Thailandia: info pratiche per viaggio autonomo

THAILANDIA

(gennaio – febbraio 2004)

di Derek

Ciao a tutt*.
Sono tornato da pochi giorni dalla Thailandia e, giusto il tempo di raccogliere un pò di appunti e dati, eccomi pronto a postare alcune informazioni che ritengo utili per chi vuol programmare un bel giro in quel meraviglioso paese. Sono partito il 5 gennaio e rientrato il 3 febbraio. Il mio itinerario è stato: Chiang Mai – Lampang – Sukhothai – Phitsanulok – Ayutthaya – Nakhon Ratchasima (Korat) – Bangkok – Phuket – Bangkok. Nel dettaglio (tra parentesi si indicano le visite effettuate avendo come base la località accanto alla data):
05/01 Roma – Dubai –
06/01 – Bangkok, cambio per Chiang Mai
07/01 Chiang Mai
08/01 Chiang Mai (Ma-Kawk,Lamphun,Doi Suthep)
09/01 Chiang Mai
10/01 Chiang Mai – Lampang (Ko Kha)
11/01 Lampang – Sukhothai
12/01 Sukhothai (Si Satchanalai-Chaliang)
13/01 Sukhothai
14/01 Sukhothai – Phitsanulok
15/01 Phitsanulok – Ayutthaya
16/01 Ayutthaya
17/01 Ayutthaya – Nakhon Ratchasima o Korat
18/01 Korat (Phanomwan,Ban Prasat,Phimai,Phanom Rung,Meuang Tam)
19/01 Korat – Bangkok
20,21,22/01 Bangkok
23/01 Bangkok – Phuket
24,25,26,27,28,29/01 Phuket (26 Phi Phi e Khai Nok;28 Similan Islands;29
Phang-Nga Bay)
30/01 Phuket – Bangkok
31/01 e 01,02/02 Bangkok
03/02 Bangkok – Dubai – Roma

VOLI, tutti acquistati in Italia, in un’agenzia che conosco con amica che ci lavora, così prenotando e senza pensarci più (avendo anche chiesto che periodicamente mi riconfermasse e verificasse le conferme):
1) Roma-Bangkok-Roma: Emirates, accettabile ma non così comodo come me ne avevano parlato, euro 704,12;
2) Bangkok-Chiang Mai: Thai Airways, comprato in Italia a baht 2.170 e pagato euro 47,05;
3) Bangkok-Phuket-Bangkok: ho usato la Phuket Air perché costava meno dello Thai, sia all’andata che al ritorno sono partiti con un ritardo superiore a 1 ora mentre i voli Thai erano regolari, a baht 4.930 e pagato euro 104,24.

