Stoccolma: la magia del Nord Europa

Visitare una delle capitali scandinave era un desiderio covato da tempo, attratti da quell’idea di calma, di ordine, di efficienza che questi territori evocano… ed è stato piacevole constatare e apprezzare di persona tutte queste qualità, che ben pochi Paesi ormai possono permettersi di offrire.

La scelta è caduta su Stoccolma, da noi ritenuta la città che più delle altre potesse riassumere l’autentico spirito delle città scandinave, un connubio di arte, cultura, natura, intrecciate ad un aspetto moderno e cosmopolita per nulla invasivo, una compenetrazione di natura e artificio del tutto armoniosa.

La vacanza è stata preparata nei minimi dettagli, per cui eravamo già piuttosto informati sulla destinazione e avevamo già un’idea abbastanza precisa sulle meraviglie che ci avrebbero atteso: dobbiamo dire che le nostre aspettative sono state pienamente confermate dalla realtà.

Già al momento dell’imbarco dall’aeroporto di Linate tutto è andato per il meglio: check-in rapidissimo, volo partito in perfetto orario, viaggio tranquillo. Consigliamo vivamente, per chi volesse recarsi in Svezia, di partire con la compagnia di bandiera Scandinavian Airlines, piuttosto che con la Ryanair da Orio al Serio per tre motivi:
1) il volo (giornaliero) parte poco dopo le 12:30, per cui non si arriva all’aeroporto troppo presto e una volta giunti a destinazione si ha il tempo per fare un giro orientativo della città;
2) si arriva all’aeroporto di Arlanda, il principale dell’intera Svezia e il più vicino alla città (dista 40 Km), da cui parte un modernissimo treno (Arlanda Express), assai confortevole se confrontato con quelli italiani, che in 20 minuti arriva alla stazione centrale di Stoccolma.
3) Se si prenota con qualche mese di anticipo ci sono ottime offerte (noi abbiamo trovato andata e ritorno a circa 150 euro).

All’arrivo a Stoccolma un venticello frizzante e la pista dell’aeroporto bagnata ci fanno capire che dovremmo abbandonare le T-shirts e coprirci con le felpe, che non abbandoneremo più.

Una volta giunti alla stazione centrale abbiamo facilmente raggiunto il nostro hotel, il Mornington, appartenente all’ottima catena Best Western. Anche in questo caso ci sentiamo indubbiamente di consigliare questo hotel per una serie di motivi:
1) la posizione: poiché è ubicato in centro, nell’elegante quartiere residenziale di Ostermalm, ma in una strada dove il traffico è assente; si trova a 150 metri dalla fermata della metro ed è un buon punto di partenza per recarsi nel centro storico di Stoccolma, comodamente raggiungibile a piedi con 5 minuti di cammino;
2) il confort: è un hotel 4 stelle che, a nostro parere, le merita tutte, poiché ha delle belle camere (non troppo grandi ma hanno tutto ciò che serve, eccetto l’armadio che è molto piccolo), spazi comuni assai gradevoli, atmosfera tranquilla e piccole particolarità che rendono un ambiente apprezzabile, quali la sala per la colazione/ ristorante attorniata da scaffali con libri di ogni tipo, musica soft durante i pasti, piccoli televisori con schermo piatto appesi accanto agli ascensori, tessere magnetiche per aprire qualsiasi porta interna;
3) la disponibilità e la cortesia del personale, sia da parte degli addetti alla reception che da parte degli addetti alla sala ristorante, sempre con il sorriso sulle labbra
4) la cucina: ottima colazione, la quale, anche se pensata maggiormente per i clienti del centro/nord Europa (d’altronde in hotel c’erano pochissimi italiani) offriva pane, brioches, biscotti, macedonia, yogurt, burro e marmellata, cereali di ogni tipo, bevande varie tra cui le spremute di arancia e mela; riguardo la cena carne, verdure e soprattutto il salmone gustato la sera erano ottimi, per non parlare dei dolci…
5) è un hotel che si può prenotare con il pacchetto Stockholm à la Carte che comprende, oltre al soggiorno nell’hotel prescelto, l’accesso a molti musei ed attrazioni, oltre al trasporto pubblico urbano e, soprattutto, una serie di fantastiche gite in battello e vaporetto, essenziali per godersi appieno la natura incontaminata che circonda la città; le card e la guida vengono consegnate all’arrivo, ritirate direttamente alla reception.

Per quanto riguarda l’aspetto concreto del nostro soggiorno a Stoccolma, dobbiamo dire che la città offre scorci molto suggestivi: il momento in cui per la prima volta si scorgono quei palazzi imponenti specchiarsi nelle acque del lago Malaren o del mare (a seconda del punto in cui ci si trova) è più che sufficiente per innamorarsi a prima vista della “Capitale della Scandinavia”. Sarebbe però un peccato limitarsi solo a quello ;-) per cui facciamo un elenco dei posti che abbiamo visitato e che, secondo noi, sono imperdibili.

