Buthan | Forum Viaggi Il Giramondo

 Forum: Bhutan
Risultati da 1 fino 5 di 5
  1. #1
    Veterano del Forum
    Iscritto dal
    03 2004
    Messaggi
    2,120

    P Buthan

    Buthan

    Il Regno del Buthan è una piccola nazione montagnosa del Sud Asia, localizzata nella catena himalayana tra India e Cina, vicino al Tibet.

    Storicamente conosciuto come Lho Mon (terra meridionale delle tenebre), Lho Tsendenjong (terra meridionale del cipresso), Lhomen Khazhi (terra meridionale delle quattro vie d’accesso), e molti altri nomi, questo Stato è chiamato dal mondo esterno “Buthan”– il cui significato si perde nel mito e nel mistero. La gente chiama sé stessa Drukpa e chiama la propria patria Druk Yul, che significa "terra del drago" oppure Druk Tsendhen, "terra del drago del tuono", dal momento che la tradizione vuole che il tuono sia il ruggito dei draghi cinesi, la creatura che decora la bandiera nazionale.

    Il Buthan è situato alle pendici meridionali della parte orientale della catena dell’Himalaya, il regno è racchiuso fra due importanti civiltà asiatiche, il Tibet (Cina) a nord e gli Stati indiani dell’Assam, di Arunachal Pradesh, del Sikkim e del Bengala Occidentale ad est, ovest e sud. La superficie è pari a 46,500 kmq. La capitale è Thimphu. È una affascinante città di 50.000 abitanti. Il suo profilo ha poche probabilità di cambiare perché lo sviluppo edilizio è strettamente monitorato e gli edifici non possono superare determinate altezze e devono essere costruiti rispettando lo stile bhutanese. È l’unica capitale del mondo priva di semafori.


    Il monastero di Takstang, vicino Paro

    Arte ed Artigianato

    Il Buthan è conosciuto per i prodotti artigianali realizzati in bronzo, argento e altri metalli. È molto praticata la scultura di figure religiose e in tutti i templi sono presenti grandi statue di Buddha dorate e dipinte in colori brillanti.

    Architettura

    Gli dzong, edifici simili ai castelli, con le mura digradanti, con le linee classiche, gli ampi cortili e le meravigliose sale sono fra gli esempi più belli dell’architettura bhutanese. Gli dzong ospitano grandi monasteri e sono collocati in posizioni dominanti in cima alle colline o alla confluenza di fiumi. Essi sono anche il centro amministrativo dei distretti di appartenenza. Gli edifici più comuni sono i “chorten” o “stupa”, piccoli templi costruiti per ospitare reliquie sacre.

    Cibo

    Alimenti principali sono il riso, il grano, il frumento, il mais, la carne di maiale, di manzo, di gallina e di yak, il formaggio e il peperoncino.

    Abbigliamento

    Gli uomini vestono il gho, una veste lunga legata alla vita da una cintura di stoffa che si chiama kera. Le donne indossano un vestito lungo fino alle caviglie che si chiama kira ed è fatto di stoffe colorate e ornate con decorazioni tradizionali.

    Sport

    Lo sport nazionale è il tiro con l’arco. Cominciano a diventare popolari anche gli sport internazionali, calcio, basket, volley, tennis e tennis tavolo.

    Fonte: Buthan - Wikipedia

  2.  
  3. #2
    Nuovo Utente
    Iscritto dal
    07 2008
    Messaggi
    1

    P Come è viaggiare in bhutan

    Scusate ma vorrei sapere a parte le caratteristiche del Paese, e da qualcuno che ci è stato, cosa bisogna attendersi da una vacanza in buthan.
    Qualcuno me ne ha parlato bene ma per sentito dire, non ci era stato personalmente.
    Grazie mille

  4. #3
    Ex Moderatore
    Iscritto dal
    07 2005
    Residenza
    prov. Milano
    Messaggi
    1,318

    P Bhutan paese felice

    Più di 400 esperti internazionali hanno discusso in Canada il modello economico Bhutan, che mette al primo posto non il PIL, ma la felicità della gente.