ALBERGHI, tutti prenotati in Italia, scelti di buon livello, tramite internet, con agenzie thailandesi on-line con carta di credito, pagandoli nettamente meno della tariffa di listino. Ovviamente di persona sul posto si può anche trattare e ottenere di meglio, ma ho scelto questa soluzione perché l’anno scorso in Malaysia e Singapore mi ci ero trovato bene e perché in questo modo non ho mai dedicato un istante alla ricerca di hotel né girando né telefonando. Le agenzie da me utilizzate sono state: http://www.ThaiHotelDiscount.com (ottime tariffe ma hanno solo le maggiori località, per quelle minori mi sono dovuto rivolgere alle altre), http://www.HotelThailand.com e http://www.Asia-Discovery.com. Non ho avuto problemi con nessuna di loro. L’anno scorso avevo usato solo http://www.Asiatravel.com, quest’anno per la Thailandia c’era sicuramente maggiore concorrenza on-line e quindi ho spesso utilizzato Asiatravel per le informazioni per scegliere gli hotel ma ho poi sempre prenotato con gli altri perché le tariffe erano per le stesse camere più basse anche di 500 baht. Alcune volte ho dovuto pre-pagare con la carta di credito, altre la carta è servita solo per garantire la prenotazione e mi sarebbe stata caricata la prima notte solo in caso di no show, cioé se non mi fossi presentato. Solo per Sukhothai, non gradendo gli hotel proposti (per me fuori mano), ho prenotato – senza carta di credito – una ottima guest-house via e-mail. Comunque, in tutti i casi ho sempre scelto hotel discreti ma senza esagerare e camere di buon livello o, se il costo non era eccessivo, di ottimo livello. Importante è sempre stata la posizione, rispetto alla località e per raggiungerlo. Dettaglio, con agenzia tramite e prezzo pagato per camera (con cambio in euro – usando la media di tutti i miei cambi, carta di credito inclusa, che è stata di 1 euro = 48,66 baht) e modalità di pagamento (quando indicherò carta di credito, chiarisco che è sempre stato un pagamento all’agenzia on-line indicata e successivo di alcuni giorni alla mia partenza, non all’hotel; anzi in tutto il viaggio la mia carta di credito non è mai uscita dal mio portafoglio) e valutazione:
Chiang Mai: Rydges Tapae Hotel (ThaiHotelDiscount), doppia superior, baht 1.300 + 4% quindi 1.352 (euro 27,78) colazione ottima a buffet, carta di credito, hotel ottimo e ottima posizione;
Lampang: Asia Lampang Hotel (HotelThailand), doppia deluxe, baht 500 (euro 10,27) senza colazione (l’unico tra tutti), contanti, hotel discreto e buona posizione, attiguo ristorante davvero eccellente;
Sukhothai: Lotus Village (http://www.lotus-village.com), doppia deluxe, baht 1.130 (euro 23,22) ottima colazione, contanti, ottima guest-house e buona posizione;
Phitsanulok: Amarin Nakorn Hotel (HotelThailand), Twin (doppia con letti separati), baht 850 (euro 17,47) colazione decente, pre-pagato, hotel buono ma vecchio e ottima posizione;
Ayutthaya: due hotel per una notte ciscuno, in quanto entrambi pieni, A) U-Thong Inn (HotelThailand), doppia standard, baht 1.078 (euro 22,15) ottima colazione a buffet, contanti, hotel buono e pessima posizione, anche buffet serale a buon prezzo; B) River View Place Hotel (HotelThailand), Twin Senior Suite, baht 1.500 (euro 30,83) buona colazione a buffet, pre-pagato, hotel ottimo e discreta posizione);
Nakhon Ratchasima: Korat Hotel (ex K-Star) (HotelThailand), doppia deluxe, baht 810 (euro 16,65) colazione discreta, contanti, hotel decente e discreta posizione, anche buffet a pranzo a buon prezzo;
Bangkok: Baiyoke Suite Hotel, (ThaiHotelDiscount), superior suite, baht 1.050 + 4% quindi 1.092 (euro 22,44) ottima colazione a buffet al ristorante al 43° piano, carta di credito, hotel buono e buona posizione(Pratunam Market), preciso che sono arrivato in quest’hotel una notte prima del previsto e ad hotel stracolmo ho pagato la camera dello stesso tipo – un po’ vissuta rispetto a quella riservata a me dal giorno dopo – baht 1.648 (euro 33,87), ottimo buffet serale a baht 250 (euro 5,14) con buono sconto dell’hotel;
Phuket: Patong Bay Garden Resort (Asia-Discovery), doppia superior, baht 2.300 (euro 47,27) ottima colazione a buffet, pre-pagato, hotel discreto e ottima posizione (direttamente sulla spiaggia e a due passi dalla zona dei locali), buon buffet serale a baht 199 (euro 4,09) inoltre l’hotel fornisce agli ospiti buoni sconto del 10%, validi anche per bevande e spuntini durante il giorno;
Bangkok: Manohra (ThaiHotelDiscount), doppia superior, baht 1.000 + 4% quindi 1.040 (euro 21,37) decente colazione a buffet, carta di credito, hotel inferiore alle aspettative e in buona posizione (zona Silom Road).

