Normandia e Bretagna

Partenza sabato 14 luglio, 38 gradi , ma fortunatamente dopo il traforo del monte Bianco si comincia a respirare

Prima sosta camping comunale di bourg en bresse , un campeggio a quattro stelle in una cittadina graziosa ed ordinata , famosa per i suoi “polletti “ di cui detiene il marchio DOC

15 luglio arrivo a versaille con sosta camping huttopia ; il nome del camping è un po’ pretenzioso, cosi come i suoi prezzi !hanno cercato di dargli un’immagine un po’ hippy , quasi un trasandato ricercato , a mio parere gli è andata male !

16 luglio visita dei giardini della reggia e trasferimento a Parigi

26 gradi e piove a tratti.

Camping bois de boulogne – organizzatissimo, con prenotazione –

Collegamento con navetta alla metro di porte maiott , dalle 8,30 del mattino all’1,00 di notte , anche per i più “ boemienne “ un’occasione da non perdere.

Tornare a Parigi è sempre bello , una metropoli che offre sempre spunti nuovi alla fantasia , una città dai mille scorci e dalle mille sensazioni ! seconda solo a Roma !!!

17 luglio – musei chiusi il martedì – notre dame – torre eiffel – battello – hotel de ville

18 luglio – louvre – pompidou – place de la concorde – ora al louvre è permesso fotografare tutto ,mezz’ora di fila per una foto della Gioconda!

19 luglio sacre coeur – pranzo montmartre, questa volta non abbiamo avuto una esperienza positiva , le boef alla bourgougnon era mediocre ed il filetto grigliato un po’ bruciacchiato , ma alla fine l’atmosfera ha salvato la scadente cucina – place pigalle –madelene –champs elisèes di sera “val bene una messa “ se si riesce a discostarsi dal traffico che a quell’ora è a dir poco caotico

20 luglio -reggia di versaille, un giro veloce , fortunatamente non c’è molta gente e gia verso le 13,00 , sotto un bel temporale prendiamo la strada per la Normandia , vera meta di questo viaggio. Lungo la Senna ci fermiamo a les Andelys , due cittadine unite ai piedi del chateau Gaillard, una roccaforte costruita da Riccardo Cuor di leone , che domina uno scorcio stupendo della Senna , ritratto anche da alcuni pittori impressionisti !Dopo il pranzo e la visita del castello e decine di foto ci dirigiamo verso Rouen , famosa nella storia per la morte di Giovanna D’Arco bruciata dagli Inglesi !La cattedrale è stupenda , ed un meraviglioso centro storico ci accoglie con i suoi palazzi a graticcio ed un stupendo orologio che sovrasta la via principale – sono le nove di sera , il sole è ancora alto , ma decidiamo di fermarci,approdiamo nel grazioso camping comunale presso l’abbazia di jumiège

21 luglio – verso le dieci ci rechiamo a visitare l’abbazia di jumiège ; nei suoi pressi ci sono ampi parcheggi ed un efficientissimo camper – servic! Nella sua “rovina”l’abbazia è meravigliosa , è proprio lì la sua bellezza , sensazioni di altri tempi si percepiscono ad ogni angolo! –proseguendo per la “via delle abbazie” ci rechiamo all’ abbazia di saint george de boscherville , un bel manufatto , ma che dopo jumiege , lascia un po’ freddini ; c’è un mercatino , né approfittiamo per acquistare alcuni formaggi locali , che si dimostreranno veramente buoni !ancora avanti fino a caen ; di fianco al municipio troviamo un’ampio parcheggio per il nostro camper . Sotto una fresca pioggerella ci rechiamo a visitare la cattedrale , dove è in corso una cerimonia di matrimonio , e facciamo un giro per il centro ; la solita pasticceria ci accalappia , qui fanno dei mega-pasticcini ottimi anche se non certo a buon mercato !Alle 20 ci dirigiamo verso Arromanche ,ma invece di fermarci nell’area di sosta segnalata , ci facciamo convincere da un piccolo camping in collina , a circa un chilometro dal centro , grazioso e semplicissimo , 10 euro tutto compreso , con sulla porta un pulmino che prepara una infinità di cibi fritti ed arrosto : la cena è pronta !

