Maiorca – il paradiso è vicino a casa!

Finalmente è arrivata la tanto attesa vacanza estiva! si parte e anche per quest’anno la meta sono le Baleari.
Nuova isola, nuova avventura: Maiorca
Una faticaccia trovare la destinazione perfetta ma dopo lunghe ricerche abbiamo deciso:Colonia San Jordi, sud est di Maiorca.
Villaggio di pescatori pressochè sconosciuto al mondo italiano (ma ben noto a tedeschi e nordici) ma vicinissimo ad una delle spiagge più belle di Maiorca: Es Trenc -o almeno cosi’ abbiamo letto su internet-
Struttura prescelta: Blau Hotel Colonia San Jordi

Arriviamo in perfetto ritardo, il che è normale considerato che è estate e partiamo con un charter!!
La struttura si presenta davvero bene: grande, bella, curata con grandi giardini e piena di laghetti. La camera non è una camera ma un bilocale con salottino e tanto di veranda con giardino
Scopriamo presto che anche la cucina è davvero buona ma che la cena è su due turni e gli orari sono un po’ sconvenienti con una bambina di 2 anni:
18.30 : troppo presto, decisamente da tedeschi
20.30: troppo tardi per la piccola

Decidiamo per il secondo turno comunque, dato che il pranzo comincia alle 13.00 e che abbiamo intenzione di goderci sole e spiaggia fino a tardi.
Ci viene assegnato un tavolo fisso vicino ad una famiglia di udine con bambino di 3 anni che diventerà presto compagna di vacanze.
Dal secondo giorno si parte all’esplorazione dei dintorni:
spiaggia di es trenc arriviamo!
prendiamo il pulman che ci lascia all’inizio della spiaggia (gli orari di nuovo sono piuttosto scomodi ma ci si adatta presto) e decidiamo di proseguire alla ricerca di un posto meno affollato e più naturale.
Si comincia la passeggiata ….figlia al collo (ormai sono allenata dall’anno prima a Minorca: il pareo diventa una sporta per metterci la bambina, legato al collo e cosi’ si fa meno fatica!) e gambe in spalla finchè il sole non è ancora alto. Il marito porta zaino (con scorte d’acqua), ombrellone e poche altre necessità
Dopo ventiminuti di cammino – dico ben ventiminuticonfigliaalcollo … e tanti sbufff!! decidiamo di fermarci: il mare è un incanto e la spiaggia anche
Mai visto un mare cosi’, anzi forse si, solo a Formentera! solo che qua la spiaggia è più grande e meno affollata.
Ci torniamo spesso qui, fermandoci in punti diversi, fino a scoprire un pezzo di spiaggia oltre un chiringuito chiamato “El ultimo paraiso” che proprio ci resta nel cuore.
Lo è, davvero, l’ultimo paradiso…con la sabbia fine e bianca e le dune alte coperte di arbusti e di narcisi bianchi della sabbia.
Nei giorni in cui non ci va di fare tutta questa faticaccia ci fermiamo alla spiaggia di es dolç bella anch’essa, più vicina al villaggio, raggiungibile con una passeggiata più agevole e tanto di passeggino!
Poi un giorno la pazzia…
ho letto su internet che a mezz’ora di cammino da colonia san jordi c’è la splendida spiaggia di es carbo, un mare caraibico con dune che scendono fino alla spiaggia raggiungibile solo a piedi o via mare
si va! decidiamo di tentare l’impresa ma di rientrare nel primo pomeriggio, in tempo per pranzare in hotel.
La strada è lunga e piuttosto impervia
sentiero roccioso che costeggia calette di ghiaia e di sabbia. ogni tanto scendo e mi bagno i capelli e il viso per rinfrescarmi poi riprendiamo il cammino.
Da lontano vediamo un miraggio: una montagnetta bianca ma di un colore cosi’ chiaro che ci pare impossibile sia sabbia
e alla fine ci arriviamo …ed è davvero un paesaggio fantastico e suggestivo, da cartolina.
Meglio di quel che pensavamo. c’è pochissima gente, nessuno è arrivato a peidi, tutti in barca o con i gommoni…già i soliti incivili che arrivano con la barca ( e l’odore di nafta) fino alla riva!
E sono tutti spagnoli: questo posto non lo conosce nessuno, solo i locali-
Arriva l’ora di pranzo ma è talmente bello che proprio non ci vorremmo muovere e cosi’ mi offro volontaria per tornare indietro nel mondo abitato a prendere dei panini e dell’acqua per marito e piccola.
Parto, rifaccio la strada, mangio un gelato, ritorno al paradiso e ci resto tutto il giorno con ipod al collo, figlia che dorme e fa castelli di sabbia, marito che fa foto
Poi la sera e di nuovo il ritorno…e siamo stanchissimi! Ma talmente soddisfatti che al ritorno mostriamo le foto a tutti fino alla noia!
I giorni che seguono ci vedono tornare a es trenc ma anche fare una capatina a Palma città di cui mi innamoro
Ho deciso, quando vado in pesione voglio vivere qua!
Il 14 agosto è l’ultimo giorno prima della partenza e torniamo ancora una volta a es trenc, a el ultimo paraiso.Siamo solo in 6 su questo lembo di sabbia …e lo credo, vista la fatica per arrivare fin qui!
La sera, regaliamo il nostro ombrellone a dei ragazzi italiani che si fermano ancora e torniamo in hotel
Arrivederci Maiorca. Ci sei entrata nel cuore…come Minorca, come Formentera o forse anche un po’ di più

Pin It
Tags:

Lascia un commento

Commenta con Facebook