    Se il mondo è abituato a considerare il benessere delle nazioni in termini di prodotto interno lordo, ovvero di mera ricchezza economica, ora qualcuno si sta rendendo conto che è una classificazione che va un po' stretta e che, in fondo, la felicità della gente non è cosa che si compra o che si possa sottostimare. E così si sono ritrovati in circa 400, provenienti da più di una dozzina di Paesi, in un convegno tenutosi alla St. Francis Xavier University di Halifax, in Nova Scotia, Canada, per discutere su una nuova e più ricca definizione di «prosperità». Definizione che suona così: bilanciamento tra benessere pubblico e soddisfazione della gente. Tra i partecipanti al convegno c'erano una quarantina di rappresentanti del Bhutan — professori, monaci, rappresentanti governativi e altri — venuti a promuovere, forse anche un po' a insegnare, ciò che in questo Paese himalayano, grande come la Svizzera, si è imparato per quanto riguarda la costruzione di una società soddisfatta e felice. Mentre il prodotto interno lordo del Bhutan rimane tra i più bassi al mondo, l'aspettativa di vita è aumentata di 19 anni dal 1984 al 1998, arrivando a una media di 66 anni. Il Paese, che ora si prepara a passare a un regime di monarchia costituzionale, con un governo eletto dal popolo, ha stabilito che almeno il 60% delle sue terre rimangano foreste, che solo un limitato numero di turisti vi possano entrare e, intanto, esporta energia idroelettrica verso l'India. «Dobbiamo pensare al benessere umano in termini più ampi», ha detto al New York Times Lyonpo Jigmi Thinley, ministro dell'Interno ed ex primo ministro del Bhutan. «Il benessere materiale è solo una delle componenti. Che non assicura che voi siate in pace con l'ambiente che vi circonda e in armonia gli uni con gli altri». Un concetto che affonda le radici nella dottrina buddista che solo una decina di anni fa sarebbe stato sbeffeggiato dalla gran parte degli economisti, soprattutto di scuola statunitense, per i quali la crescita economica è il fattore base al di là di teorie basate su ideali giudicati ingenui.

    Bhutan: vietato fumare anche all'aperto
    Tempi duri per i fumatori del Bhutan, piccolo regno himalayano incastonato tra l'India e il Tibet. A soli due mesi dalla decisione del re Jigme Singye Wangchuck di vietare la vendita del tabacco in tutto il regno, il governo ha deciso di vietare il fumo non solo in tutti i locali pubblici del Paese, ma anche «in tutti i posti — recita l'ordinanza — dove c'è possibilità che ci sia gente», quindi «anche all' aperto» …

    Fonte:
    Corriere Canadese


    NOTIZIA
    Roberto

    La natura è fatta con sapienza, non distruggiamola con l'ignoranza

  5. #4
    Ex Moderatore
    Iscritto dal
    07 2005
    Residenza
    prov. Milano
    Messaggi
    1,318

    P

    Un paio di atterraggi all'aeroporto internazionale della capitale bhutanese:

    visto dai piloti

    visto dai passeggeri

    Roberto

    La natura è fatta con sapienza, non distruggiamola con l'ignoranza

  6. #5
    Moderatrice
    Iscritto dal
    11 2008
    Messaggi
    2,925

    P

    Buthan questo paese rimane ancora adesso un modello
    si dice che i suoi abitanti siano tra i piu' felici del mondo e non mi sembra poco
    e' uno di quei posti che sogno da tanto di vedere , chissa magari riporto anche in Italia il segreto della felicita' buthanese
    Indonesia con Bru

    I viaggiatori non han mai detto pur una sola bugia, per quanto gli sciocchi che se ne restano a casa rifiutino di prestar loro fede" William Shakespeare

La responsabilità delle informazioni e delle comunicazioni presenti nei messaggi in questa pagina e' esclusivamente in capo all'utente che le ha inserite. Le opinioni espresse dall'utente rispecchiano il suo pensiero. IlGiramondo.net declina ogni responsabilità sull'accuratezza, la precisione, la veridicità, la completezza, l'utilità e l'opportunità di tali messaggi.
 
Diari di Viaggio Video su Viaggi e Vacanze Forum su Viaggi e Vacanze Offerte di Viaggio Meteo e Clima
Altre Sezioni