TRASPORTI e SITI:
– all’arrivo all’aeroporto di Chiang Mai, ThaiHotelDiscount era presente con un’auto con autista per portarci in hotel, come previsto sul loro sito web (questo aumenta la convenienza);
– a Chiang Mai, ho fermato un songthaew per la strada e per andare vicino Pasang, a Lamphun e al Doi Suthep abbiamo pattuito baht 700 (euro 14,39) per 4 persone dalle 9:00 alle 18:00, quindi baht 175 a testa (euro 3,60); templi del giro in song-thaew: vicino Pasang, a Ma-Kawk, il Wat Phra Phutthabaat Taak Phaa (non meritevole di visita a mio giudizio), a Lamphun il Wat Phraa That Hariphunchai e il Wat Chama Thewi o Wat Kukut (bellissimo e importante il primo, merita una visita anche il secondo essendo vicino) con pochissimi turisti, infine sopra Chiang Mai bello il Wat Phra That Doi Suthep, ma molto rinnovato e luccicante e stracolmo di turisti, ingresso baht 30 + 20 per l’ascensore = 50 (euro 1,03), anche negli altri templi spesso si paga, ma a volte nemmeno ci si accorge di dov’è la biglietteria …; a Chiang Mai: da visitare il Wat Chiang Man, ma soprattutto il Wat Phra Singh e il Wat Chedi Luang, e poi il bazaar notturno;
– treno di 3a classe da Chiang Mai a Lampang baht 23 (euro 0,47), con partenza alle 8:10 e arrivo alle 11:00; altrimenti la seconda classe con aria condizionata (ma al nord fa fresco …) e posti prenotati parte alle 8:30 e arriva alle 10:22 e costa baht 253 (euro 5,20);
– a Lampang il songthaew che ci ha portato all’hotel dalla stazione ferroviaria (attenzione la cartina sulla lonely-planet non è affatto realistica, tutto sembra a due passi invece il song-thaew o un tuk-tuk è assolutamente necessario per la stazione ferroviaria o quella dei bus, soprattutto con dei bagagli, unica volta – nel mio itinerario – in cui la lonely ha una mappa cittadina non utile e proporzionata) si è proposto per portarci anche ai 3 templi per i quali eravamo là, così abbiamo pattuito con questo tipo anziano e simpaticissimo baht 400 (euro 8,22) per il giro: Wat Phra That Lampang Luang, a Ko Kha 18 km da Lampang, BELLISSIMO, il Wat Chedi Sao, un pò fuori città, meritevole di visita, e il Wat Phra Kaew Don Tao, evitabile;
– da Lampang a Sukhothai un pullman con aria condizionata a baht 127 (euro 2,61), molte partenze, circa 3 ore e 30 di viaggio;
– da Sukhothai, un pullman con aria condizionata a baht 38 (euro 0,78) a tratta per Si Satchanalai-Chaliang, 1 ora di viaggio, non frequenti, ok per la visita del sito la partenza alle 9:00 e il ritorno alle 14:00, 4 ore sono sufficienti perché il sito non è grandissimo ma a patto di usare le biciclette in affitto alla fermata del bus a Chaliang a baht 20 (euro 0,41) per la giornata, ingresso Chaliang baht 10 (euro 0,20), ingresso Si Satchanalai baht 30 (euro 0,62), visita irrinunciabile, posto bellissimo e i turisti si contano su una mano;
– bus da Sukhothai al Parco storico di Sukhothai (Old City) ogni 20 minuti, prezzo fisso baht 10 (euro 0,20) a tratta (importante per chi viene da fuori – es. Phitsanulok – che il bus in questione passa anche per la stazione dei pullman di Sukhothai, quindi lo si può aspettare per andare al parco invece di usare tuk-tuk o songthaew, più costosi e da contrattare; all’ingresso del parco, alla fermata del bus, affitto bici baht 20 (euro 0,41); ingresso area centrale del parco baht 40 + 10 per la bici = 50 (euro 1,03), bellissimo il parco e tutti i templi; ingresso area ovest (guardando la mappa, comunque quella opposta all’arrivo dalla città nuova che è a est) baht 30 (euro 0,62), a mio giudizio la zona non è molto interessante, i templi sono molto lontani tra loro – anche km – e i resti scarsi; ingresso area nord, sempre guardando la mappa e a est è l’ingresso all’area centrale, baht 30 (euro 0,62) molto bella, con due templi imperdibili;