DJURGARDEN: assolutamente da vedere il museo all’aperto di Skansen, che è la ricostruzione di tipici paesaggi svedesi risalenti a varie epoche, con case in legno che sono state trasportate fin lì da diverse zone della Svezia; all’interno c’è anche lo zoo e l’acquario.
Altro museo imperdibile è il Vasamusset, un percorso affascinante che porta alla scoperta del vascello Vasa, affondato nei pressi della città; è stato recuperato e restaurato, e molti elementi costitutivi della nave e oggetti vari appartenuti all’equipaggio sono in mostra. Interessante anche la visita del Museo acquatico Acquaria, con tanto di squali, che comunque non è nulla di speciale, posti del genere si trovano anche in Italia! Molto bello il giro con il battello attorno all’isola (giro del canale reale), con audioguida in lingua italiana, dal quale si possono ammirare splendide zone verdi e parte dell’immenso parco di Djurgarden.

DROTTNINGHOLM: il Palazzo di Drottningholm è la residenza della Famiglia Reale, che si raggiunge comodamente in vaporetto con circa un’ora di viaggio. Il palazzo è magnifico, per non parlare degli enormi giardini, delle fontane e del laghetto. Sarebbe davvero un peccato perdersi quest’escursione, a nostro avviso la migliore compresa nel pacchetto Stockholm à la carte. Accanto al palazzo si trova il Teatro di Corte, che non è mai stato restaurato (fu costruito nel 1700), per cui si può immaginare l’atmosfera unica che lo contraddistingue. Contrariamente al Palazzo, per il Teatro è possibile effettuare una visita guidata in lingua italiana, una gentile connazionale vi guiderà alla scoperta dei segreti delle rappresentazioni che ancor oggi si tengono in questo piccolo gioiello, quindi approfittatene! Da vedere anche il Padiglione Cinese, un piccolo palazzo dove sono esposti molti oggetti provenienti dalla Cina e appartenuti ai reali.

GAMLA STAN: è il cuore della città, il centro storico, che racchiude le attrazioni “classiche”: il Palazzo Reale di Stoccolma, con gli splendidi appartamenti reali; il Tesoro Reale, che mostra i preziosissimi gioielli appartenuti ai reali del passato; il Museo del Palazzo Reale di Tre Kronor, in cui sono visibili i resti del vecchio castello, sui quali è stato appunto ricostruito il Palazzo Reale; il Museo delle Antichità di Gustavo III, con bellissime opere e sculture.
Interessante anche la visita al Museo Nobel, che però non può essere pienamente apprezzata poiché dominano le descrizioni in lingua svedese, e anche l’inglese non è sempre facile da comprendere.
Curiosa l’esposizione di numerosi oggetti “simbolici” appartenuti ad autorevoli persone insignite del prestigioso riconoscimento istituito in Svezia.
La piazzetta circostante il museo Nobel, con i suoi palazzi colorati, vale certamente un paio di scatti fotografici!
Molto bella la Cattedrale di Stoccolma, Storkyrkan, che conserva statue e dipinti davvero notevoli.
Immancabile la passeggiata nella “via dello shopping”, con numerosi negozi di souvenir e prodotti tipici di ogni tipo.
Vicino a Gamla Stan da non perdere l’ascensore Katarina, che porta ad un’altezza di circa 40 metri, dalla quale si gode di un bel panorama.

RIDDARHOLMEN: è l’isoletta adiacente a Gamla Stan, una zona della città molto tranquilla, in cui dominano la Chiesa di Riddarholmen, un’abbazia imponente con un’ottima collocazione, e La Casa della Nobiltà, dall’architettura straordinaria.
Da non perdere una passeggiata serale nella verde e pedonale isoletta di Skeppsholmen.

BIRKA: è un’escursione bellissima, che consente di vedere qualcosa di diverso dalla città e dai suoi palazzi: si torna indietro nel tempo nella Svezia del XI secolo, in un’isola verde lambita dalle limpidissime acque del lago Malaren: è indescrivibile la sensazione di pace che si prova quando si è immersi in questi paesaggi! Qui sorgeva la prima città svedese storicamente attestata, ed è ancora adesso possibile vedere le antiche rovine. Sull’isola c’è un museo con i plastici che ricostruiscono i primi villaggi, una piccola cattedrale, alcune case che sono meta estiva di pochissimi fortunati, e poi tanto, tanto verde. L’isola si raggiunge con un viaggio in battello di un paio d’ore attraverso paesaggi incantevoli: tante pinete e qualche abitazione qua e là.

Irrinunciabile inoltre una salita alla Torre del Palazzo del Municipio, probabilmente la miglior vista sulla parte più bella della città.

Stoccolma offriva molti altri musei e attrazioni, ma crediamo che quelli menzionati racchiudano maggiormente l’essenza della città, della sua storia, dei paesaggi tipici.
E’ stato un viaggio molto bello, che rifaremmo anche domani e che consigliamo a chiunque voglia assaporare un’atmosfera particolare e chi è alla ricerca di un posto tranquillo, di una città che, seppur animata, non conosce la frenesia, l’inquinamento, i disservizi in cui quotidianamente ci imbattiamo…un piccolo paradiso.

Buone vacanze.

Piervalentino

Pin It
Tags:

Ci sono 2 commenti su “Stoccolma: la magia del Nord Europa

Lascia un commento

Commenta con Facebook