22 luglio – I luoghi del D-Day

la memoria storica di questi luoghi fa accapponare la pelle il porto artificiale costruito in una settimana dopo anni di preparativi–la batterie di Longues , quattro micidiali cannoni che per un giorno intero uccisero centinaia di uomini – il cimitero americano, per ringraziare quei 9000 ragazzi che diedero la loro vita per riportare in europa la libertà e la democrazia –omaha bech , detta anche la “ sanguinaria “ per il numero impressionante di morti in quel fatidico giorno– il cimitero tedesco, migliaia di giovani vite spezzate dalla pazzia del Nazismo – point du hoc , una leggenda – st mere eglise, per chi ha visto “ il giorno più lungo “ una chiesetta da non perdere – utha bech , anche qui migliaia di ragazzi persero la loro vita per la pazzia degli uomini!

23 luglio bayeux famoso per la sua cattedrale e la sua “ tapisserie “ l’arazzo lungo circa 70 metri che narra le gesta di Guglielmo il Conquistatore sotto un vero e proprio diluvio – coutances – granville – ( pioggia tutto il giorno ) –fino all’ area camper di mt.saint Michel, un campeggio in piena regola al prezzo di 8 euro , al quale arriviamo che è quasi notte .

24 luglio abbazia di mt.st.michel ; alle dieci di mattina i turisti l’hanno già invasa , decine di negozi deturpano l’ingresso , ma poi lo spettacolo architettonico e naturale è veramente grandioso – nel pomeriggio , dopo aver mangiato cozze , salsiccie , pollo fritto e patatine fritte ci dirigiamo di nuovo a nord .prima di fermarci nell’area camper gratuita , con pozzetto e carico , di Paimpol ( golfo di st.Bruec ) , siamo in Bretagna , nella Cotes d’Armor,cittadina resa famosa da Pierre Loti,Theodor Botrel e dalla pesca del merluzzo in Islanda.Con grossi nuvolosi che corrono veloci , facciamo una breve visita a ciò ch resta dell’abbazia trecentesca di Beauport !Dopo cena pochi passi ci portano sul lungomare , per ammirare il porto turistico e l’effetto della marea , alle 10 di sera le piccole barche e le chiatte da lavoro sono adagiate sulla sabbia , in attesa che torni l’alta marea .

25 luglio E giunto il momento di dirigerci verso la vera Bretagna !Anche oggi piove ! prima tappa i calvari a sud di Morlaix , siamo nel Finistère ( finis terrae )– e poi tutta una tirata fino alla zona archeologica di Carnac , un breve giro di ricognizione lungo rue de karlaskan e poi in camping per una doccia ( piovizzica ) , tutto pieno …ma alla fine troviamo una sistemazione fra due tende di olandesi più amanti della birra che dei megaliti !

26 luglio oggi il tempo è discreto , incontriamo molti camper italiani, anch’essi venuti per visitare il sito archeologico di Carnac e dintorni !Il mistero dei menir , degli allineamenti e dei dolmen ricompensa pienamente la fatica per aver percorso tanti chilometri !–Nel pomeriggio scendiamo verso la loira ; incontriamo casualmente il piccolo borgo di le calvaire e poi prima di Chinon ci troviamo di fronte l’orribile spettacolo della centrale nucleare , al centro di tante polemiche per una serie di suicidi fra i suoi tecnici ; il castello purtroppo è tutto in ristrutturazione e ci accontentiamo di osservarlo da oltre il fiume – per la notte scendiamo verso Chenonceax , sappiamo che c’è un’area di sosta nei pressi del castello ma preferiamo sostare nel camping comunale , 12 euro , dove troviamo alcuni camper italiani . sereno \ fresco ventilato

27 luglio ormai siamo sulla via del ritorno , ma siamo nei pressi di Amboise , il castello che ospitò Leonardo e che diede l’ispirazione per dipingere la Gioconda ci attrae !ci fermiamo per un paio d’ore e poi giù verso l’Italia , ma siamo ancora a più di 1200 kilometri ! Mezzanotte:siamo al Traforo ; ci fermiamo a dormire ad Aosta , nel parcheggio dell’Eurospin , dove ci raggiungono poco dopo due camper tedeschi !

28 luglio Tavernelle – 37 gradi

Abbiamo percorso 4.167 km con il nostro “granduca “, come sempre perfetto! 90.000 km ben portati !!

E’ ora pensiamo ad una nuova avventura per l’autunno !!! :serenata:

Pin It
Tags:

Ci sono 1 commenti su “Normandia e Bretagna

Lascia un commento

Commenta con Facebook