– da Sukhothai pullman per Phitsanulok, corse frequentissime, 45 minuti di viaggio, con aria condiz. baht 32 (euro 0,66); tempio importante da visitare il Phra Si Ratana Mahathat con il Buddha Chinnarat, dall’aureola fiammeggiante;
– da Phitsanulok per Ayutthaya pullman prima classe con aria condizionata baht 218 (euro 4,48), pullman 2a classe aria condiz. baht 146 (euro 3,00), treno con aria cond. e posti prenotati baht 245 (euro 5,03), il tempo è per tutti circa 5 ore, il pullman lascia sull’autostrada, fuori dalla città, ma noi dopo pochi secondi abbiamo preso un bus, baht 10 (euro 0,20), che porta al centro città passando per la strada grande davanti agli hotel (tra cui l’U-Thong Inn) e il ponte e arriva al mercato cittadino … forse il treno è la scelta migliore;
– ad Ayutthaya i templi non sono in un parco storico, ma sparsi per la città, anche se tutti nell’area ovest di questa, si paga l’entrata in ognuno singolarmente, nei maggiori baht 30 (euro 0,62), ma sono quasi tutti meritevoli; un giro in barca attorno alla città non è particolarmente interessante, ma se siete appena arrivati ed è già pomeriggio avanzato direi sia un’ottima presa visione dell’insieme della città, ma la maggiorparte dei templi non sono visibili, tuttavia potrei dire che la vista del Wat Chai Wattanaram dal fiume merita da sola il viaggio ad Ayutthaya!!;
– da Ayutthaya a Nakhon Ratchasima (Korat) treno 2a classe aria condizionata baht 219 (euro 4,50), partenza alle 12:23 e arrivo alle 15:23; a Korat non c’è praticamente nulla da vedere, a parte un simpatico night market, ma è una buona base di partenza per la visita di importanti templi khmer nella zona, e infatti appena arrivato all’hotel la receptionista mi propone suo marito alla guida di una ottima auto con aria condiz. per il giorno dopo e la visita in un giorno di tutto il mio programma per i due giorni successivi, Phimai e Phanom Rung, a baht 2.000 (euro 41,10) per 2 persone, cifra elevata per i locali ma essendo domenica e non avendo visto agenzie in giro (alternative sembravano essere gli altri hotel e le guest-house) e la prospettiva di guadagnare un giorno mi hanno indotto ad accettare ma infoltendo il programma con altri siti nell’area: 1)Prasat Phanomwan, belle rovine e bello scenario, è nella direzione per Phimai e merita una deviazione, 2) Ban Prasat, sito con poche rovine e alcuni scheletri, non molto interessante a mio avviso, 3) Prasat Hin Phimai, a Phimai molto bello, da visitare, 4) Prasat Hin Khao Phanom Rung … è abbastanza distante, ma vale il viaggio a Korat, 5) Prasat Meuang Tam, a poca distanza dal precedente, merita una visita, molto ben restaurato, assai suggestivo;
– Pullman 2a classe aria condiz. da Korat a Bangkok baht 157 (euro 3,23), 3 ore e mezza di durata viaggio; si arriva al terminal Nordest di Bangkok chiamato Moi Chit; da lì, schivando schiere di taxisti e altri guidatori di veicoli (songthaew, tuk-tuk, moto), c’è la vicina fermata del bus n. 77 (alcuni air-con altri no) che per baht 14 (euro 0,29) quello air-con ci ha portato in zona Pratunam Market con grandi centri commerciali e hotel, tra cui il Baiyoke Suite; Bangkok è stato l’unico posto della Thailandia dove non ho mai usato tuk-tuk o songthaew per lo smog che fa preferire veicoli chiusi e per la buona rete di autobus che si impara facilmente ad usare, rinvigorenti quelli air-con, a 12 o 14 baht, diretti per il centro e le zone commerciali;
