusseldorf invece non l’ ho ancora vista, mi organizzerò…

  2. Bel giretto e bel diario Paolo!
    Non son mai stata in germania e me ne dispiace, devo darmi da fare per recuperare :D

  3. Gran bel diario Paolo :clap: soprattutto perchè ci hai permesso di conoscere meglio una meta non così usuale:serenata:

Commenta con Facebook