Filippine, Bohol e Siquijor

Finalmente le tanto attese vacanze sono arrivate….. Domenica 18 marzo, con altri 9 amici, subacquei e non, sveglia presto e di corsa all’aereoporto di Milano Malpensa per prendere il volo con destinazione Cebu (filippine) . Dopo circa 16 ore di volo e 4 ore di attesa all’aereoporto di Doha (Qatar) atterriamo all’aereoporto Mactan di Cebu. Proseguiamo il nostro viaggio con un tragheto pubblico e con un pulmino fino al nostro piccolo resort, il “Coco White beach resort”, sito nel paese di Basdio nell’isola di Bohol. Totale del viaggio 31 ore……… E’ inutile dire che appena arrivati, ci accorgiamo subito di essere capitati in un posto incantevole, distante dal turismo di massa e dal lusso. I bungalow che ci ospitano sono immersi in una verdissima vegetazione e sembra veramente di essere capitati in un piccolo paradiso. La settimana purtroppo trascorre velocemente tra un’immersione e un pò di sole, molto ma molto caliente. Mercoledì ci organizzano una fantastica escursione dove abbiamo avuto la possibilità di visitare le famose choccolate Hills, di risalire fino alle cascate di un fiume, che ora non ne ricordo il nome e di fare un po di shopping in un centro commerciale. Giovedì sera, invece, viene organizzata una grigliata in una spiaggia vicina al resort, che dire…… divertimento, balli filippini e tanta tanta birra fino a notte fonda. Purtroppo arriva il fine settimana e sabato mattina alle 9, tutti puntuali, raggiungiamo via terra pangalao island per proseguire il viaggio via mare con destinazione il ” Coco Growe beach resort” sito nell’isola di Siquijor. Non c’è che dire, il resort molto molto carino, è situato nel paese di San Juan su di una bianchissima spiaggia di coralli e qui ad attenderci c’è tutto il personale che ci accoglie con dei larghissimi sorrisi di benvenuto. Anche qui il relax è all’ordine del giorno, l’unica fatica era mettersi la muta per fare delle bellissime immersioni su degli immensi giardini di coralli di svariati colori. Le immersioni nelle filippine sono state molto particolari ,almeno nei posti che abbiamo visitato, perchè è difficile vedere pesce grosso, in compenso però siamo stati ripagati dalla visione di parecchie tartarughe, coloratissimi pesci pagliaccio, il famoro pesce mandarino, pesci fantasma arlecchino, pesci foglia, simpaticissime murene fantasma blu e gialle, cobra marini, ragni fantasma etc etc…. Non c’è che dire, le immersioni sono sate speciali, così come sono stati speciali i filippini, molto cordiali e sempre pronti a cambiare due chiacchiere, in inglese naturalmente. Purtroppo, e forse troppo velocemente, è giunta domenica 1 aprile, giorno della nostra partenza per l’italia, che abbiamo raggiunto dopo ben 41 ore di viaggio. Sfortunatamente in italia le agenzie di viaggio non propongono quasi mai le filippine come meta turistica (forse perchè gli spostamenti non sono così comodi e veloci), tranne che per alcuni tour operator che trattano subacquei, ma vi posso assicurare che ne è valsa la pena, visitare queste isole così lontane ancora dal turismo di massa, dal lusso e dal progresso. Infine vorrei ringraziare di cuore tutti i miei 9 compagni di viaggio ………….sperando di poterci rincontrare il prossimo anno per una nuova avventura.

Pin It
Tags:

Ci sono 2 commenti su “Filippine, Bohol e Siquijor

Lascia un commento

Commenta con Facebook