10 idee esplosive per i vostri prossimi viaggi

vulcano indonesia

I vulcani possono suscitare un senso di pericolo e anche ispirare soggezione. E mentre molti fuggono quando queste montagne inquiete esplodono in una sinfonia di lava e cenere, un sacco di altre persone vedono questa come un’opportunità per viaggiare. Se siete dei tipi avventurosi,  questo post potrebbe darvi qualche spunto per una nuova opportunità di viaggio.
Eccole:

Hawaii

vulcano hawaii

L’Hawaiian Volcano Observatory, che si trova sul monte Kilauea nel Parco Nazionale dei Vulcani Hawaiani, compie 100 anni e, per l’occasione, invita tutti a partecipare alla festa con eventi speciali per tutto il 2012. L’osservatorio, creato per studiare l’attività vulcanica ed aiutare a prevenire disastri nelle comunità locali, ha dato il via ai festeggiamenti nel mese di gennaio.

Montserrat

Vulcano montserrat

Avete mai sognato di combinare un’avventura su un vulcano con una fuga in un’isola tropicale? Fortunatamente, il livello di rischio per il vulcano Soufriere Hills sull’isola caraibica di Montserrat è stato recentemente abbassato da 3 a 2. Oggi sono dunque consentite le visite diurne in auto – anche se i visitatori sono invitati a sintonizzarsi sulla stazione della radio locale e ad avere con sè un telefono cellulare in ogni momento nella zona.

Islanda

Vulcano islanda

Nel 2010 il vulcano Eyjafjallajokull in Islanda è finito in prima pagina per aver emesso una nube di cenere sull’Europa, paralizzando così i viaggi aerei per settimane. Ma più di recente, un altro vulcano nella famigerata “Terra del Fuoco e del Ghiaccio” è stato al centro dell’attenzione. Katla e il suo cratere ampio 6,2 miglia hanno causato una certa preoccupazione tra gli scienziati, per la minaccia di un’imminente eruzione, potenzialmente catastrofica che avrebbe potuto provocare inondazioni a causa dei ghiacciai che si sciolgono in mare.

Congo

Vulcano congo

Nella maggior parte dei casi, getti incandescenti di lava alti centinaia di metri fanno correre lontano. In altri, fanno correre verso la minaccia. Il caso in questione: Mt. Nyamulagira, un vulcano in eruzione nella Repubblica democratica del Congo. Secondo la CNN, i turisti si sono affollati nel Virunga National Park, noto per i suoi gorilla in via di estinzione, per vedere in prima persona la lava esplodere. E i funzionari del turismo si aspettano che le visite aumentino quest’anno.

Ecuador

Vulcano ecuador

In Ecuador, quando i vulcani giocano, il bestiame si ferma. In questa recente fotografia di National Geographic, una mucca viene raffigurata con una maschera nella città di Cotalo vicino al vulcano Tungurahua (conosciuto localmente come “Gola di fuoco”), che ha avuto un aumento dell’attività vulcanica da novembre. Mentre alcuni abitanti di questa zona scarsamente popolata vanno avanti con la loro vita quotidiana, le persone che abitano le zone ad alto rischio sono state invitate a partire. La città turistica di Banos è stata colpita dalla cenere. Se non si vuole indossare una maschera in viaggio, meglio prendere in considerazione altri vulcani dell’Ecuador, tra cui Antisana e la sua vicina sorgente termale.

Indonesia

vulcano indonesia

L’Indonesia (Bali in particolare) potrebbe aver catturato l’immaginazione dei viaggiatori negli ultimi anni, ma il paese a volte viene nominato grazie alla sua posizione privilegiata nel Ring of Fire. L’anno scorso, il Mt. Merapi a Giava ha causato gravi distruzioni, che la gente del posto sta ancora affrontando. Alla fine del 2011, il Mt. Gamalama ha deciso di eruttare su Ternate Island, creando un impasto di cenere e fango, combinato con le forti piogge. Nonostante i recenti disastri, ci sono 500 vulcani (129 attivi) in Indonesia, e molti si comportano abbastanza bene con i visitatori, tra cui il Monte Rinjani e Krakatau. Inoltre, l’isola di Bali incanta grazie ai suoi incredibili paesaggi di montagna (vulcanica, naturalmente).