– treno 3a classe da Bangkok all’aeroporto Don Muang baht 5 (euro 0,10), circa 45/60 minuti di viaggio, ce ne sono molti in alcuni orari e pochi in altri perché sono treni ordinari che continuano nel paese, quindi legati alle lunghe percorrenze, comunque l’alternativa nel collegamento con l’aeroporto è il comodo shuttle bus che dall’aeroporto costa baht 100 (euro 2,05) e dalla città baht 50 (euro 1,03) con 4 linee che percorrono la città, solo che con questo la durata del viaggio è veramente variabile, noi per andare nella zona di Silom Road dall’aeroporto abbiamo impiegato verso le 22:00 35minuti, mentre per arrivare all’aeroporto partendo alle 18:30 ci sono volute 2ore e mezza, quindi fare attenzione con l’orario del volo; diversi templi a Bangkok, ma irrinunciabili sono certamente il Wat Phra Kaew e il Palazzo reale, il Wat Pho e il Wat Arun;
– a Phuket gli hotel in genere vengono a prendervi (a pagamento e prenotando) all’aeroporto, che è abbastanza distante dalle zone turistiche, circa 40 minuti; da Phuket abbiamo effettuato le seguenti escursioni giornaliere, delle quali indico le tariffe pagate per persona, chiunque trattando potrà ottenere cifre diverse, ma importante è rivolgersi ai vari desks in giro e non a quelli degli hotel: Phi Phi Island a baht 1.300 (euro 26,72), stracolma di turisti, certo Maya Bay, anzi tutta Phi Phi Leh è incantevole ma il grado di sfruttamento in massa è atroce, barche con motori potentissimi arrivano fino a riva, l’affollamento è insopportabile, il pranzo è in un ristorante anch’esso zeppo di gruppi di visitatori … insomma non la rifarei; Similan Islands a baht 2.100 (euro 43,16) … che dire … il paradiso terrestre esiste!!!! bellissime isole, pochi turisti, si vedono un’infinità di pesci coloratissimi (forniscono maschera e pinne), pranzo a base di pesce su tavolinetti sotto gli alberi … basta, la nostalgia mi divora; Phang-Nga Bay Canoe a baht 1.300 (euro 26,72), si arriva con un battello al famoso scoglio visto in un film della serie di James Bond (che io non ho mai visto ma lo scoglio è davvero magnifico), si gironzola con la canoa all’interno di alcuni isolotti e in una caverna con i pipistrelli e la piccola crociera è davvero piacevole e scenograficamente interessante, pranzo delizioso con pesci arrosto e fritto a buffet a bordo, ok gita carina;
– a Bangkok il sabato siamo andati al Chatuchak weekend market, enorme, impossibile girarlo tutto, molto interessante, ci sono anche due banche che dal giovedì alla domenica sono aperte dalle 7:30 alle 20:00; il Chao Praya express boat, cioè il mezzo pubblico di linea sul fiume in città costa da un capolinea all’altro baht 10 (euro 0,20), validissima alternativa ai mezzi terrestri e al traffico; museo delle barche reali baht 30 + 100 per le foto, non è particolarmente interessante.
Ricordare all’uscita dalla Thailandia, la tassa aeroportuale di baht 500 (euro 10,27) per ogni persona. Le banche all’interno dell’aeroporto hanno cambi in linea con quelli del resto del paese.

Pin It
Tags:

Lascia un commento

Commenta con Facebook