Italia

vulcano etna

L’Etna in Sicilia è ancora una volta all’altezza della sua reputazione come vulcano più alto e attivo d’Europa, eruttando più volte nel corso del 2011 (17 volte a partire dal 24 ottobre). Non sono state segnalate vittime, ma il gigante ha raccolto l’attenzione da parte della stampa per le riprese affascinanti di fontane di lava alte centinaia di metri verso il cielo, come mostrato in questo video della BBC. In puro stile italiano, le esplosioni stromboliane sono note più per la loro bellezza che per la loro propensione alla distruzione. Tuttavia, alcune aree potrebbero essere chiuse ai visitatori, perciò verificate con le società di trekking prima di pianificare una visita, o guardate il vulcano da una distanza di sicurezza, mentre vi godete tutte le altre bellezze che la Sicilia ha da offrire.

Cile

vulcano cile

A giugno dello scorso anno, un mostro andino dormiente nel sud del Cile si è svegliato dopo un pisolino di 50 anni, creando una serie di scosse di terremoto e inviando un pennacchio di cenere verso l’Argentina come uno sbadiglio. The Atlantic ha registrato una serie di spettacolari fotografie per documentare l’evento. Purtroppo, il vulcano Puyehue ha costretto molti locali ad evacuare e ha continuato ad affliggere le comunità vicine con la cenere. Ma mentre il turismo locale potrebbe averne risentito, il Cile offre molte altre avventure sulle montagne vulcaniche da sperimentare. I visitatori possono mettersi un paio di sci o di scarponi da trekking e dirigersi al vulcano Parinacota vicino al confine boliviano, a Llaima nel Conguillio National Park, o a Osorno nel Distretto dei Laghi, oltre a poter andare in tante altre destinazioni vulcaniche presenti da nord a sud del paese.

Giappone

vulcano giappone

Poche cose suggeriscono di stare lontano più di un terremoto, uno tsunami, una catastrofe nucleare, e un vulcano in eruzione tutte nello stesso anno. Nonostante il Giappone abbia più di 100 vulcani attivi (secondo la Japan Meteorological Agency), non tutti rappresentano una grave minaccia. Infatti, alcuni offrono qualcosa di più simile ad un’esperienza di relax. Per esempio, i visitatori possono indulgere in una spa tradizionale giapponese a Kusatsu Onsen sul ​​monte Shirane e ad Hakone nei pressi del Monte Fuji.

Isole Canarie

vulcano canarie

Un calderone sta bollendo nell’Oceano Atlantico. Appena a sud delle Isole Canarie, un vulcano sottomarino che puzza di zolfo lancia getti d’acqua alti 20 metri nell’aria. La cattiva notizia è che il vulcano vicino a El Hierro sta creando una zona morta, e siccome la gente del posto fugge dai villaggi costieri come La Restinga, il turismo qui si sta spegnendo, secondo la BBC. La buona notizia è che alcuni isolani la vedono come un’opportunità per ammirare un evento naturale in divenire e per dare il benvenuto ai visitatori. Inoltre, i viaggiatori possono immaginare che, mentre il vulcano continua a salire verso la superficie, si potrebbe presto formare una nuova isola da esplorare.

Vi attira questo genere di vacanza? 

Pin It

Ci sono 1 commenti su “10 idee esplosive per i vostri prossimi viaggi

  1. Trovo che siano in assoluto una delle manifestazioni più tangibili di Madre Natura… uno spettacolo!! La terra che “sgorga sangue”. Ne ho visti diversi: in Indonesia alle Hawai’i ecc. ma nei vulcani sopra immortalati manca il vulcano Yasur a Tanna in Melanesia (Oceano Pacifico) che erutta ininterrottamente da secoli tanto che il GRANDE navigatore James Cook lo chiamo “il faro del Pacifico”.

Lascia un commento

Commenta con Facebook